Sugar Soldier n°9 e n°10 – Mayu Sakai

Buon giorno!

^______^

Bentornati miei cari soldatini di zucchero! Ormai siamo praticamente alla fine di questa lunga maratona shoujo, il tempo sembra essere proprio volato, vero? *o* Dopo Rockin Heaven e Nagatacho Strawberry questa è la mia terza maratona di un fumetto di Mayu Sakai! Eh, sì, proprio così! A me piace tantissimo! ❤ Ormai adoro non solo il suo stile ma anche le sue storie che trovo sempre molto dolci e carine e finora non mi hanno quasi mai deluso! Sugar Soldier è stato il mio ultimo recupero di una sua serie e si può dire che abbia (quasi) tutto di questa autrice! 🙂 Attraverso questi dieci fumetti abbiamo conosciuto principalmente Makoto Kisaragi e Shun Iriya ma anche gli altri personaggi secondari, ognuno con un carattere e modi di fare diversi che ci hanno tenuto in compagnia ed ora vediamo cosa ancora succederà prima che possa mettere anche io fine a questa lunga corsa di ben 10 steps! Che ne dite, siete pronti per tuffarvi con me su questi due volumetti che saranno davvero carichi di emozioni e pensieri? Allora, let’s go

Una carezza, un abbraccio, un bacio. Desiderare un contatto fisico con chi ami è normale, ma a volte può fare paura, come nel caso di Makoto. Come vincere questo timore? C’è un’arma segreta che funziona sempre, in qualsiasi occasione: la dolcezza.

Fonte: Planet Manga

Eravamo rimasti con un piccolo diverbio tra Iriya e Makoto, il primo accusava la seconda di essere troppo ingenua quando è in presenza di altri ragazzi e di non rendersi conto di quanto sia diventata carina cosa che lo fa rodere di gelosia ogni volta e la seconda invece non era riuscita a credere alle sue parole; poi, quando stava cercando di avvicinarlesi per baciarla si era visto ricevere un suo netto rifiuto. I due nel frattempo non si sono riappacificati ed ormai la gita scolastica è già cominciata! Uki e Shirayuki cercano di sostenerla ma soprattutto Uki la rimprovera per il motivo stupido che ha scatenato tutto ciò, la verità è che Makoto sta guardando per la prima volta Iriya come un ragazzo in tutto e per tutto, e questo perché ha sorpreso sua sorella maggiore, la famosa street model fashionista della rivista Heaventeen, Rika Kisaragi, in atteggiamenti intimi con il suo fidanzato, Naoki Senda, un fotografo ancora principiante nel suo settore. Averli scoperti in questa imbarazzante scena le ha fatto venire a sua volta strani pensieri e così … da qui è partito tutto. Ovviamente Makoto deve darci dentro e fare pace con Iriya al più presto! Non ha senso evitarlo per una sciocchezza così anche perché lui stesso vorrebbe capire cosa l’ha spinta a comportarsi in questa maniera … E difatti, mentre una sua compagna sta cercando di abbordarlo Iriya non fa che ripeterle che non tradirebbe mai la sua ragazza e che adesso ha il terrore di aver fatto qualcosa di sbagliato che l’ha portata a farsi odiare, questo pensiero è così devastante che sembra non dargli tregua. Ma nel frattempo Makoto viene nuovamente presa di mira da Aida il quale tenta di avvicinarsi dapprima per scusarsi e poi per prenderla per mano onde evitare che si perda tra la folla in visita al tempio di Kyoto. Makoto tuttavia riesce in un certo senso a fargli capire che anche tenerlo per mano la mette in una posizione difficile perché per lei è un gesto che si sente di fare solo con Iriya. Poco dopo, verso sera, la ragazza si accorda per uscire con Iriya e mettere quindi fine al loro litigio per potersi chiarire e sistemare ogni cosa. Makoto indossa uno yukata bellissimo ma l’hotel è così grande che finisce nuovamente per perdersi e si imbatte ancora in Aida il quale la mette alle strette cercando di farle uscire la verità, non è che per caso Makoto si sta comportando così solo per farsi desiderare di più da lui? Ma ovviamente sta fraintendendo tutto perché Makoto è fedele ad Iriya e non le verrebbe mai in mente di fare una cosa simile, Aida insiste e la ragazza comincia ad avere paura tuttavia ecco che arriva Iriya il quale lo scaraventa via in un lampo con un bel pugno assestato. Infine i due escono e rimangono per conto loro, lontano dagli occhi altrui e in una bella e fresca rilassante atmosfera Makoto si scusa per come ha reagito in questo ultimo periodo e rivela la verità a Iriya il quale più sollevato scoppia quasi a ridere e la rassicura, non le farebbe mai niente che non vorrebbe le facesse! Tuttavia, Makoto gli svela che in realtà vorrebbe fare davvero tutto con lui e stargli sempre accanto, Iriya le prende il viso e si avvicina, i due si baciano e stavolta Makoto è così emozionata che vive in maniera diversa questo bacio e si sente un po’ stupida per aver dubitato delle sue premure, dei suoi gesti, come potrebbe aver paura e timore di queste mani che la stringono con dolcezza e di questi baci che sembrano carezze? I due più innamorati che mai finiscono la gita scolastica in compagnia dei loro gruppi e se ne vanno per la città a fare compere e spese mangiando delle delizie del posto. Ma mentre stanno attraversando la strada, sulle strisce pedonali, Iriya nota una persona che le ricorda davvero tantissimo una figura che la sua mente non si è mai dimenticata … Ma possibile che sia quella che lui crede? No, vero? La gita giunge al termine e si ritorna sui banchi di scuola … Makoto sta cercando di pensare a cosa organizzare per il compleanno di Iriya, vorrebbe fargli una torta dato si sente più sicura delle sue capacità e anche passare quel giorno soli soletti. Pare infatti che i genitori adottivi di Iriya, nonché i suoi zii, debbano partire per un viaggio in Europa e quindi rimarrà da solo proprio in quei giorni! Ma Iriya è comunque tranquillo, non è più un bambino ed è in grado di prendersi cura di se stesso così alla fine decide, per non mettere ansia a Makoto, di essere lui ad andare a casa sua per festeggiare assieme (anche perché teme che Makoto faccia cadere la torta nel tragitto! XD) e che si vedranno quindi come accordo. Non appena però i genitori di Iriya partono viene coinvolto da Yusa in parecchie uscite e festeggia il suo compleanno anche con i suoi amici, quando rientra, però comincia a sentirsi male, è estate e nonostante questo la testa gli sembra stia per scoppiare da un momento all’altro e non tanto per il caldo probabilmente, pensare poi a quella persona non lo aiuta affatto … Ma deve rialzarsi, la sua ragazza lo sta aspettando! Gli anche inviato una foto a torta completata e non vede l’ora che arrivi per mangiarla assieme! Tuttavia, Iriya si vede svanire quel sorriso che gli è sbucato non appena l’ha vista in foto e crolla sul pavimento inerme e senza forze …  Chissà come, ecco che una donna giovane, si trova proprio davanti a casa sua. Quando nota attraverso la porta finestra il corpo privo di energie di Iriya non ci pensa due volte ad entrare e a sbattere le mani sul vetro per farsi sentire ma il ragazzo non da segni di vita così lo rompe con un vaso di fiori ed entra dentro il soggiorno, cerca di fargli bere un po’ di acqua e chiama i soccorsi. Makoto intanto si sta preoccupando perché si sta facendo tardi e ancora Iriya non è arrivato, così esce e decide di andargli incontro, magari si incontreranno per strada e comunque è troppo in pensiero per aspettarlo buona buona. Una volta arrivata a casa Iriya Makoto si rende conto che c’è qualcosa che non va, subito accorre e nota il corpo del ragazzo sdraiato per terra, al suo fianco c’è una ragazza adulta bellissima, dai capelli lunghissimi e un fascino tutto particolare, che la tranquillizza, ha già chiamato un’ambulanza e a momenti sarà qui. Detto ciò la lascia e se ne va via facendole venire ancora più domande nella testa. Iriya viene quindi portato all’ospedale e ricoverato. Quando si riprende più che preoccuparsi per se stesso chiede scusa alla nostra protagonista per aver combinato questo pasticcio, aveva mangiato poco e a causa del forte caldo era svenuto, non ha proprio scuse per aver rovinato il loro appuntamento! Tuttavia Makoto lo conforta, ci saranno di certo altri compleanni da festeggiare assieme e in fondo gli potrà preparare tutte le torte che vorrà! Nonostante tutto Makoto ha ancora un chiodo fisso: chi era quella misteriosa ragazza? E’ grazie a lei che Iriya ha potuto ricevere subito le cure di cui aveva bisogno ma forse non la rivedrà più … Inoltre, dopo aver confessato allo zio di Yusa – vi ricordate? è un poliziotto! – che non era stata lei a rompere il vetro del soggiorno di casa Iriya e ad avere la fermezza di rimanere calma e chiamare l’ambulanza questo rimane davvero sorpreso anche perché tutti credono che sia proprio merito suo e della sua prontezza ma le cose purtroppo non stanno così. Tuttavia Makoto non appena esce dall’ospedale ecco che si imbatte in questa strana ragazza! La saluta e questa se la trascina con sé dopo aver scoperto che è la ragazza di Iriya! Le chiede di chiamarla Shi-chan e se la porta letteralmente dietro dicendole cosa preferisce di gusti di gelato Iriya, quale è il suo posto a scuola non appena ci mettono piede ma soprattutto facendole domande sul suo conto, è interessata a lui! Come se vorrebbe davvero conoscerlo meglio … Makoto allora anche se all’inizio è un po’ titubante finisce per aprirsi con questa sconosciuta e dichiara che Iriya è davvero perfetto come ce lo si immagina, è delicato, mai aggressivo, bravo nello studio, diligente, premuroso, altruista e per niente possessivo ed è grazie alla sua vicinanza se Makoto ha potuto affrontare se stessa e cercare di migliorarsi! Shi-chan rimane davvero colpita da ciò perché non credeva che sarebbe potuto diventare questo tipo di persona … Eh? Possibile che Shi-chan conosca Iriya? Ma chi è in realtà? Nel frattempo Yusa che ha notato Makoto venire via dall’ospedale con una donna non può fare a meno di chiedere a Iriya – non appena entra nella stanza dove è stato ricoverato – chi sia colei che l’ha accompagnata ma l’amico afferma che la sua ragazza è venuta da sola … Comunque, pare proprio che sia così! Shi-chan se ne esce dicendo che è stato un bene che non sia stata lei a crescerlo e i dubbi di Makoto svaniscono in un istante, non sarà mica, sì, non sarà forse la madre biologica di Iriya?! E nel mentre la sta guardando con occhi nuovi e piena di stupore ecco sopraggiungere Iriya che spalanca la porta dell’aula vuota e si ritrova davanti Makoto e quella persona, proprio quella che lui credeva di non rivedere mai più in vita sua: la sua vera madre, Shiori Iriya! I tre si guardano a vicenda, negli occhi ognuno ha diversi sentimenti che si stanno agitando, quesiti, preoccupazioni, tensioni e nel mentre ricordi e memorie del passato stanno per tornare a galla ed è tempo per Iriya di sciogliere quei nodi che hanno tenuto per troppo tempo intrappolato!

Che grandissimo colpo di scena! O____O Shi-chan è … la madre naturale di Iriya? A dire il vero mi sembra quasi impossibile, ha un carattere del tutto sorprendente! Non ha il benché minimo segno di essere una madre, anzi, è quasi come uno spirito libero, vive come vuole, se ne va in giro e sembra una ragazzina curiosa che si sta godendo la sua giovinezza, cattura subito l’attenzione altrui per la sua bellezza quasi surreale e non sembra poi così responsabile per la sua età ma ora è tornata dal figlio che aveva abbandonato e sembra avere chiaro in mente cosa fare. Quale sarà il motivo? Cosa l’ha spinta a volerlo ritrovare? Iriya sta per vivere di nuovo quei sentimenti che credeva di non voler mai più averci a che fare ma la realtà lo sta mettendo a dura prova ed ora aver dinanzi la sua presenza lo spaventa e al contempo gli scatena un vortice di sensazioni e di tristezza che lo inghiottono in maniera marcata. Meno male che al suo fianco c’è Makoto, toccherà stavolta a lei aiutarlo e sostenerlo in questa prova! Ce la faranno i due i ragazzi a superare il trauma dell’abbandono e la non accettazione di Iriya nei confronti di Shiori? Lo scopriremo tra un attimo! 😉

In un numero conclusivo intenso e toccante, qualcuno scoprirà di essere più forte di quanto credeva. E qualcun altro, che si è sempre finto forte, farà i conti con il proprio passato. Per quanto possiamo tentare di dimenticare i brutti ricordi, l’unica maniera di lasciarceli alle spalle è guardarli in faccia e superarli.

Fonte: Planet Manga

Improvvisamente il passato è tornato prepotentemente nella vita di Iriya, sua madre biologica, Shiori Iriya, colei che l’ha abbandonato si è ripresentata da lui facendogli una domanda piuttosto spiazzante: cosa vorrebbe che facesse – come madre – adesso che è tornata? Ovviamente questo quesito getta il ragazzo nella rabbia, semplicemente, vorrebbe che sparisse davvero dalla sua vista, che non gli si ripresentasse più perché per tutto questo tempo non è mai venuta a chiedersi come stesse e non gliene è mai importato nulla di nulla quindi che senso ha adesso fargli questa domanda? Perché? Quale è il suo vero scopo? Non vuole più aver a che fare con lei, deve solo andarsene e non fare più ritorno! Ma Shiori ammette che ormai non ha molto tempo a disposizione e vorrebbe solo potersi avvicinare ancora a quel figlio che ha lasciato tutto solo in mezzo alla sporcizia e in un appartamento oscuro e silenzioso, che lo vedeva un po’ come un coniglietto, proprio perché si stava chiedendo se sarebbe – come i conigli – morto per la solitudine (vi ricordate vero?) e poi … Cosa l’ha fatta tornare su i suoi passi? Iriya taglia corto il discorso e sospinge via Makoto da Shiori lasciando l’aula scolastica non prima di aver ricevuto dalla donna un giocattolino di un coniglietto che guida un’automobilina, il suo regalo di compleanno anche se in ritardo di 10 anni e un giorno. Il ragazzo cerca di comportarsi come sempre, sorridendo e dicendo cose del tutto inutili in questo momento ma Makoto lo ferma, non deve fare così, non dovrebbe reagire in questa maniera dopo aver rivisto sua madre. Ma lui le si scaglia contro, come dovrebbe fare allora? Non lo sa per niente, visto che ha avuto una madre degenere e per colpa sua non ha potuto vivere una vita normale, quindi, che reazione dovrebbe mostrare? Makoto torna a casa con un viso sconsolato, ci vorrebbe davvero che qualcuno la tirasse su di morale e cercasse di darle mano forte … e chi meglio di sua sorella maggiore Rika? La quale non l’appena la vede le si avvicina e la conforta: Makoto è l’unica che conosca meglio di chiunque altro Iriya e per questo solo lei sa cosa potrebbe fargli piacere, basta solo che gli stia vicino e che non lo lasci mai un attimo solo, la sua presenza sarà davvero fondamentale, solo così Iriya potrebbe riuscire ad affrontare la situazione con calma e a mente libera. Più sicura di sé Makoto si ripresenta il giorno dopo di nuovo da Iriya in ospedale, è stato finalmente dimesso e potrà quindi tornare a casa. Nel vederla arrivare il ragazzo non può che sentirsi davvero lieto perché credeva che ce l’avesse con lui per averle risposto in quella maniera un po’ sgarbata e aver alzato la voce ma Makoto lo rassicura, non potrebbe mai odiarlo per una cosa del genere! Finiscono nuovamente a tornare sull’argomento di Shiori quando lo zio di Yusa si ripresenta davanti a Iriya con una scoperta davvero sconcertante! A quanto pare Shiori è fuggita dall’ospedale dove è ricoverata per una condizione di salute davvero grave ed è andata a casa dei suoi genitori – i nonni di Iriya – i quali però l’hanno cacciata via e da allora la donna ha fatto perdere le sue tracce, solo adesso è ricomparsa ma ha bisogno di cure a sua volta e debbono per questo ritrovarla al più presto! Ma come fare? Già … Ah! Makoto si ricorda che il giorno prima Shi-chan le aveva preso il suo cellulare come pegno per farsi fare un giro con lei e dopo quello che era accaduto il giorno prima non c’era stata l’occasione che glielo restituisse così tramite il gps riescono a rintracciare la sua posizione e tutti compresi Yusa, Uki e Shirayuki accorrono sulle sue tracce mentre vengono a conoscenza della situazione. La trovano Iriya e Makoto seduta sul cornicione della balconata che si affaccia su un ponticello intenta ad osservare il fiume e il suo scorrere. Non appena se li vede davanti Shiori finalmente riesce a confessare tutto, nella sua testa ha una bomba pronta ad esplodere (un tumore al cervello) per il quale è troppo tardi ricevere una terapia appropriata dato è in stato avanzato, non le rimane molto tempo e si stava giusto chiedendo se avrebbe mai avuto l’occasione di rivedere suo figlio. Il cielo ha ascoltato la sua richiesta e ha fatto in modo che potesse rivederlo ancora una volta proprio il giorno in cui c’è stata la gita a Kyoto, così Shiori ha pensato di voler vedere come stesse e che vita stesse vivendo. Era il suo ultimo desiderio ma ora ha visto che sta bene, ha una ragazza che lo ama a suo fianco e che si prende cura di lui, ha tanti amici, è bravo e se la sta cavando anche benissimo così … Inoltre, è stato tutto un incidente: Shiori aveva ricevuto quel giorno la sua paga di lavoro e con quella avrebbe potuto pagare l’affitto, aveva notato un distributore di gadget e con una moneta ne aveva preso uno per Iriya visto che aveva detto di trovare carini i coniglietti, si stava infatti chiedendo se mai gli sarebbe piaciuto quando ad un certo punto un camion per chissà quale ragione le si schianta contro e finisce all’ospedale, finisce in coma e quando si risveglia non ricorda nulla neanche il suo nome ma nel rivedere quel piccolo oggetto che aveva intenzione di regalare a suo figlio Shun improvvisamente tutti i ricordi le ritornano. Così era fuggita e si era messa sulle sue tracce quindi non è vero che non lo aveva mai cercato ma vedendo quanto fosse felice in compagnia di sua sorella maggiore Sayuri aveva finito per pensare che fosse meglio così e se n’era andata. E ora stava pensando di andarsene di nuovo dalla sua vita e d’improvviso Shiori si lascia sbilanciare all’indietro e cade nel fiume tra le urla di Makoto e lo sgomento di Iriya. I due accorrono sulle sponde del fiume e il ragazzo riesce a trarla in salvo prendendosela un po’ con lei perché sta facendo come le pare, viene e va dalla sua vita senza aver nessuno diritto e anche adesso sta cercando di fare tutto da sola, Iriya non lo accetta affatto. La portano subito all’ospedale e viene assistita come si deve. Sopraggiunge la madre adottiva di Iriya, nonché sua zia, la sorella di Shiori, Sayuri Iriya. La donna in lacrime dice che è tutta colpa sua e racconta come si sono svolti i fatti. Sayuri era determinata, brava nello studio, seria, diligente, una figlia che tutte le madri vorrebbero al contrario della spensierata e allegra Shiori, più giovane di lei, meno studiosa, un po’ vivace e pazzerella, bellissima e con un fascino unico del suo genere. Shiori scopre che Sayuri ha una cotta per un suo ex professore dato ormai si è diplomata e nonostante ciò si sta comunque tenendo in contatto con lui e ora che anche la stessa Shi-chan è entrata al suo stesso liceo pensava di darle una mano a conquistarlo parlandogli ogni qualvolta di lei, delle cose che potessero avere in comune, tutto per favorirla. Ogni giorno gli rivolgeva quindi la parola, cercava di conoscerlo meglio solo per aiutare la sorella maggiore ad avere delle chance in più tuttavia le sue attenzioni continue hanno fatto pensare al professore che in realtà fosse cotta di lui e avesse l’appiglio di sua sorella come scusa per stargli vicino. Ovviamente le cose non stavano così e il professore finì per approfittarsi di Shiori in biblioteca cogliendola di sorpresa. La ragazza subisce questo abuso e quando si presenta davanti a Sayuri in quelle condizioni, sporca di sangue e tremante, si vede solo rinfacciare il suo disprezzo perché il professore piaceva a lei, ed è solo colpa sua se ha finito per invaghirsene, a causa della sua insopportabile bellezza. Da quel momento Shiori non le ha più sorriso, ha cominciato ad assentarsi sempre più spesso da casa e ad andarsene in giro per conto suo … Improvvisamente Shiori si risveglia e ha una crisi, vuole andare a vedere come sta suo figlio, l’ha lasciato da solo, e vuole al più presto riabbracciarlo, gli infermieri cercano di trattenerla, non è lucida e sta confondendo il passato con il presente. Iriya le si avvicina e la tranquillizza,  sa dove abita quel bambino, ci penserà lui stesso a controllarlo e a vedere come sta, più tranquilla la giovane donna lo ringrazia e crolla perdendo i sensi. Dopo tutto ciò Makoto non può fare a meno di convincere Iriya a prendersi cura di sua madre, non è sbagliato che lo voglia fare specie dopo essere venuto a conoscenza di tutto quanto. Quindi le va bene se ritorna a Kyoto con i suoi per occuparsi di Shiori almeno fino a quando … beh, fino a quando lei avrà respiro. Lo aspetterà ogni giorno e non mancherà mai di pensarlo e di scrivergli dei messaggi. Così arriva finalmente il giorno della partenza e Makoto gli affida il suo coniglietto cercando di trattenere le lacrime, ci riesce. Ma quando il treno svolta l’angolo ecco che queste scorrono copiose sul suo viso. Ce la farà anche senza Iriya al suo fianco? Nel frattempo i giorni passano e nonostante l’iniziale e brusco stupore degli studenti quando vengono a sapere che Iriya si è trasferito tutto torna alla normalità, ognuno sta pensando al proprio futuro e arriva anche il giorno in cui Shiori spira … E in un batti baleno il tempo passa e si diplomano diventando delle studentesse universitarie! E’ il loro primo giorno, Makoto e Uki si sono iscritte a lettere e stanno già facendo amicizie con altre loro coetanee quando tra loro improvvisamente si fa largo una strana agitazione. Pare proprio che chi farà il discorso della cerimonia di apertura dell’anno sia un ragazzo che è arrivato primo tra tutti all’esame di ammissione ed è niente meno che … IRIYA?! Eh, sì, è proprio lui! Con tanto di coniglietto appresso! Lo restituisce a Makoto e non può fare a meno di trovarla ancora più carina anche adesso che si è tagliata un po’ i capelli. Le spiega che voleva farle una sorpresa e per questo non le aveva detto nulla a proposito, si è iscritto nella facoltà di medicina (ovviamente) ed ora potranno di nuovo stare assieme più che mai. I due si abbracciano e riscoprono finalmente cosa voglia dire stare assieme alla persona che si ama con tutto il cuore. Eccoli, Makoto e Iriya, avventurarsi verso un nuovo percorso di vita che affronteranno mano nella mano, con sorriso e a testa alta. Makoto finalmente ha capito che se ci saranno momenti bui e tristi dovrà guardare dentro di sé perché ha una grande forza, quella di essere riuscita a migliorare se stessa e a diventare una persona di cui andare fieri, ed è tutto merito di Iriya se potrà credere in questa parte del suo essere perché allora sicuramente potrà farcela sempre e comunque! 🙂 L’amore è la vera forza che ognuno può avere dentro di sé, stare con gli altri, crescere, questo ci fa cambiare e ci fa maturare, facendoci diventare delle persone felici, la felicità la si costruisce giorno per giorno affrontando la realtà con decisione senza mollare mai! Questo è ciò che il manga ha voluto trasmetterci, un grande messaggio a tutte le ragazze come noi che si sentono perse … 😀 

FINE

Termina così SugaSol, lascia i due protagonisti iniziare una nuova vita assieme, si sono ritrovati, ne hanno passate tante ma chissà ancora quante cose avranno da fare, da vedere e da dire! La vera storia deve ancora cominciare … ma sicuramente andrà bene perché ci saranno l’una per l’altro. *_______*

Quindi, cosa ve ne è parso di questa serie shoujo? *o* A me è piaciuta parecchio, c’è sempre quel tanto di introspezione psicologica e di caratterizzazione dei personaggi che me li fa sembrare quasi persone veri! E ho adorato tanto sia Makoto che Iriya! Certo Iriya è stato un main lead un po’ diverso dai soliti che finora ha creato, forse davvero troppo gentile e perfetto ma abbiamo invece capito cosa ha provato e cosa ha vissuto, toccante il suo passato e straziante anche il dolore che si è portato dentro … Una coppia invece che mi ha stupito è stata quella di Rika con Naoki, davvero troppo carini assieme, tra l’altro scopriamo che avranno un neonato! E Uki e Yoshi? Beh, a dir poco fantastici, un’intesa particolare, un rapporto come pochi altri, fiducia e rispetto traspaiono anche dai loro modi un po’ bruschi! Ma Uki è fortissima e luminosa e Yoshi è quel tanto fascinoso e appiccicoso che non si può resistergli! ❤ :sparge cuoricini a destra e a manca: ❤ E poi guai a voi se mi venite a dire come mai amo gli shoujo! XD 

A proposito, prima di lasciarvi, per chi fosse curioso, subito dopo abbiamo ben due fuori storie, una su Uki e Yoshi, pare che “un giorno” anche se non si sa di preciso quando (Yoshi sperava davvero subito dopo il diploma perché verrà trasferito in un’isola in Giappone un po’ lontana) i due si sposeranno davvero! E Shirayuki? Beh, sta frequentando un’accademia artistica e questa la tiene davvero molto occupata e ogni giorno ce la sta mettendo tutta ma forse anche per lei c’è in arrivo un bel principe azzurro, Yusa! Aveva aiutato la nonna di Shirayuki dopo ce si era presa una storta al piede e l’aveva riportata a casa. La ragazza lo ringrazia e Yusa le dice che è qualcosa che gli ha insegnato a sua volta sua nonna, di essere gentili con il prossimo soprattutto con le persone anziane perché se non avesse fatto così probabilmente ci avrebbe pensato lei a farlo finire all’inferno! XD Nel sentire ciò Shirayuki scoppia a ridere e i due si promettono di rivedersi ancora quando avranno del tempo per bere qualcosa assieme … *^* Diciamo che li vedo anche bene loro due! Non pensavo che potessero avere una certa intesa e in effetti non ci sono molte interazioni tra Nanami-chan e Issei ma dopo aver visto questo capitoletto faccio davvero il tifo per loro due! ❤ Infine potrete trovare a fine albo anche una storia extra non inerente alla saga, Happy Spirit, che racconta di una bambina che pare sia in grado di vedere il fantasma di un ragazzo ma sarà davvero così?! Molto interessante! 😀

Grazie per avermi seguito fino a qui e vi aspetto nella mia prossima maratona shoujo, stavolta sarà il turno di Full Moon – Canto d’Amore! 😉 Ci si vede!

Arrivederci! ❤

Informazioni su Juliet

Sono una ragazza di 25 anni che sta crescendo giorno dopo giorno a pane, shoujo e fantasia e che va pazza anche per il kpop. Il mio Blog è il nascondiglio che più preferisco dove poter dare sfogo alle cose che mi piacciono e a tutto ciò che succede nella mia vita. ♥
Questa voce è stata pubblicata in ѕнσυנσ e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...