Full Moon – Canto d’Amore n°5 – Arina Tanemura

Buon giorno a tutti!

^______^

Non facciamo perdere altro tempo e via con la prossima tappa di questa breve ma non troppo maratona shoujo di Full Moon – Canto d’Amore, un’opera che porta la firma di Arina Tanemura! *_____* Ufficialmente ci troviamo ormai a più di metà serie eppure essendo arrivata fino a questo punto sono ancora più sorpresa perché il manga mi sta riservando parecchi avvenimenti che non avrei mai immaginato. Ovviamente cosa avevo detto? Che avevo il sentore che presto sarebbe toccato a Izumi e … a quanto pare è stato proprio così! Appena ho avuto la copertina tra le mie mani subito mi sono dovuta preparare psicologicamente perché Izumi come personaggio mi piace tantissimo, per ragioni personali non vi dirò più di quale altro personaggio femminile o maschile che sia, ma sta in una buona posizione nella classifica di mio gradimento di questi characters! ^_____^ Magari al termine della maratona ve la rivelerò! 😉

Lo scorso numero ci ha letteralmente lasciato di stucco con la rivelazione del passato da umana di Meroko – la compagna messaggera di morte assieme a Takuto i quali formano la coppia Negiramen – ed ora se pensate che la cosa sia finita lì vi sbagliate di grosso! Vedremo come andrà a concludersi la sua parte e se ritroverà la forza per reagire. Ovviamente potrà poi andare tutto per il meglio? Certo che no! Altrimenti che noia che sarebbe! LOL Allora, una piccola anticipazione: Mitsuki, o meglio, Full Moon, viene presa di mira da un individuo misterioso! E non è altri che …! Ops! Stavo parlando troppo presto! Scopriamolo assieme! 🙂 

Il messaggero Takuto sta cominciando a ricordare la sua vita terrena, di quando faceva parte della band Route-L. Anche lui come Mitsuki si ammalò di tumore alla gola. L’operazione per salvarlo, svolta dallo stesso dottore della ragazza, Wakaoji (un tempo membro anche lui della stessa band e ora diventato produttore di Mitsuki), andò alla perfezione, con l’unico sacrificio delle corde vocali del cantante. Takuto, però, trovò insopportabile a tal punto una vita senza poter cantare che si suicidò. Il fatto che stia ricordando la sua vita non è affatto un aspetto positivo, in questo modo, infatti, rischia di … diventare un fantasma! Di Arina Tanemura.

Fonte: Planet Manga

Mitsuki e Takuto cominciano a riflettere sul motivo per il quale Meroko si sia comportata in quella maniera tanto improvvisa e quando arrivano al dunque è la nostra protagonista ad affrontare la messaggera! Meroko, infatti, ha ricordato ogni cosa sulla sua vita precedente, compreso il modo in cui è morta, tagliandosi con un rasoio le vene ai polsi, commettendo quindi il suicidio. Mitsuki rintraccia Meroko sulla terrazza di un palazzo e qui cerca in tutti i modi di farla tornare in sé dicendole che le cose non sono andate come lei crede. Sua nonna, Fuzuki, cioè la migliore amica di Meroko/Moe non si è sposata con Seijuro come credeva le cose sarebbero andate a finire ma con un altro uomo, ciò non toglie comunque che il signor Koga rimanga pur sempre suo nonno perché padre di suo padre, mentre Fuzuki ha avuto una figlia e dai loro figli, cioè i suoi genitori, è nata lei! Quindi, dovrebbe per lo meno chiedere scusa o ringraziare sua nonna visto le è tornata la memoria e poi erano grandi amiche e si volevano un gran bene! Non tutto è perduto! Meroko sembra abbattuta e le spiega che ha compiuto quel gesto avventato perché sentiva come se i loro cuori fossero distanti, come se ormai non avesse nulla a che vedere con loro, esclusa improvvisamente dalla loro compagnia. Meroko, però, ascolta le parole di Mitsuki e spronata proprio da quest’ultima fa visita a casa di Fuzuki stavolta con le sembianze di quando era in vita … Non le dice nulla, ma le sorride quando se la ritrova davanti. Fuzuki crede di avere le allucinazioni e nel mentre quasi si rivede come era un tempo, le domanda il perdono perché non doveva innamorarsi dello stesso ragazzo di cui era infatuata ma non avrebbe mai e poi mai voluto lasciarla sola! Per lei Moe era la cosa più preziosa che potesse avere e anche se l’ha tradita per un breve istante non era stato qualcosa che avrebbe voluto fare in fin dei conti e la notizia quindi della sua morte è stato un grave colpo al cuore che ancora adesso le procura tanto dolore. Tuttavia, rivederla ancora, vedersela davanti a sé con quel sorriso ingenuo e caloroso glielo ha fatto alleviare del tutto … Alla fine Takuto e compagni festeggiano il compleanno di Mitsuki indossando i vestitini che lei tanto desiderava che mettessero quando fossero nelle loro sembianze da animaletti. Meroko anche se piuttosto timida e titubante si scaglia su Mitsuki piangendo e dicendole che non la lascerà mai da sola, che è dispiaciuto per tutto e la proteggerà sempre, per sempre, non importa cosa! E così si conclude quindi la storia di Meroko. Non facciamo in tempo a finire la sua parte che subito ci tuffiamo in quella di Izumi, infatti, il capitolo seguente si apre proprio con la sola presenza di Mitsuki e di Izumi. Mitsuki ha trovato un gattino per strada, pare che si sia perso, non è un randagio anche perché ha la targhetta con il nome e credono che il suo nome sia Oina. Mentre Mitsuki è intenta a chiacchierare con il messaggero di morte riguardo al fatto che può parlare e fidarsi di lei se mai, come Meroko, dovesse tornargli in mente la sua di vita trascorsa da umano e all’improvviso il gattino scappa via. La ragazzina ha paura che possa accadergli qualcosa di male e così, una volta convinto lo stesso Izumi, si mettono alla sua ricerca. E nel frattempo scopriamo a mano a mano, di pari passo con lo svolgimento di questa faccenda del gattino perduto, frammenti e scorci sul suo passato. In realtà Izumi ricorda perfettamente ogni cosa al contrario di Meroko e di Takuto. Ha sempre saputo la verità e nonostante questo sente come se la cosa fosse una maledizione che gli è stata scagliata addosso. Izumi è stato una vittima di sua madre, il rapporto con lei si era sgretolato, era arrivata perfino a volere con tutta se stessa che non esistesse più, e anche se aveva provato a rifarsi una vita non riusciva a trovare un equilibrio e il suo malumore, il suo dolore, tutto ciò, lo riversava nei confronti di Izumi, così ancora troppo piccolo per poter fare qualcosa di concreto. Un giorno, quando le ferite dovute ai graffi e ai maltrattamenti che sua madre gli torceva furono meno visibili uscirono da casa e in quell’occasione il piccolo decise di mettersi in mezzo sui binari tra le due sbarre ferroviarie che regolano il traffico quando passano i treni con uno sguardo così deciso e determinato che non sarebbe stato da tutti. A quel punto sua madre aveva solo sorriso … e la vita di Izumi finì di lì a pochissimo, in una grande folata di vento, con il rumore delle ruote del treno sui binari e il fischio di questo che si avvicinava a velocità incessante. Credeva che se davvero non fosse più esistito allora si sarebbe sentito meglio ma si sbagliava di grosso perché rinacque come messaggero di morte e con una tale insoddisfazione interna che nemmeno riusciva a capacitarsene. Tempo dopo incontrò nuovamente sua madre, era molto malata e magra, quasi priva di forze, la donna quando se lo ritrovò davanti non lo riconobbe e Izumi prese la sua vita come era stato previsto e credeva che allora a questo punto si sarebbe salvato ma neanche ciò sortì l’effetto che sperava. Nel frattempo vediamo il gattino che si ritrova nella stessa medesima situazione in cui lo fu anche Izumi, tra i binari. Mitsuki spaventatissima cerca di andargli incontro prima che passi il treno per salvarlo ma Izumi la ferma in modo serrato per evitare che faccia gesti avventati e allora proprio quest’ultimo si rende conto che finora hanno sempre chiamato nel modo sbagliato quel gattino, il suo vero nome è LIO, e i caratteri non sono numeri come credevano erroneamente ma bensì lettere. Così Mitsuki grida forte il suo nome e Izumi in quell’istante si sente come se quel gattino fosse lui. In fondo, forse aveva sempre sperato che qualcuno – sua madre – lo chiamasse, non importa quanto si fosse arrabbiata o sentita sola, le sarebbe rimasto accanto se avesse cercato di gridare forte il suo nome, segno che gli volesse bene per davvero e non gli avesse invece solo sorriso in una maniera piuttosto ambigua. Poco dopo ritrovano la padrona del gattino e Izumi sente il bisogno di aggrapparsi un secondo a Mitsuki che decide di restargli accanto guardando il cielo, ha da poco finito di piovere e il cielo è così bello. Gli resta semplicemente accanto nel suo dolore. E con la storia anche di Izumi si chiude quest’altro capitolo. Intanto, sono trascorsi alcuni giorni e il singolo nuovo di Full Moon è entrato al terzo posto, davvero un ottimo risultato, tuttavia questo la porta sotto i riflettori come non lo era mai stata prima d’ora tanto che i regali da parte dei suoi fans aumentarono a dismisura. In ciò, per ragioni di sicurezza la sua manager, la signorina Oshige, decide di controllarne un paio ma si ritrova in pericolo quando viene colpita da un’esplosione proprio dovuta all’apertura di un pacco destinato a Full Moon. Intanto sbuca un nuovo personaggio, un ragazzo, Nachi, il cantante principale di una band chiamata Oz che provoca un po’ di gelosie a Takuto ma Mitsuki gli dice che non deve preoccuparsi perché lei ama solo Eichi. LOL Frecciatina a Takuto! XD Quando Mitsuki viene a sapere da Madoka che la Oshige è stata vittima di un hater, qualcuno che improvvisamente, non apprezza che Full Moon sia arrivata così in alto nelle classifiche, finisce per disperarsi e per piangere confortata solo dalla presenza di Takuto. Intanto per tirare su di morale la signorina Oshige Wakaoji decide di uscire con lei a bere per scusarsi visto che è stata una sua idea quella di proporle di dare una controllata ai pacchi regalo. In tutto ciò però Oshige finisce per ubriacarsi come suo solito (quando mai? LOL) e Wakaoji è costretto ad accompagnarla a casa in taxi e fin dentro il suo appartamento che scopre essere ricoperto interamente di suoi poster di quando faceva parte della band Route L. Oshige, in preda all’alcol, finisce per parlare da sola ad un poster e a sperare che un giorno possa diventare la principessa di Wakaoji. Di colpo gli si fionda addosso in un abbraccio davvero sentito per poi perdere i sensi tra le sue braccia, a questo punto Wakaoji le prende il viso e la bacia. Ma le cose brutte sembrano ancora non finire, Nachi finisce per essere colpito da quell’hater che lo accoltella, subito questo getta Full Moon ancora più nell’indignazione, non è possibile che possano succedere ancora altre cose spiacevoli e in parte se ne sente responsabile! Intanto Wakaoji assiste di nascosto ad un bacio tra il presidente della Seed Record e Oshige e comincia a comportarsi con la donna in modo alquanto freddo e un po’ distaccato facendola rimanere male. Non appena Mitsuki è in grado di poter incontrare Oshige che nel frattempo si è ripresa pronta per tornare a farle da assistente nel suo lavoro le rivela cosa ha intenzione di fare: lasciare la musica e smettere di cantare! Questo però porta Oshige a doversi confessare, è vero, lei stessa ne è stata una vittima di tutto ciò ma anche se ha avuto tanta paura ha pensato solo a tenersi tutto dentro e a comportarsi come suo solito proprio perché ha grande fiducia in Full Moon. E adesso lei vuole abbandonare il mondo che tanto aveva desiderato, non vuole in alcun modo che faccia questo gesto così su due piedi! E poi, tutto può essere risolto! Ma Full Moon che se ne rende conto anche fin troppo bene e sa cosa vuol dire si scoraggia e finisce per abbracciare Takuto, non appena questo torna a casa, per piangere e sfogarsi. Il messaggero riesce a confortarla e Mitsuki ritrova il coraggio di fare buon viso a cattivo gioco oltre a farle tornare la voglia di cantare per le persone che la amano e che l’hanno amata come i suoi genitori ed Eichi. In seguito Mitsuki si chiede come mai sia andata diretta da lui per parlargli, una cosa che le è venuta tanta spontanea … o forse dietro c’è qualcosa di più? ❤ Così durante il termine del suo concerto cui tutto è andato bene Full Moon scopre che Nachi ha catturato il colpevole di questi spiacevoli inconvenienti riuscendo a travestirsi e a confondersi tra la folla per beccarlo in flagrante ma prima che la polizia lo porti via Full Moon gli va incontro per parlargli (nel frattempo giusto per la cronaca Nachi si sbaciucchia Madoka, a quanto pare è proprio lei la ragazza di cui è innamorato!). Gli spiega che è contenta che sia un suo fan ma proprio perché ama cantare per gli altri e farli sentire bene non vuole che qualcuno possa ferire le persone che tanto le vogliono bene, includendo quindi lui stesso. Insomma, sembra che tutto sia finito bene ma improvvisamente quel tizio viene avvolto da una nuvola di fumo dal quale ne sbuca fuori Jonathan! Eh, sì, è stata tutta opera sua! Ecco perché ultimamente si era visto davvero poco! O____O” Izumi riesce a fermarlo e a scoprire che dietro tutta questa storia c’era il suo zampino ma finisce per venir catturato proprio dal suo compagno e le cose non sembrano poi promettere bene … 

Ed eccoci ordunque alla fine di questo quinto volumetto! *^* Ma che diamine? Posso respirare? No, a quanto pare no! Ogni cosa tira in ballo un’altra, come una ciliegia dopo l’altra, e ben presto altra carne al fuoco sta per essere messa. Già il fatto che sia apparso un nuovo personaggio ovvero Nachi non me lo aspettavo per niente così come fosse legato in qualche modo a Madoka, ma sono contenta per loro perché stanno bene assieme. Meroko in questo numero quando viene a sapere che qualcuno minaccia la vita di Full Moon è la prima che vuole fare qualcosa per lei (e la cosa mi ha fatto immensamente piacere perché sta mantenendo la promessa che le ha fatto!) volendo cercare il colpevole ma i messaggeri alla fine decidono di non intromettersi più di tanto perché Mitsuki deve imparare a cavarsela da sola visto che non ci saranno mica sempre per proteggerla in ogni caso e da una parte sono più che d’accordo con loro! Tuttavia, Mitsuki sta già diventando una ragazza forte e in più di un’occasione ha sfoderato un volto tanto maturo quanto deciso che mi ha sorpreso non poco. Certo, l’idea di lasciare la sua carriera da cantante mi stava davvero facendo venire un duro colpo ma poi meno male ha ritirato tutto! E poi proprio perché le sono accadute delle brutte cose deve tirare fuori le unghie e combattere! ^_____^ Poi, vogliamo finalmente applaudire un attimo a Takuto e a Mitsuki? Ma come sono stati vicini vicini! ❤ Mi ha fatto molto piacere che sia stata la prima a cercarlo quando aveva bisogno di una spalla sulla quale trovare parole dolci! *o* Però, ho avuto un attimo di paura quando Takuto l’ha fatta tornare una tredicenne perché Mitsuki ha cominciato a tossire fortissimamente e temo che le sue condizioni cliniche non si stiano mettendo poi molto bene, anzi, sembra sempre più vicina all’ora della sua morte! >____<” Aiuto! E un’altra coppia che si fa avanti è stata quella tra Oshige e Wakaoji! Oddio! Troppo carini assieme, faccio un sacco il tifo per loro! ❤ Una piccola lacrimuccia ovviamente va a Izumi, povero mio … T^T Davvero triste la sua parte di passato, ma così tenero con quegli occhioni grandi grandi … Comunque, sono contenta che abbia trovato un po’ di sollievo e adesso si sia lasciato la cosa alle spalle. Sempre più persone sta conquistando la nostra cara Mitsuki con il suo canto e la sua grande voglia di vivere anche se ci ha davvero stupito quando ha detto che ha paura di questo! ^_____^” Semplicemente Mitsuki sta crescendo e il mondo è pieno di cose da affrontare … quindi, ci vorrà un po’ di forza e di coraggio ma anche di tempo per riuscire a stare tranquilla, comunque, mi sembra già ad un buon punto. E poi, è anche fin troppo buona! Non a caso è la protagonista! ehehe∼ XD E poi? Jonathan che stava dietro a tutto questo piano messo a punto per minacciare la vita di Mitsuki mi ha letteralmente stupito ma anche un po’ arrabbiato, che diamine …?! O____O” Anche se confesso che non mi ero per niente accorta che fosse apparso poco nei recenti avvenimenti perché appunto troppo presa con lo stare dietro alle lettura quindi ammetto che non avevo benché il minimo dubbio su di lui … Beh, vediamo che cos’altro accadrà ancora! 🙂 Dai, che siamo quasi alla fine di questa maratona! Con il caldo che fa leggere un buon manga al fresco e sorseggiare una limonata è il massimo! ^______^

Ci si vede al prossimo appuntamento sempre qui con me e sempre in compagnia di Full Moon – Canto d’Amore! Riuscite a sentire la dolce melodia che sta cantando?Lasciatevi trasportare dai vostri sentimenti e seguite con me il sogno di Mitsuki! 😀

Informazioni su Juliet

Sono una ragazza di 25 anni che sta crescendo giorno dopo giorno a pane, shoujo e fantasia e che va pazza anche per il kpop. Il mio Blog è il nascondiglio che più preferisco dove poter dare sfogo alle cose che mi piacciono e a tutto ciò che succede nella mia vita. ♥
Questa voce è stata pubblicata in ѕнσυנσ e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...