Orange n°3 – Ichigo Takano

Buon giorno!

^______^

Come state? Spero bene perché … si parte per una nuova tappa della maratona shoujo di Orange! Allacciatevi bene la vostra cintura di sicurezza perché anche questo volume, ve lo anticipo, sarà un colpo duro al cuore! E’ incredibile quanto una serie di questi livelli possa esprimere sensazioni e sentimenti attraverso il disegno ed i dialoghi, merito della bravissima Ichigo Takano che ha saputo donare ai suoi personaggi il soffio della vita grazie al quale è facile per noi affezionarci a tutti loro, partendo dalla timida e dolce Naho, al gentile e altruista Suwa, alla vivace e allegra Azu, alla seria ma forte Taka e per finire all’occhialuto ma simpatico Hagita … e come non citare Kakeru? Un ragazzo che si vede cambiare la vita in un giorno solo, il quale, dovrà fare i conti con i propri pensieri, le proprie convinzioni, paure e con la scoperta del significato dell’amicizia e dell’amore perché non c’è niente di più bello che stare con le persone che più ci stanno vicino quando c’è qualcosa che non va e parlarne soprattutto! Il dialogo è importantissimo e fra poco anche lo stesso Kakeru se ne accorgerà … quando qualcosa non va è meglio parlarne e non tenersi tutto dentro specie se ci sono persone pronte ad aiutarti!

Anche stavolta vi illustro brevemente a che punto siamo arrivati della storia se non vi dispiace … Naho Takamiya nella primavera dei suoi sedici anni riceve una strana lettera, piano piano, scopre che gli eventi narrati tra quelle righe non corrispondono altro che a quanto le sta accadendo ma soprattutto, chi le comunica tutto ciò non è altri che lei stessa dal futuro! L’obiettivo principale che la Naho di ventisei anni ha in mente è quello di rimediare agli sbagli che ha compiuto in passato cercando soprattutto di non avere più quei rimpianti che strada facendo ha collezionato uno dopo l’altro … Ma non è tutto! In gioco c’è un’alta posta, la vita del suo coetaneo Kakeru Naruse, un ragazzo che si trasferisce nella sua stessa classe e con il quale la timida Naho inizierà ad avvicinarsi sempre di più a lui. Kakeru infatti morirà in una situazione poco chiara e lascerà nelle vite dei cinque ragazzi un vuoto incolmabile che neanche il tempo può farci niente. Naho cercherà di fare del suo meglio come può anche se non è facile come possa sembrare ma stando affianco a Kakeru scoprirà quanto tiene alla sua presenza e quanto ne è innamorata ma quando tutto sembra andare per il meglio improvvisamente qualcosa inizia ad incrinarsi … fortunatamente, Suwa si presenta davanti casa di Naho e la rassicura dalle sue preoccupazioni, deve stare tranquilla, perché anche a lui è arrivata una lettera dal se stesso del futuro e ha intenzione di aiutarla nella missione di salvare l’amico.

Se volete invece leggere con comodo tutta la seconda tappa vi rimando allora QUI!

Ed ora senza più indugi e dopo una piccola ma breve rinfrescata degli ultimi avvenimenti ecco che possiamo ripartire con la terza tappa di questa maratona shoujo! *______*

003

La storia riprende nel punto in cui la nostra protagonista che pensava di non potercela fare più da sola ecco che si vede dinanzi comparire Suwa, il suo migliore amico di sempre, che la tranquillizza sulla situazione perché hanno qualcosa in comune e per tale motivo non deve sentirsi triste: anche a lui è arrivata la missiva da parte del se stesso del futuro e proprio come Naho il suo obiettivo è quello di salvare Kakeru, è l’unico rimpianto che devono assolutamente sistemare e risolvere! I due uniscono le forze e Suwa mostra la lettera a Naho, infine, decidono assolutamente di festeggiare il compleanno di Kakeru perché nel futuro i cinque amici scoprono la data della sua nascita in ritardo e quando si decidono a volerlo omaggiare ecco che Kakeru muore prematuramente … Per questo, con fare disinteressato a scuola Suwa chiede al suo compagno di classe quando compirà gli anni e poi ne gioisce con Naho quando assieme ad Azu, Hagita e Taka si ripromettono di fare una festa! Così a turno iniziano ad infastidire a domandare al ragazzo cosa gli piacerebbe ricevere come regalo dicendo che in realtà non è per il suo compleanno quando in realtà è così ovvio che lo sia, tra mille domande e sorrisi alla fine Kakeru chiede ad Azu e Taka dei biglietti per andare a vedere la squadra di calcio di Matsumoto che gioca allo stadio, a Hagita invece una mini serie di un gag manga e … Naho invece si convince di volergli comprare una borsa sportiva come quella di Suwa che potrà essere molto utile dato frequenta il club di calcio ed, infine, per qualche strano motivo Kakeru scherzando finisce per domandare a Suwa di portargli un mazzo di fiorima come mai?! Beh, è presto detto! Nel futuro, i cinque amici sono riuniti a casa della nonna di Kakeru e stanno festeggiando il compleanno del loro amico portando tutte le cose che in passato non erano riusciti a fargli dono ed ecco Suwa che tra lo stupore generale tira fuori il mazzo di fiori, lo rivolge davanti all’icona di Kakeru e poi ecco che si volta per darlo a Naho che sorpresissima non capisce il motivo di questo suo gesto … Kakeru adorava parlare di Naho, era innamorato di lei ma in passato per una cosa e per un’altra la ragazza non è mai riuscita ad avvicinarsi a lui, così come non è mai riuscita a preparargli il bento ne a dargli la cioccolata a San Valentino … Ma stavolta le cose andranno diversamente? Beh, il giorno della festa, tutti porgono i loro regali al festeggiato ed infine, quando è il turno di Suwa, il ragazzo porta il mazzo di fiori che Kakeru scherzosamente gli aveva richiesto generando così un coro di risate a non finire per questa messinscena ma poi Suwa incoraggia Kakeru dicendogli di non scappare perché sa benissimo che il suo desiderio in realtà è quello di darlo a Naho. Appena il resto del gruppetto concede ai due un po’ di privacy Kakeru porge i fiori a Naho e le chiede di accorgersi dei suoi sentimenti e subito dopo, nell’imbarazzo più totale, di non dargli una risposta subito ma di prendersi il tempo che le occorre. Suwa, nel mentre, sta fissando i due di nascosto come pure gli altri e non può fare a meno di ripescare dalla sua memoria le parole del se stesso del passato: proteggere a tutti i costi Naho e Kakeru e far sì che finiscano per mettersi assieme, sa benissimo che potrebbe essere difficile per lui vedere la ragazza che le piace finire tra le braccia di un altro ma ama moltissimo anche il calcio e forse questo potrebbe bastargli … (poor Suwa! T___T).

Nel frattempo, passano diversi giorni e Suwa chiede a Naho come mai ancora non ha risposto a Kakeru e di farlo al più presto ma parlandone con gli altri ne esce fuori che si sente insicura e non sa di preciso cosa dovrebbe dirgli ma ecco che Kakeru irrompe e semplicemente rassicura la ragazza: basta che si comporta come ha sempre fatto con lui, davvero, non deve farsi tutti questi problemi! Quando si allontana con Suwa ecco che all’improvviso quest’ultimo si gira verso Naho e le rivela a gran voce che Kakeru pensa che stia davvero bene con la coda di cavallo rendendo il primo terribilmente a disagio e tutto rosso in volto! Comunque, ad un certo punto, Suwa prende da parte Naho e in questa occasione le chiede se anche nella sua lettera c’è scritto la stessa medesima cosa ovvero quella relativa al tentato suicidio di Kakeru … Nel passato della se stessa del futuro viene raccontato che Kakeru è andato ad un incontro con dei vecchi suoi compagni di scuola e che sentendosi improvvisamente triste e cupo ha iniziato a dire che ogni giorno sta sempre più male e che vorrebbe togliersi la vita ma questi non se ne sono curati più di tanto e hanno finito solo per deriderlo e prenderlo in giro e ciò ha portato altra sofferenza al ragazzo tanto da spingerlo ancora di più sul fondo del baratro … Naho e Suwa credono che le cose potrebbero non andare in questa maniera dato che si sono resi conto che la loro realtà si sta allontanando piuttosto marcatamente dalla lettera ma per precauzione decidono di tenere sotto controllo Kakeru … E poi, ad un tratto, ecco che questo se ne esce dicendo apertamente che andrà ad un incontro con questi suoi datati amici! Subito Naho e Suwa si mettono in mezzo e tentano di fargli cambiare idea, la loro paura è che Kakeru si lasci sopraffare da quella malinconia che a volte credono di vedere in lui e non vogliono assolutamente che ciò si avveri! Ne parlano con lui quando, messo alle strette, durante l’ora di pulizia dell’istituto, cercano di convincerlo ad aprirsi perché se davvero sono amici allora vorrebbero sentire anche le sue preoccupazioni, le sue paure, i suoi tristi pensieri e non solo stare assieme per divertirsi e basta come prima aveva affermato Kakeru. Insomma, gli amici soprattutto servono nei momenti in cui più ne abbiamo bisogno e i due sono lì apposta per lui! Suwa chiede a Kakeru cosa prova dentro di sé e appena si vede rivolgere queste parole dagli occhi del ragazzo iniziano a scorrere lacrime amare, ha addosso ancora il rimorso di non essere riuscito a stare vicino a sua mamma, preferendo uscire con loro che assisterla e darle conforto proprio quando era più instabile del solito, aveva pensato solo che era stanco di dover sempre occuparsi di lei e voleva staccare la spina uscendo con tutti e cinque perché finalmente aveva trovato delle nuove amicizie … Kakeru si rimpiange addosso questa colpa che una colpa in fondo non è! Infine, ammette che sì, tutti i giorni pensa di voler morire ma Suwa lo abbraccia improvvisamente dandogli un calore fraterno e molto tenero che vuole solo dargli forza, è un abbraccio davvero sentito e così forte che anche Kakeru ricambia la stretta ed infine, anche Naho vorrebbe dire la sua! Ecco che le parole le escono chiare e limpide: gli rivela che lui le piace tantissimo e proprio per tale motivo non deve andarsene via per nessuna ragione! Dapprima Kakeru, poi Suwa ed ora anche Naho, si unisce alle lacrime ed insieme i tre si consolano a vicenda perché quando c’è qualcosa che non va la migliore soluzione è sfogarsi solo così dopo ci si sentirà molto meglio!

Da quell’imbarazzante ma significativo momento Naho ha trovato davvero difficile riuscire a guardare Kakeru negli occhi anche se non nasconde che spesso i suoi occhi lo cercano di nascosto proprio come adesso. Kakeru sta scherzando con Hagita che vorrebbe sapere cosa sta ascoltando dalle sue cuffiette ma il ragazzo non vuole quand’ecco che si accorge dello sguardo curioso di Naho e così sorridendo, si sporge nella sua direzione, mettendole una cuffietta nell’orecchio per finire si rasserena perché finalmente Naho ha avuto il coraggio di guardarlo in faccia! (sono la dolcezza questi due! *^*). La loro rinnovata vicinanza permette alla ragazza di confessare tutto ad Azu e a Taka: sì, ha risposto alla dichiarazione di Kakeru! Le due sono molto felici e si scusano però di non aver saputo fin dall’inizio fare il tifo per lei tuttavia quando sono sul punto di chiederle se per caso non sta nascondendo loro qualcos’altro riguardante Kakeru ecco che … Kakeru finisce per farsi male?! Di corsa viene soccorso nell’infermeria scolastica e a quanto pare è accaduto perché il ragazzo a furia di allenarsi dando tutto se stesso ha finito per sciuparsi e per avere un crollo ma niente di grave, avrà bisogno solo di riposare e di mangiare correttamente per recuperare tutte le energie! Ma Azu e Taka lo tranquillizzano dicendo che ora potrà farsi assistere dalla sua ragazza, Naho! Ma Kakeru le interrompe dicendo che ancora non stanno assieme e in fondo non hanno mai deciso questa cosa quindi in realtà anche se i due si piacciono a vicenda non sono andati più in là. Il ragazzo spiega che tiene molto in considerazione Naho in maniera seria, niente a che vedere rispetto a come quando stava con la senpai Ueda ma ancora non se la sente di fare un piccolo passo in avanti perché ha paura di ferirla. Poco più tardi invece è Suwa a scusarsi con Naho perché avrebbe dovuto cercare di convincere Kakeru a fare le cose per bene altrimenti questa situazione non le si sarebbe presentata ma la ragazza non se l’è presa e poi Suwa non ha nulla di cui doversi preoccupare! (sapessi, Naho, sapessi! T^T) Subito dopo il ragazzo riprende dicendo che è stata colpa sua se Kakeru ha finito per avere un mancamento, è stato lui che l’ha convinto a giocare a calcio e ora vederlo sofferente perché ancora non ha giocato nessuna partita effettiva lo ha portato a voler dare il massimo proprio per non essere da meno dagli altri ma Naho risolleva la sua tristezza ancora una volta, no, Suwa ha fatto benissimo! Kakeru ama il calcio, perché non avrebbe dovuto iscriversi al club?! Non c’è motivo di sentirsi pensierosi a riguardo e poi anche lei ora vorrebbe cercare di distaccarsi dalla lettera e cominciare a pensare di più a ciò che può rendere felice Kakeru solo con le sue forze senza dover sempre chiedere aiuto e trovare risposte alle sue domande nella lettera! Così, un giorno, Kakeru e Naho cominciano ad andare prima degli altri verso l’uscita da scuola e in questa occasione mentre stanno chiacchierando del più e del meno, soli soletti, e mentre la ragazza sta per cambiarsi le scarpe adoperando le sue personali finisce per mettere male il piede, per paura di cadere si aggrappa con tutte le sue forze a Kakeru che sorpreso riesce però a stringerla a sé. Ciò procura alla ragazza tanto imbarazzo soprattutto perché sono vicinissimi e ci sono molti altri studenti lì attorno, Kakeru le domanda se stia bene ma poi con sorpresa le avanza una mano verso di lei, ferma, è lì davanti come se stesse aspettando qualcosa, una sorta di reazione da parte di Naho … ma perché si sta comportando così? Cosa di preciso sta cercando di dirle? Naho è confusa ma Kakeru minimizza e dice che non è niente, di lasciar perdere … Naho vorrebbe sapere se per caso è accaduto qualcosa e sta per frugare nella borsa alla ricerca della lettera quando si ricorda che si era decisa a lasciarla a casa. La stessa medesima cosa si verifica quando il giorno dopo Naho, determinata, invita Kakeru a tornare a casa con lei riuscendo così a stupirlo! Il ragazzo ne è davvero lieto e mentre i due stanno camminando le rivela che ha notato la sua abitudine di camminare sempre un poco indietro rispetto agli altri dopodiché ancora una volta Kakeru allunga la sua mano, è sempre lì in attesa, ma Naho davvero non capisce cosa gli prenda! La sua confusione getta un po’ nello sconforto Kakeru che finisce poi per avviarsi per primo lasciandola indietro. Tuttavia, ben presto viene accerchiata dagli altri che le spiegano subito il mistero: Kakeru vuole solamente prenderla per mano, ecco cosa! Naho è così imbarazzata che davvero non ne aveva idea ma Suwa la rassicura dicendo che se fosse stato lui al suo posto di certo glielo avrebbe chiesto dritto in faccia senza restarsene lì immobile e a bocca chiusa, ma Kakeru di certo è molto timido e probabilmente pensava che Naho avrebbe compreso … *cof cof* 😄  

Nonostante ciò si sta per avvicinare il festival sportivo e all’improvviso Kakeru viene nominato – siccome il più veloce della loro classe – l’ultimo frazionista alla staffetta! Nella lettera di Naho c’è scritto che per questo motivo ha iniziato a sentire addosso una certa pressione che l’ha portato poi durante la corsa a slogarsi la caviglia e per questo ha finito per far perdere la sua classe. Sapendo ciò Naho e Suwa si mettono d’accordo e, preoccupati, chiedono a Kakeru se davvero gli vada bene o ha dei pensieri per la testa e sente di non potercela fare … ma il ragazzo sembra piuttosto sicuro di sé! Tuttavia questo non li rassicura del tutto e decidono di vedere cosa succede. Poi, con grande sorpresa, in classe, proprio mentre Kakeru pensava di lasciar tutto dopo le parole di Suwa viene interrotto da Azu che assieme a Taka decidono di voler gareggiare anche loro assieme a Kakeru facendo cambio con gli altri membri della staffetta, anche Suwa si unisce e così anche Naho che prende un coraggio enorme per alzare la sua mano ed infine, anche lo stesso Hagita seppur sia piuttosto riluttante! Kakeru non correrà da solo, non avrà tutto il peso addosso per questa cosa: correranno loro sei assieme sia che vincano o che perdano, non importa! Kakeru ne rimane davvero stupito ma non può fare a meno di sentirsi felice per questo e così iniziano ad allenarsi nella corsa, più che altro l’allenamento è per Hagita che non se la cava molto bene (LOL)!

Tuttavia … perché fin dall’inizio di questo terzo numero Azu e Taka sembrano molto sospette nei confronti di Naho e di Suwa? Come se avessero capito che qualcosa sta accadendo loro dietro le spalle e vorrebbero invece essere coinvolte a loro volta! Ebbene, scopriamo infatti che anche loro due, anzi, anche Hagita, hanno ricevuto una lettera da parte dei loro se stessi del futuro! Perché, sì, una cosa è sicurissima, loro cinque hanno lo stesso obiettivo in mente: salvare Kakeru! Tutti assieme, ce la faranno sicuramente! Ognuno porta dentro qualcosa di prezioso che devono tenere saldamente addosso, la convinzione che non importa cosa o chi, non lasceranno mai andare via il loro amico! Sia in futuro che adesso in questo presente, loro cinque sono uniti e lo saranno così anche più avanti negli anni! Naho quando si vede davanti le lettere dei tre non può proprio fare a meno di sentirsi davvero circondata da persone che come lei hanno a cuore Kakeru, ora, non dovrà lottare da sola, no, lo faranno tutti assieme, andranno fino in fondo! E soprattutto saranno al fianco di Kakeru anche nella staffetta, gli faranno capire quanto bene provano nei suoi confronti e forse gli regaleranno uno dei più bei ricordi di tutta la sua vita … chissà. E così i cinque si apprestano a unire le loro forze in vita dell’atteso evento!

Ed eccoci giunti alla fine di questa terza tappa, beh, che dire? Piano piano ci stiamo avvicinando ala conclusione di questa delicata storia tra vita, morte, rimpianti e lettere! Al momento, per scrivere questo articolo mi sono riletto il numero in questione davvero altre parecchie volte perché ogni volta quando ripongo il volumetto al suo posto non posso fare a meno di avere una certa sensazione addosso che raramente riuscirei a spiegare e per questo motivo questa si sta rivelando una maratona piuttosto lenta ma non preoccupatevi, arriverò fino in fondo a raccontarvi questo manga sperando sempre di incuriosirvi al punto da andare a recuperarvela voi stessi! E’ una di quelle serie che penso almeno una volta dovete leggere e avere tra le mani! Mi raccomando, eh, intesi? Supportate Ichigo Takano! 😉 Perché non c’è niente di più bello che far capire all’autrice quanto amiamo la sua opera se non comprandola e leggendola! Parlando a proposito di questo terzo numero posso dire che ci sono state parecchie cose che mi hanno davvero convinta a voler arrivare a questo punto, in primis, la dichiarazione di Kakeru che per il suo compleanno decide di mostrare i suoi sentimenti a Naho su suggerimento di Suwa che riesce a convincerlo! E Naho invece in certe occasioni avrei solo voluto che si mettesse nei panni di Kakeru e cercasse di capire cosa gli passasse per la testa, caspita, come ha fatto a non capire che Kakeru voleva prenderla per mano?! Ma a parte questo sono contenta perché è riuscita a toccare ancora una volta il cuore del ragazzo e standogli accanto così senza mai lasciarlo stare un attimo con quella giusta vicinanza che non può fare altro che bene ha dato modo di avere parecchi riguardi che diventano realtà quando finalmente tra le lacrime dopo la triste confessione nei confronti del suicidio, non gli rivela che per lei è la persona più importante che ha e per questo non vuole assolutamente che si lasci andare sparendo all’improvviso! Credo che il sorriso che è spuntato sul viso di Kakeru subito dopo aver visto le lacrime di Naho siano la salvezza e la sicurezza al contempo che aspettava da tanto, sapere che per qualcuno sei una persona significativa per la quale se te ne andassi da questo mondo ne piangerebbero il vuoto che si verrebbe a creare è una cosa da non poco. Kakeru in quel momento mi è sembrato davvero felice e anche così rassicurato che ho cominciato a sperare per davvero che tutto sarebbe andato per il verso giusto … Soprattutto dopo il rinforzo di Suwa che come dicevo è proprio l’angelo custode di questa coppia! Ma Suwa ha ancora qualcosa che si tiene per sé e si capisce bene fin dalle prime pagine di questo numero quando dice a Naho che ha lasciato a casa delle pagine della lettera perché le reputava niente di che, in realtà, credo che in quelle righe il Suwa del futuro abbia detto qualcosa di così fondamentale che lo stesso attuale Suwa non se la sente di doverne parlare con Naho. Suwa, Suwa, Suwa, io a volte credo che un personaggio come lui nella realtà non esisterebbe mai, è unico e letteralmente quando lo vedo non posso fare a meno di sorridere un po’ tristemente, so quanto sta tenendo dentro e al contempo sta dando con tutte le sue forze l’aiuto di cui hanno bisogno. Per fortuna, ora a loro due si sono aggiunti anche Azu, Taka e Hagita peché agire alle loro spalle stava diventando un po’ difficile ma scoprire che anche loro hanno ricevuto delle lettere è il punto chiave che ognuno di loro non ha mai voluto veramente che Kakeru se ne fosse andato! I rimpianti non si possono aggiustare ma si può far sì che le cose non si ripetano! Nel presente di Naho le cose stanno cominciando a prendere delle pieghe diverse da ciò che sulla lettera vi è raccontato e se fosse il segnale che sono sulla strada giusta? Beh, non ha senso continuare a pensarci su, ora che ha attorno i suoi amici Naho si sente ancora più rinvigorita e salvare Kakeru non solo è il loro unico scopo primario ma anche quello dei se stessi del futuro! Devono riuscirsi anche per Naho, Suwa, Azu, Tak a Hagita adulti, per non far andare sprecate le loro speranze! E mentre si scoprono più forti e vicini che mai all’orizzonte si staglia la staffetta … dimostreranno a Kakeru che non è solo!

Vi do appuntamento alla prossima tappa, la quarta, di Orange che ci riserverà molte sorprese vedrete! 😉

Vi aspetto, non mancate!! 🙂 

Informazioni su Juliet

Sono una ragazza di 24 anni che sta crescendo giorno dopo giorno a pane, shoujo e fantasia e che va pazza anche per il kpop. Il mio Blog è il nascondiglio che più preferisco dove poter dare sfogo alle cose che mi piacciono e a tutto ciò che succede nella mia vita. ♥
Questa voce è stata pubblicata in ѕнσυנσ e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Orange n°3 – Ichigo Takano

  1. Pingback: Orange n°4 e n°5 – Ichigo Takano | Pane, Shoujo e Fantasia ~ ✿

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...