Sugar Soldier n°1 – Mayu Sakai

Buon giorno!

^______^

State bene? Tutto ok? Pronti per correre una nuova maratona shoujo con me? Stavolta abbandoniamo le cupe e malinconiche ma anche gioiose e speranzose atmosfere di Orange di Ichigo Takano e tuffiamoci in un mondo ben più colorato, frizzante, fresco ma soprattutto dolce delle note di Sugar Soldier, l’ultima opera di Mayu Sakai giunta in Italia! *_____* Ma vi ricordate quanto ho dovuto penare per recuperare tutti i volumi? Alcuni trovati a botta di fortuna, altri invece recuperati al volo ed infine, quelli che mi mancavano, presi poi al Mantova Comics&Games dell’anno scorso! Aaaaaah, che fissa che ho avuto per questa serie e ancora adesso a riprenderla in mano ammetto che un po’ mi batte ancora il cuore! Eh, sì, sono una vera fan di Mayu Sakai, praticamente credo di adorare ogni sua singola storia! E’ stata una delle prime autrici di manga shoujo alla quale mi sono avvicinata e non posso fare a meno di amare le sue protagoniste, così diverse tra loro, ma sempre con quell’entusiasmo solare e semplice che le contraddistingue! E neanche a farlo apposta questa è la terza maratona di una sua serie! La prima era stata Rockin Heaven, serie che per me ha segnato l’inizio dei recuperi di massa di manga e la mia adorazione per la coppia Ran x Sawa! *o* Dopo un po’ venne il turno di Nagatachou Strawberry conosciuto anche con il nome Sapore di Fragola che ha fatto parte della triade con Meru Puri e Andante! ^_____^ Ed ora non posso che essere felice di immischiarmi ancora una volta nel suo tratto caratteristico di disegnare e di raccontare … *^*

Sugar Soldier si compone di dieci numeri, cifra tonda quindi, e con altrettanti dieci appuntamenti assieme avremo modo di scoprire quali siano i suoi personaggi, la sua trama, i suoi intrecci e le relazioni amorose che verranno fuori piano piano allo scoperto! Ovviamente, abbiamo i rispettivi due protagonisti, Makoto Kisaragi e Shun Iriya, due ragazzi per niente simili (e avremo modo di capirlo fin da subito) che si ritroveranno ben presto vicini sullo sfondo di temi quali crescita, cambiamento, diventare se stessi, esprimersi per quello che si è … Insomma, uno shoujo coi fiocchi per chi ama le cose zuccherose, dolci, carine con una protagonista imbranata ma tanto tenera e un ragazzo dal viso gentile e dai modi di principe! 🙂

È dura avere una sorella perfetta. Makoto ha sempre desiderato una cosa sola: diventare bellissima. Purtroppo la sua determinazione è grande quanto la sua imbranataggine! Finché un giorno conosce lui… Una deliziosa storia d’amore che ci insegna come la felicità sia da costruire su misura … combattendo!

Fonte: Planet Manga

Infatti già da questa breve trama possiamo capire quanto il personaggio di Makoto sia fragile e insicuro, ha una sorella maggiore, Rika, una street model fashionista, che da sempre è stata al centro dell’attenzione per la sua bellezza facendo sì che Makoto venga eclissata e denigrata per quanto sia diversa rispetto a lei. Non essere in grado di reggere il confronto con una persona a te così vicina come una sorella è un grande peso e un’enorme sofferenza che Makoto si è sempre portata dietro di sé e ancora adesso è uno dei suoi punti deboli. Tuttavia, l’entrata al liceo, le permette di poter dare un nuovo percorso alla sua vita lasciandosi alle spalle la sua vita da studentessa delle medie ora punta a dare il massimo per impegnarsi a essere una ragazza migliore di quella che finora è stata. Il suo primo giorno di liceo Makoto può riabbracciare Uki-chan, la sua migliore amica, le due sono finite nella stessa classe con grande sollievo della prima che era già preoccupata di rimanere sola, e si scontra con il ragazzo più adocchiato dalle altre studentesse, Shun Iriya, che per recuperare una palla lanciata da un suo amico finisce addosso alla povera Makoto che stava di lì passando … Dopo un attimo di smarrimento la nostra protagonista aiutata da un bel ragazzo come lui, sorridente e gentile finisce per considerarlo come un principe e ancora di più quando poco dopo, durante la cerimonia di apertura dell’anno scolastico, siccome la sua giacca si era bagnata quando è caduta per terra schiacciandosi contro un succo di latte alla fragola, Iriya non le va in soccorso, prestandole la sua! Makoto così non solo fa parlare di sé fin dal suo arrivo per essere la “sorella minore di Rika” ma anche per essere entrata nelle grazie del bel fascinoso principe senza fidanzata al quale tutte stanno ambendo di poter conquistare. La conoscenza di Iriya porta Makoto a vedersi attorno a sé sempre tanti altri suoi coetanei e così per conoscersi meglio, tutta la classe decide di fare una megauscita! Makoto sembra felice di ciò, la sua vita appena iniziata di liceale sta dando dei bei frutti ma l’arrivo a sorpresa di sua sorella che la sta aspettando fuori da scuola porta molto clamore ed entusiasmo tra gli altri suoi compagni di classe e inaspettatamente tutti cominciano a stravedere per Rika mettendo ancora una volta Makoto nell’imbarazzo più totale … Così fugge. Scappa via perché è convinta che starebbero molto meglio in compagnia di Rika rispetto alla sua. Rika è alta, slanciata, bellissima, grandi occhi da cerbiatta, con un gusto davvero affinato per la moda, non a caso appare spesso in copertina su una rivista di moda per ragazze ma soprattutto ovunque vada porta subito un’attenzione a sé come una delle più potenti calamite esistenti a questo mondo. Iriya cerca di fermare Makoto perché è con lei che vorrebbe parlare e stare in compagnia e non con sua sorella ed inoltre sembra che non sappia neanche chi sia Rika e perché sia così famosa. Ma la ragazzina nonostante la frase a sorpresa del ragazzo lo rifiuta e corre ancora più velocemente lasciandolo lì impalato. Makoto subito dopo viene avvicinata da un suo senpai che se dapprima le fa intendere che l’abbia adocchiata durante la cerimonia poi si scopre in realtà che vorrebbe che passasse il suo indirizzo e-mail a sua sorella. Makoto è quasi sull’orlo delle lacrime, per quanto ancora, dovrà essere l’ombra di qualcun altro? Quanto ancora dovrà scontrarsi inesorabilmente contro la splendente figura di Rika? Perché non può essere come lei? Perché tutti non fanno che puntarle il dito facendo dei palesi confronti e rendendola ancora più banale e mediocre di quanto sia già? Proprio non ce la fa più con tutta questa storia … Ma ecco sopraggiungere Iriya che subito la salva intimando al senpai di togliersi di mezzo e di lasciare stare la “sua donna” cosa che subito, a scanso di equivoci, Makoto si affretta a dire che le cose non stanno affatto così (mah, io ci avrei giocato su! XD) e che accetterà di consegnare il suo bigliettino alla sorella senza però assicurargli niente perché la decisione di uscire con lui spetta solo a Rika. A questo punto Iriya non può fare a meno di chiedere a Makoto se quella che sta mostrando non è affatto altro che una maschera o una recita per nascondersi dietro e potersi fingere una persona diversa da quella che è, vistasi scoperta in meno che si dica alla ragazzina non rimane altro che tirare fuori la verità. Alle medie c’era un ragazzo, Watase, con il quale aveva un bel rapporto di amicizia, i due parlavano spesso e sembravano andare molto d’accordo, ecco, un giorno la prende in disparte ma Makoto non fa neanche in tempo a farlo parlare che subito gli dichiara chiaro e tondo che sua sorella ha già un ragazzo che le interessa e quindi sarebbe inutile provare a farsi avanti, ma si sbagliava e di grosso anche, la persona che gli piaceva era proprio lei stessa! Il giorno seguente Watase si trasferì e Makoto non poté più scusarsi con lui ne chiarire il fraintendimento. Infatti, era convinta che fosse innamorato di sua sorella e questo perché non si è mai sentita abbastanza carina da essere amata da qualcuno … Makoto non ha molta fiducia in se stessa e non ha mai pensato in vita sua che qualcuno potesse metterle gli occhi addosso e vederla per quella che è, a causa di questa sua poca autostima ha mandato all’aria i sentimenti di un ragazzo che invece le voleva davvero bene. E dirlo in faccia davanti a Iriya le costa molto, anche troppo, ma i suoi pensieri vengono fuori piano piano e riesce a sfogarsi e dire tutto quello che le passa per la testa. Ora ha un solo obiettivo: diventare una persona migliore, brillante e bella … e un giorno, chissà, poterlo essere anche per qualcuno di speciale. Iriya la prende subito in simpatia e anziché riderle dietro o prenderla in giro finisce per sorriderle e per dirle che anche lui proverà a essere un ragazzo bello e forte! Il giorno seguente, Makoto arriva a scuola tutta trafelata e con i capelli scompigliati, essendosi svegliata tardi non ha avuto neanche il tempo per sistemarsi come si deve ed ora ecco Iriya che subito le viene incontro prendendola in giro per questo ma poi le dice che sta benissimo anche così com’è rubandole ancora una volta il cuore. Tutti sembrano soddisfatti e radiosi per l’uscita assieme a Rika e propongono nuovamente di fare una cosa simile quando capiterà l’occasione e ciò comporta lo scambio di e-mail! Quando Iriya lo chiede a Makoto presa dall’emozione e da mille paranoie finisce per far pensare al ragazzo che non vuole dirglielo e così la tranquillizza ma in realtà le piacerebbe tantissimo! Ne discute poi dopo con Uki e la sua migliore amica riesce a calmarla e a darle il supporto che le occorre per ritrovare il coraggio e la fiducia in se stessa! Così Makoto rinvigorita dalle parole di Uki cerca in tutti i modi di trovare l’occasione perfetta per parlare con Iriya ma lui è sempre attorniato da tanti studenti e sembra appartenere ad un mondo completamente diverso dal suo ma soprattutto irraggiungibile … Però, a termine delle lezioni ecco che il ragazzo le mette una mano sulla testa dicendole di non fare tardi anche domani e scatenando in Makoto una bella dosa di adrenalina, difatti poco dopo lo chiama a gran voce davanti a tutti! Gli dice chiaramente che vorrebbe il suo indirizzo e-mail e si scusa se la ritiene inopportuna a chiederglielo in un momento improvviso come questo ma Iriya ne sembra davvero felice anche se … ha dimenticato il cell in classe! Ma no problem, si fa prestare un pennarello nero e glielo scarabocchia sulla guancia dicendole di non piangere per la contentezza altrimenti lo cancellerà! Poi poco dopo le compare dietro sorridendo divertito mentre la ragazza sta cercando di farsi un selfie una selca con il cellulare per poter quindi vedere quale sia la sua e-mail personale! 😀

Intanto, arriva presto la gita scolastica, sarà un modo per approfondire le conoscenze tra i compagni e per instaurare nuove amicizie, l’intera classe organizza quindi una pesca per dividersi in vari gruppi e alla fine risulta che nel loro gruppo di tre maschi e tre femmine ci siano: Makoto, Iriya, Uki, due loro compagni ma … chi è la terza ragazza? Beh, altri non è che la bellissima principessa dalle ciglia lunghe e dai capelli a caschetto, Nanami Shirayuki, che è stata anche alle medie compagna di classe di Iriya. Formatisi i gruppi il loro decide di darsi appuntamento per comprare l’occorrente per preparare il curry e varie cose durante la scampagnata in montagna. Makoto viene presa dall’ansia, sarà la prima volta che non indosserà l’uniforme e non ha la minima idea di come si debba vestire in una simile occasione, tuttavia alla fine opta per uno stile casual e con un tocco di femminilità anche perché vuole fare bella figura davanti a Iriya. Ma la sorpresa più grande è vedere arrivare Shirayuki vestita in stile gothic lolita, una principessa in tutto e per tutto che sembra parlare in codice e usando metafore e una parlata come solo nelle favole succede. Tuttavia, ben presto Makoto si rende conto che anche Shirayuki è una persona migliore di lei perché nonostante tutto ha deciso di esprimere se stessa con uno stile di abbigliamento che più le si addice e sta pensando se anche lei debba ricorrere ad un cambiamento come il suo per diventare migliore però, quando rimane sola con Iriya, il ragazzo le fa intendere che in realtà ciò non è necessario e che fin da quando l’ha vista arrivare l’ha trovata davvero carina e ciò gli ha fatto mancare un battito del suo cuore (come ammazzare una ragazza level Iriya! XD). Makoto sentendosi dire queste cose carine nei suoi confronti rimane davvero sorpresa e al contempo imbarazzata, se continuerà a comportarsi così finirà per innamorarsene sul serio … Shirayuki però le getta addosso un chiodo fisso: la reputa un piccolo agnellino che è stato incantato da un bel principe il quale le sta solo donando una mela avvelenataMa cosa starebbe a significare? Cosa vorrebbe dirle? E’ un avvertimento? Cosa si nasconde dietro le sue parole dure? Sembra che la ragazza sappia il fatto suo e Makoto ne è ormai intestardita. L’occasione per fare chiarezza nella sua mente si presenta finalmente il giorno della gita. Innanzitutto, non solo Iriya le propone di darle la sua borsa visto la trova affaticata nel fare la salita a piedi nonostante abbia già addosso quelle di altre ragazze ma successivamente all’ora di pranzo le confessa un segreto: odia davvero le carote, non le può mangiare ne vedere, non gli piacciono proprio! Makoto lo trova molto tenero come un bambino e quando glielo dice apertamente Iriya le da un colpetto per scherzo sulla fronte dicendo che se gli dice queste cose è lei a essere la più carina scatenandole ancora mille batticuori. Tuttavia, come Makoto pensava Iriya è un ragazzo magnifico … ma come mai non ha ancora nessuna ragazza? Uno come lui è impensabile che non ce l’abbia inoltre sarebbe quasi un peccato, non gli manca niente e avrebbe una vasta gamma di ragazze tra cui scegliere quindi … perché?! Ma Shirayuki quando si vede davanti Makoto che la interroga sul significato della parola “mela avvelenata” la porta contro una realtà difficile da capire. Una ragazza sta cercando di convincere Iriya a mettersi con la sua amica lì presente perché fin da sempre innamorata di lui ma, in risposta, le sorride dicendo che è lusingato per ciò ma non ha intenzione di avere alcuna ragazza ed è costretto a rifiutarla. A questo punto Shirayuki confessa a Makoto che fin da sempre Iriya non ha fatto altro che lanciare mele avvelenate alle ragazze, fa il carino, un gesto premuroso, un sorriso dolce all’improvviso, uno sguardo di troppo, una piccola attenzione ed è fatta, le ragazze non hanno occhi che per lui, detto così sembra quasi che Iriya stia giocando con i sentimenti degli altri, come se si stesse divertendo a vederle innamorare di lui per poi rinfacciarle un rifiuto categorico, non fa altro che generare un circolo vizioso di speranze (per le altre ragazze che continuano a provarci) e di delusioni (per quelle che sono state scartate) … Ma sarà davvero così? Tuttavia Makoto pensa che dietro alla sua scelta ci sia un motivo più che valido che lo porta a comportarsi in questa maniera quindi decide di non giudicarlo affatto. Intanto, la gita giunge al termine e a causa del maltempo lasciano in fretta la montagna perché ci sono delle nubi davvero minacciose e sembra proprio che stia per venire giù una tempesta di pioggia … Makoto però si accorge di non avere più il cellulare con sé perché l’ha dimenticato sopra il muretto dove poco prima era andata a lavarsi le mani ai lavandini pubblici sotto un portico. Di fretta torna indietro ma Iriya che l’ha notata subito cerca di fermarla, ci andrà lui se gli dicesse cosa si è scordata di prendere ma Makoto non ci sta, non vuole che sappia che ha messo come sfondo del suo schermo del cellulare la foto che si sono fatti assieme perché l’imbarazzo sarebbe davvero troppo! Così fugge via veloce e poi, eccolo lì! Lo prende in mano e fissa lo schermo, forse è meglio se si dimenticasse dei sentimenti verso il ragazzo prima che anche lei riceva un rifiuto, va bene cancellarli? Makoto ci pensa su ma poi viene interrotta dal frastuono dei tuoni e dei fulmini che la fanno venire un colpo al cuore, ha davvero paurissima ora! Ma per fortuna sopraggiunge Iriya il quale ha deciso ugualmente di tornare in cima alla montagna pur di non lasciarla sola e dato supponeva che fosse il tipo che si spaventa per un tempaccio come questo pare che abbia fatto proprio bene a raggiungerla! Makoto sorpresa dal suo arrivo e ancora molto spaventata finisce per gettarsi addosso al ragazzo e, in risposta, trovando la sua una buona idea, se l’abbraccia forte dicendo che così dovrebbe essere al sicuro visto che i rumori terribili risulteranno attutiti se la tiene a sé stretta in questa maniera (OMG! Kyaaaah! *^*). Tuttavia Makoto bagnata fradicia nonostante Iriya abbia cercato asciugarla dalla pioggia con un asciugamano finisce per avere la febbre! E la febbre le fa dire le cose che più la tormentavano, quindi, gli racconta di come non sia corretto che si comporti in maniera così dolce nei suoi confronti perché si sente solo il cuore a mille e non sa più che fare, che non è giusto che cerchi di diventare migliore di quanto sia adesso perché lo reputa già perfetto per com’è e per questo e per tante altre cose lo ammira tantissimo; infine, Iriya non può fare a meno di caricarsela sulle spalle non prima di aver visto la loro foto come sfondo del cellulare di Makoto e intanto senza rendersene conto dice che non sarebbe opportuno sporcare tanta purezza. In che senso? Allora davvero Iriya nasconde qualcosa? Alla fine Iriya e Uki riportano Makoto a casa sua e dopodiché prima che il ragazzo se ne vada via Rika lo invita a trattenersi ancora un po’, gli asciugherà la giacca e gli preparerà una tazza di tè caldo. Il giorno dopo, a scuola, Makoto ricorda poco e niente di quello che è successo, sa solo che gli è venuta la febbre e che Iriya l’ha riportata a casa ma poi più nulla e teme anche di essersi lasciata scappare dalla bocca cose che in realtà non vorrebbe che sapesse … Ma il ragazzo quando la raggiunge la rassicura a tal proposito (anche se in verità ne ha sentite di tutti i colori! XD) e poi Makoto per sdebitarsi e per scusarsi gli offre un gelato ma Iriya è impegnato quel pomeriggio, domani invece gli andrebbe bene! Dopodiché, mentre Makoto sta facendo un giro per conto suo in città nota Iriya, è fermo, impalato, sembra che stia aspettando qualcuno … ma chi? Ah sì, aveva detto di avere un appuntamento … Ecco! E’ arrivata una ragazza! E’ bellissima ma chi sarà mai? Poi di colpo Makoto si blocca incapace di rendersene conto, è Rika, sua sorella maggiore! Che i due si stiano frequentando? Cosa bolle in pentola? Perché Iriya si è incontrato con Rika e perché lei si atteggia come se fosse la sua ragazza? Lo shock è davvero forte per la nostra Makoto che non può credere ai suoi occhi! Che il suo amore non corrisposto sia destinato già a finire?!

Eh, sì, il primo numero di SugaSol finisce proprio così! Ma povera la nostra Makoto! Proprio quando pensava di essere abbastanza vicina a Iriya ecco che sua sorella sembra che si sia messa in mezzo tra loro due … ma staranno davvero così le cose? O è frutto solo dell’immaginazione fervida e delle mille paranoie della ragazza? Beh, avere una sorella bellissima come Rika fa venire anche certi pensieri a proposito, non ha mica tutti i torti Makoto a pensarla in questo modo! Ehehe∼ 😀 Allora? Come pensate che sia stato questo primo numero? Vi è piaciuto? A me personalmente molto, è un manga che è partito con il botto quasi, Makoto e Iriya hanno avuto subito una bella intesa e anche un bel rapporto, a me piacciono entrambi! Mayu Sakai ha rivelato che fa davvero fatica a chiamare Iriya con il suo nome, ovvero, “Shun” mentre invece per gli altri suoi personaggi maschili ciò non è accaduto … Curioso, vero? 😀 Makoto poi a differenza delle sue altre eroine è una ragazza davvero insicura e con un carattere debole e ingenuo, si fa tanti problemi laddove in realtà non ce ne sono e ha sempre paura di essere paragonata a sua sorella, quindi, non ha fiducia nelle sue capacità … Ah, a proposito di Rika! Lei non è la classica sorella bellissima e piena di sé, quindi, per favore non odiatela! Poi la conosceremo meglio, ve lo assicuro! In realtà è una ragazza davvero forte e anche divertente, si preoccupa davvero per Makoto e le vuole un mondo di bene! *_____* Il legame tra le due sarà approfondito più avanti, per intanto abbiamo avuto una leggera spolverata di ciò che Makoto si porta dentro nei suoi riguardi, ma quale sarà la voce in capitolo di Rika? Iriya, invece, lo sapevo fin da subito che non sarebbe stato oro tutto quello che luccica perché è solare, allegro, spiritoso, amichevole, insomma, qualcosa ci doveva essere sotto! Vedremo cosa sbucherà fuori! 😉 Intanto non posso fare a meno di fare il tifo per Makoto! Riuscirà a diventare una ragazza migliore di quella che è adesso? A trovare la felicità e magari anche l’amore?! *o* Scopriamolo assieme, ok? ^_____^

Appuntamento alla seconda tappa di questa maratona shoujo di Sugar Soldier, mi raccomando seguite con me la crescita di Makoto, ne vedremo delle belle! Sorprese e batticuori a non finire per una serie shoujo così dolciosa e zuccherosa come questa, firmata Mayu Sakai già autrice di MOMO, Rockin Heaven ecc …! *______*

Alla prossima! ❤

Informazioni su Juliet

Sono una ragazza di 24 anni che sta crescendo giorno dopo giorno a pane, shoujo e fantasia e che va pazza anche per il kpop. Il mio Blog è il nascondiglio che più preferisco dove poter dare sfogo alle cose che mi piacciono e a tutto ciò che succede nella mia vita. ♥
Questa voce è stata pubblicata in ѕєиzα ¢αтєgσяια e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...