Sapore di Fragola n°3 – Mayu Sakai

Dopo tutto quello che ha passato insieme a Natsuno, ora Hime sente di essere legata a lui in maniera speciale. Però, quando crediamo di conoscere una persona, a volte è proprio allora che scopriamo come invece ci tenga nascosti dei segreti. Hime viene a sapere che in passato è successo qualcosa tra suo padre e Natsuno. Una notizia del genere fa riaffiorare in lei antiche paure. Natsuno la tratta gentilmente solo perché spera in tal modo di sfruttare il potere di suo padre, un importante politico?

Fonte: Planet Manga

Buona sera, Fragoline mie! ^______^

Tutto bene? Come state? Qui nel mio Blog la neve continua a cadere ma nella realtà ancora non se n’è vista neanche un po’ … Peccato, intanto, continuerò ad aspettarla! *^* Manca poco a Natale quindi visto che tutti dobbiamo essere più buoni (in realtà, anche il resto dell’anno non solo quando ci sono di mezzo le feste! XD) vi posto la terza tappa della maratona shoujo dedicata a Nagatacho Strawberry di Mayu Sakai! *_______* Vi siete appena ricordati di aver dimenticato di leggere la seconda scheda? No problem, ve la metto QUI! 😉 Leggetela e commentatela, ok? Ma anche no, se non volete. LOL Dunque, dove eravamo rimasti? Ah sì … Hime ha subito un ricatto da parte di Mizuki Sugisaka che l’ha fotografata assieme a Natsuno in una situazione chiaramente equivocabile cioè nel mentre gli stava dando una banconota, il tutto facente parte di una trappola messa a punto per rendere la questione spinosa e per poterci ricavare dei quattrini. I due ragazzini, con l’aiuto di Hiroyama, il segretario del padre di Hime, si nascondono nella sua villa estiva e Hime decide di prendere in mano la situazione mettendo Mizuki alle strette! Risolta la questione, per quanto riguarda Natsuno anche le cose tra loro sembrano andare sempre meglio tanto che Natsuno si è avvicinato sempre più alla nostra piccola protagonista, la figlia niente meno che del Premier giapponese! Ma se per quanto riguarda l’amore questo sta andando a gonfie vele, non dimentichiamoci anche dell’amicizia ugualmente importante! ^_____^ Pronti per immergervi in questa terza avventura? Bene, ci siamo … Non mi resta altro da dire se non …

BUONA LETTURA!

Le voci su Natsuno sono circolate a macchia d’olio ma visto che il ragazzino è benvoluto da tutti viene comunque protetto dalle sue varie ammiratrici che, nonostante abbiano saputo da lui stesso che adesso non si fa più pagare per favori di tipo sentimentale hanno deciso comunque di andargli dietro come sempre sperando invece di poterlo conquistare davvero e non solo tramite i soldi che prima gli offrivano. Tuttavia, nonostante questo problema Natsuno riesce a uscirne indenne e non viene sospeso perché a detta sua, il Primo Ministro gli ha dato una mano … Hime e Natsuno comunque sono sempre assieme e sembrano molto affiatati ma l’improvvisa ricomparsa di Mizuki mette la ragazzina all’erta ancora una volta salvo sapere che voleva solo confermare di aver cancellato la registrazione dello scorso volume ma prima di andarsene più rassicurato tira fuori una strana questione! Mizuki le dice che è venuto a sapere del collegamento, della relazione, che lega Natsuno a Hime … ma perché allora non ne sa nulla? Di cosa può trattarsi mai? Così decide di andarlo a chiedere direttamente all’interessato: a Natsuno! Il quale conferma quanto riferito, Hime si spazientisce un po’, non vorrà mica significare che anche lui, come Takigawa, le è stato accanto solo per il fatto di essere la figlia di una persona importante? E poi, perché non gliel’ha mai detto? Cosa ha da nasconderle? Natsuno afferra saldamente il polso di Hime e se la trascina via … la porta in un ospedale e qui il ragazzino le spiega come stanno effettivamente le cose. Sua madre è malata, suo padre invece non si è mai preoccupato ne tanto meno occupato di lui e della moglie e li ha lasciati da soli andando e venendo da casa solo per prendere altri soldi da spendere a suo piacimento. Natsuno era giovane e sentendosi abbandonato da suo padre pensava che non ci fosse più nulla da fare, oltretutto con sua madre malata è ovvio che non poteva farcela con le sue sole forze! Ma improvvisamente, un giorno, Natsuno incontra il Primo Ministro, il padre di Hime, che gli poggia una mano sulla testa e lo conforta dicendogli che andrà tutto bene. Solo dopo Natsuno scopre che è stato proprio il Premier ad aver autorizzato il trattamento medico necessario a curare sua madre e questo è quanto. E’ ovvio che Natsuno si senta molto grato al Premier ma ci tiene a precisare che vuole bene a Hime non perché è sua figlia ma per quella che è, come a sottolineare che sono due cose diverse tra loro. Hime quindi fa la conoscenza di Koko Kirihara, la madre di Natsuno, una donna ancora molto giovane, non è mai andata al liceo e che non vuole essere chiamata “mamma”, anzi, si arrabbia se Natsuno si appella a lei con questo termine. Koko accetta subito Hime e anzi si sente ancora molto in debito con suo padre perché è per merito suo se sta ricevendo le cure necessarie alla sua malattia e comunque nonostante questo è una donna un po’ ribelle che scappa dall’ospedale per andare al cinema o per mangiare quello che vuole, combinando sempre guai. Tale madre tale figlio. 😄 Hime rimane incantata da Koko e inizia subito a volerle bene, inoltre, Koko si raccomanda a Natsuno di andare d’accordo con lei ma il ragazzino, tutto spavaldo, ammette che già hanno una bella intesa. *______* Ed infatti … Dopo la lezione di cucina e dopo che Hime si era fatta cadere addosso tutto l’impasto in testa con un colpo maldestro di padella Natsuno scoppia a ridere quando la vede uscire dall’infermeria salvo poi controllare che stia bene e poi baciarla all’improvviso! Anche Hime lo bacia! E’ il loro primo bacio con una “consensuale” Hime! 😄 E non più lei che viene travolta dal suo bacio ma che partecipa anche! LOL La felicità di Hime va oltre le stelle e si sente forte e invincibile ma qualcosa di brutto si staglia all’orizzonte. Eri Komiya, che è sempre stata innamorata di Natsuno e la quale da poco è diventata anche vicina a Hime quasi come un’amica sta cominciando a covare qualcosa. Inizia dapprima a cercare di evitarla soprattutto dopo aver visto i due piccioncini amoreggiare in corridoio e dopo che la ragazzina le vuole regalare un dolce fatto durante la lezione di cucina la sua rabbia esce fuori allo scoperto e finisce per ricoprire Hime di tutte le sue frustrazioni arrivando perfino a dirle che era meglio se non fosse mai esistita! Questo lascia Hime del tutto a bocca aperta e si chiude nel suo silenzio cercando però di non darlo a vedere a Natsuno il quale tuttavia ha iniziato a capire che le due si stanno comportando in modo strano anche se non sa che è lui il motivo per il quale hanno litigato. Eri infatti incolpa di Hime di essere sbucata dal nulla e di averglielo portato via nonostante sapesse quanto gli piacesse. Nonostante i rapporti tra le due si raffreddano un po’ Hime prende l’iniziativa e la ferma dicendole che se alle medie le dava così fastidio che Natasuno accettasse soldi dalle ragazze in cambio di favori allora avrebbe dovuto dirglielo, se era davvero sua amica! Inoltre, questo non cambia il fatto che Hime non si scuserà con lei e non si lascerà con Natsuno! Aggiunge subito dopo però che la persona più importante che ha è proprio Eri ed è merito suo se da quando l’ha incontrata ora viene a scuola più volentieri perché si diverte sempre e sta bene in sua compagnia. Eri allora finisce per perdonarla e le due ritornano le amiche, anzi, forse, aver comunque affrontato questa cosa le ha entrambe aiutate per crescere maggiormente e per rafforzare la loro amicizia. Infine, Eri chiede a Hime di mantenere questo segreto, solo tra loro, tra donne, e quest’ultima accetta a discapito di Natsuno che stava morendo di curiosità per sapere cosa era successo! LOL Koko chiede a suo figlio se ha intenzione di fare qualcosa di speciale per Natale con Hime ma la ragazzina invece è del parere che le basta solo essere al fianco di Natsuno e che non ha bisogno di nessun regalo! Ma Natsuno anche se ha smesso di accettare soldi deve comunque potersi mantenere e deve anche coprire le spese ospedaliere della madre così spiega a Hime che pensa di trovarsi un lavoretto almeno in questi giorni di vacanze invernali. La ragazzina ne parla con Hiroyama e sorprendentemente il segretario le dice che lo assumerà personalmente (gli pagherà di tasca sua lo stipendio) e che è sempre meglio che vederlo impegnato in qualche lavoro losco inoltre essendo Natsuno amico di Hime si sente in dovere di aiutarlo nonostante tra loro non sembra che scorra poi chissà quanto buon sangue. LOL Alla sua offerta Natsuno decide di accettare complice anche il fatto di essere stato spinto e convinto da Hime che già è felice di poter quindi tornare a casa con il ragazzo. Hiroyama poi finisce anche per invitare Natsuno alla festa del partito che si terrà in una sala ricevimenti indetta come di consueto dal padre di Hime per festeggiare assieme ai suoi collaboratori nonché politici e persone con cui è in affari. Natsuno rimane meravigliato dall’arrivo di Hime che bellissima sembra proprio una ragazza di buona famiglia, elegante e raffinata nel suo abito è al centro dell’attenzione di tutti e riesce a districarsi tra i vari politici con cui entra in contatto con assoluta calma e diplomazia, anzi, non sembra proprio la solita Hime alla quale siamo abituati a vedere! Inoltre, Hime sa difendersi bene dagli attacchi che le vengono rivolti anche quando il ministro Hashimoto le rimprovera il fatto di frequentare una scuola di pessima qualità, la nostra protagonista gli ribatte che è stata una sua scelta e che suo padre non c’entra niente in tutto questo. Hiroyama, infatti, attraverso queste scene vuole spiegare a Natsuno che è questo il mondo in cui la signorina Hime è cresciuta, le sue abilità non sono venute fuori da un giorno all’altro, se è così ricercata dagli invitati, se tutti vogliono entrare in contatto con lei, se è così seria e posata nei suoi comportamenti è perché c’è praticamente cresciuta dentro, sono le sue radici, e passo dopo passo ha imparato come le si conviene essere in certi ambienti importanti. Praticamente Hiroyama cercando di mostrare a Natsuno quanto lui e Hime siano due ragazzi completamente diversi, nati e cresciuti in due realtà tanto differenti. Hime, chiamata per l’ennesima volta da un altro politico, finisce per allontanarsi nuovamente dal ragazzino ma poi quando per sbaglio uno di questi gli versa accidentalmente del vino sul suo scialle ne approfitta per staccarsi dalla folla e per tornare da Natsuno con la scusa di smacchiare lo scialle macchiato. Tuttavia finisce coinvolta in una situazione del tutto inaspettata! Il ministro Hashimoto sta colpendo un ragazzino dai capelli scuri dicendogli che non doveva farsi vedere vestito in questo modo perché gli avrebbe senz’altro intaccato la sua reputazione. Hime interviene tempestivamente e lo ferma prendendosela con l’uomo, quando poi questo si allontana come se niente fosse Hime chiede al ragazzo se va tutto bene e questo misterioso nuovo personaggio le ricambia lo sguardo.

E termina così questo terzo volumetto, con l’entrata in scena di un nuovo personaggio maschile che pare e dico pare darà del filo da torcere alla relazione tra Hime e Natsuno e mi sembra già di capire dove voglia andare a parare Mayu Sakai! Non sarà che succederanno un po’ di incomprensioni oltre che pensieri tristi sulla loro differenza di status sociale? Certo che Hiroyama sembra aver invitato apposta anche Natsuno alla festa di modo che si rendesse con i suoi stessi occhi quanto siano troppo diversi lui e Hime, mi è parso quasi un avvertimento. -_____-” Natsuno è davvero carino anche con il raffreddore! Ahaha. Lui e Koko mi fanno morire, sono bellissimi, una coppia madre-figlio quasi assurda! Koko sembra una ragazza energica e piena di vitalità anche se è inchiodata in un ospedale! E pare essersi affezionata moltissimo a Hime, la considera quasi una sorellina minore, dice che vuole proiettare i suoi sogni a lei dato che non è potuta andare al liceo e la invidia sotto questo aspetto per questo ci tiene anche all’educazione di Natsuno. ^____^ E’ forte e ha carattere, inoltre, appena Natsuno le combina qualcosa lo picchia amorevolmente! Ahaha. 😀 Questo volumetto mi è piaciuto molto! Eri-chan nonostante sia innamorata di Natsuno fin dai tempi delle medie sembra comunque essersi fatta da parte tra Hime e Natsuno ma la cosa che più mi premeva era che facessero pace! Che poi, come si è permessa di dirle che era meglio se non fosse mai esistita? *occhi lacrimosi* E dire che Hime poi scoppia anche a piangere! Il fratello di Eri scherzando le ha detto che ora verrà messa in prigione per aver fatto piangere la figlia del Primo Ministro e poi quando Eri l’ha sgridato Hime ha abbozzato una risata e alla fine Eri la perdona dicendole che proprio non ce la fa a prendersela con una ragazza buona come lei. *______* Come si fa a non voler bene a Hime dico io? *^* E’ così dolcina ma è tanto intrepida e non fa passare mai nessuna ingiustizia! Anche quando vede il politico Hashimoto prendersela con un ragazzo (che immagino sia suo figlio, tipo illegittimo o che … qualcosa bolle in pentola … mmm) e subito diventa una eroina di uno shoujo manga! Aspetta … lo è già! 😄 Ahaha. Comunque molto carino questo terzo volume, ora spero in altri baci con Natsuno! Già tre in così poco tempo! Ahaha, per forza, essendo una mini serie Mayu Sakai gli ha messo fretta! Vaiii Natsuuu∼ Non farti mettere sotto dal nuovo arrivato! E parte un altro triangolo amoroso … No, il triangolo non l’avevo considerato! Δ A fine di questo numero c’erano due capitoletti extra, uno incentrato sulla vita alle medie di Eri e di Natsuno dato che erano in classe insieme e di come lei si sia innamorata del ragazzino! (Cavoli, mi sembrava di star leggendo la LORO di storia! Che poi, a ben vedere non sarebbero stati male assieme … Anche se Natsuno con Eri ha un rapporto simile a quello di un fratello maggiore che vuole proteggere la sorella minore …) e ho storto un po’ il naso quando la dottoressa della scuola paga Natsuno per baciarselo tutto … Diamine. Grrrr∼  >____<” Per fortuna ora non fa più queste cose! A dire il vero, non lo avrei sopportato ancora per molto! Merito di Hime che gli ha fatto aprire gli occhi! ^_____^ E infine, l’altro capitoletto è dedicato alla giovinezza di Kenichi Hiroyama, il segretario! Beh, alla fine, anche lui sembra aver trovato la sua felicità. 😄 Da leggere per credere! 😉

Bene e qui giungo al termine di questo commento! Spero che vi sia piaciuto! *^* Anche per quanto riguarda questo numero ho voluto tralasciare alcune cose e puntare subito al sodo. Se vi state appassionando provate a cercarlo in giro per le fumetterie! Magari qualche altra copia c’è ancora in giro! 😉 E se siete fan di Mayu Sakai non potete non averlo nella vostra libreria! Mi piacerebbe che mi seguiste fino alla fine di quest’altra maratona! Non mancate, mi raccomando! Ne vedremo delle belle statene pur sicuri. ❤ 

Ora vi saluto, ci si vede alla quarta e penultima tappa di “Sapore di Fragola”! Se vi va dateci un morso e ditemi se vi piace il suo gusto! 🙂

Informazioni su Juliet

Sono una ragazza di 24 anni che sta crescendo giorno dopo giorno a pane, shoujo e fantasia e che va pazza anche per il kpop. Il mio Blog è il nascondiglio che più preferisco dove poter dare sfogo alle cose che mi piacciono e a tutto ciò che succede nella mia vita. ♥
Questa voce è stata pubblicata in ѕнσυנσ e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Sapore di Fragola n°3 – Mayu Sakai

  1. Pingback: Sapore di Fragola n°4 – Mayu Sakai | ✿gιυggιℓℓα✿

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...