ROSSANA: Il Giocattolo dei Bambini – Kodomo no Omocha n°2

005

Il manga da cui è stata tratta la fortunatissima serie TV “Rossana”, in onda su Italia 1!
Il “demoniaco” Akito sembra essere stato domato! Nella classe di Sana regna la pace. Si tratta di una situazione duratura o solo della calma prima della tempesta? Ma i problemi di Sana non sono finiti: una “rivale in amore” si profila all’orizzonte! Vengono rivelati i primi particolari sul passato di Rei. Quale segreto lo lega alla brava attrice?

Fonte: Dynit

Benvenuti alla seconda scheda manga di “Kodocha”! ^_____^

Vi siete persi la prima? No, problem! Eccola QUI! 🙂

Cominciamo subito con il secondo mio commento a questa serie shoujo che ha fatto battere i cuori di noi ragazze quando eravamo bambine! *o* Eccomi dunque qui a parlarvi e a lasciarvi la mia opinione, le mie impressioni, i miei pensieri su questo secondo volumetto dell’autrice Miho Obana! ^_____^ 

Continuano le avventure della giovanissima Sana Kurata che nel primo numero abbiamo avuto modo di conoscerla abbondantemente assieme al suo rivale Akito Hayama, nonché il bulletto numero uno che capeggiava i maschi dettando la sua tirannia e le sue angherie ai danni degli insegnanti e del resto dei loro compagni. Se vi ricordate, abbiamo lasciato i due durante la prima serata della messa in onda dello sceneggiato televisivo di cui Sana è una delle protagoniste. Prendendo parte a questo progetto tv la ragazzina era determinata a far aprire gli occhi al padre e alla sorella di Akito nella speranza che capissero quanto dolore avesse il ragazzino nel suo cuore e il motivo del suo comportamento ribelle e superiore con tutti, senza esclusione di colpi. Quella sera, Sana e Akito sono stati vicini, la protagonista ha fatto finta di essere sua madre trattandolo amorevolmente salvo poi accorgersi che gli fosse venuta la febbre. Sulla strada di ritorno a casa i due incontrano il padre di Akito e Sana, mentre lascia il suo compagno nelle mani del padre, non può far a meno di pensare a quanto per la prima volta Akito sembri davvero piccolo e minuscolo tra le braccia forti del padre. Superata la febbre sembra che le cose per la famiglia Hayama riprendano un corso più normale e pacifico. Il padre di Akito, infatti, si promette di rientrare prima a casa da lavoro e di essere più presente nella vita del figlio cercando di dargli il suo appoggio ed è proprio merito di Sana se i due hanno sostenuto una conversazione come non avevano fatto da molto tempo. Akito, curioso, poi, lo vediamo che guarda lo sceneggiato di Sana che per certi versi assomiglia alla sua situazione e improvvisamente lo si vede fissare il sorriso della ragazzina con uno sguardo tranquillo e forse pensieroso. L’energica ed instancabile bambina però, avrà modo di affrontare una rivale in carne ed ossa! Infatti, Asako Kurumi, una famosissima attrice con la quale Sana ha lavorato nello sceneggiato le chiede di essere la sua ospite per un’intervista a due. La ragazzina ben contenta ed entusiasta di essere stata scelta da lei accetta e così quando arriva il giorno fatidico forse presa proprio dall’emozione si lascia sfuggire un paio di cose. Racconta anche di come ha conosciuto il suo manager, Rei, e qui possiamo davvero dire che Sana fin da piccola era molto allegra e spensierata ma anche gentile e premurosa con gli altri tanto da accogliere a casa sua il senzatetto Rei che per una serie di sfortunati eventi era finito sulla strada senza aver un posto dove andare. La vivacità, la gioia di vivere e il bisogno di rendere tutti felici ha fatto sì che Sana “adottasse” Rei proprio nella stessa maniera in cui aveva portato a casa sua tre cagnolini abbandonati. Comunque, nonostante la sorpresa e lo stupore sua madre aveva acconsentito a lasciarlo vivere con loro e a farlo diventare il suo manager personale ed esclusivo dato che Sana aveva bisogno di qualcuno che la tenesse d’occhio e si occupasse di lei costantemente. A poco a poco Rei era divenuto il migliore amico di Sana, uniti così tanto che Sana finisce per rendere Rei il suo ragazzo nonché il suo mantenuto. Asako chiede costantemente di Rei e questo rende la protagonista abbastanza pensierosa: come mai tutte queste sue attenzioni per il suo manager? E lo scopriremo poco più tardi quando, Rei, andato ad un distributore di bibite si vede chiamare da Asako in persona. Se dapprima Rei faccia finta di non conoscerla dicendole che ha sbagliato persona subito dopo ammette di essere proprio lui, il suo ex ragazzo! Asako e Rei, infatti, si conoscevano fin dalle superiori e si erano frequentati fino al giorno in cui la bella attrice si era allontanata un po’ trascurandolo e lasciandolo ma solo per potersi formare professionalmente perché aveva scoperto che le piaceva molto recitare. Ma mentre la donna cerca di strappargli via di dosso gli occhiali da sole che indossa per poter rivedere il volto di Rei che tanto gli è mancato ecco che finisce per farglieli cadere per terra e questi si rompono. Così, vediamo per la prima volta il viso di Rei, la cosa più preziosa di Sana, possiamo dire, tanto che, per causa del suo bel viso, gli aveva vietato di mostrarsi in faccia a chiunque altro che non fosse lei stessa. Sana, arrivata sul posto, salva la situazione e gli mette un altro paio di occhiali strambi e buffi e, poi, vedendo che le cose stanno peggiorando dato che la folla comincia a radunarsi attorno a loro, dato sono pur sempre delle celebrità, si dileguano in fretta prima che la situazione peggiori. Tuttavia, da qui le cose vanno solo a complicarsi: Sana litiga con Rei nel senso che sentendosi offesa per non saperne nulla a proposito della sua relazione con l’attrice c’è rimasta molto male e fa di tutto per allontanarsi da lui e per trovare scuse che non richiedano la presenza del manager. Dal versante Akito, invece, scopriamo qualcosa di davvero sensazionale, lo stesso bambino chiede a Tsuyoshi se sia innamorato di Sana e quando il suo compagno di classe lo ammette anche Akito dice di esserlo e gli consiglia, piuttosto che preoccuparsi di avere lui come rivale di porre la sua attenzione verso il manager di Sana che sta praticamente con lei ventiquattro ore su ventiquattro cosa che fa infiammare di gelosia il dolce Tsuyoshi. Torniamo dunque al triangolo amoroso Sana-Rei-Asako. A porre fine a tutto è la madre di Sana che, vistasi arrivare a casa Asako e aver costretto Rei a parlare con lei per mettere tra loro le cose in chiaro, finisce per dare una bella sgridata all’adorabile figlia per farle aprire gli occhi e per cercare di farle capire quali siano, invece, i suoi veri sentimenti. Sana e Rei hanno quel rapporto particolare che sa sicuramente di amicizia stretta tanto che i due hanno più volte dormito assieme ma sicuramente questo non ha alcun legame con l’amore. Sana, infatti, si sta comportando più come una bambina capricciosa a cui le stanno semplicemente portando via il suo giocattolo preferito. A questo proposito la ragazzina, incredula, sentendosi per giunta una stupida per essersi comportata sgarbatamente fugge di casa. Guarda caso, per fortuna, in quel momento, Akito la vede correre e seppur non l’abbia bista bene in volto non ha dubbi su chi possa essere, la rincorre e subito dopo, la ferma. I due chiacchierano un po’ e quando sembra che la ragazzina si sia calmata torna all’attacco e gli chiede perché lui l’abbia baciata. Già. Akito e Sana, infatti, nei giorni scorsi, sono andati a visitare il municipio e sono anche saliti sopra una torre altissima da dove poter ammirare il paesaggio solo che Akito soffre le altezze (vi ricordate?) e aveva finito per starsene seduto da solo. Sana, sperando di poterlo far sentire un po’ meglio, gli aveva comprato una bibita seppur fosse vietato fare acquisti durante la gita ma, sfortunatamente, senza farlo apposta, inciampa e tutta la bibita gli finisce addosso, compreso il bicchiere che gli cade proprio in testa! Così, scusandosi per il disastro combinato e non affatto voluto, mentre sta cercando di ripulirlo dal liquido improvvisamente Akito bacia Sana sulla bocca sotto lo stupore generale e l’ira sempre più via via crescente di Tsuyoshi. Insomma, questo era quello che era accaduto. Per tutta risposta Akito le dice che l’ha fatto perché “Non le dispiace” gettando ancora più nella confusione la ragazzina che non sa bene come interpretare le sue parole. Quando Sana torna a casa si scusa con Rei e con sua madre per quello che è successo prima e per il suo atteggiamento sostenuto che ha avuto. Così sembrano che le cose piano piano vadano a migliorarsi seppur ancora Sana tratti leggermente in modo duro Rei ma finisce per acconsentirgli di riappacificarsi con Asako e così i due hanno modo di ritornare assieme riallacciando la loro relazione con un bel bacio d’inizio! Ma … a proposito di baci … e quello che ha dato Akito a Sana? Beh, la madre di Sana lo convoca dopo aver sentito questa storia e vedendo Akito in faccia si sente così sollevata che sia proprio lui ad averle dato il suo primo bacio che finisce per accettarlo e per dirgli di non farsi problemi a dargliene altri o almeno così l’ho interpretato io! Tuttavia, accade ancora una cosa che getta profondamente Akito in una situazione quasi disperata. Suo padre, improvvisamente, si sente male e così viene portato in ospedale, Akito e sua sorella sono molto preoccupati anche perché a parte loro padre non hanno nessun altro su cui potersi aggrappare quando hanno bisogno. Senza sapere cosa fare Akito finisce per chiamare al telefono Sana e lei, di corsa, lo raggiunge. E’ bellissima la scena in cui si abbracciano. Un misto di emozioni indescrivibili. Da una parte Akito tutto teso e nervoso, triste e malinconico come non l’abbiamo mai visto e dall’altra Sana, sorpresa, ma pur sempre forte e coraggiosa che gli sta vicino e cerca di rassicurarlo. Poi, i due si prendono anche per mano, non c’è di meglio che stare vicino a chi ci vuole bene quando siamo giù di morale o quando stiamo affrontando una situazione brutta e così succede anche per loro. Poco dopo, per fortuna, le condizioni del padre si ristabiliscono e il medico attribuisce il suo malessere al troppo lavoro. Tuttavia, scopriamo anche una cosa veramente bella! Praticamente il padre di Akito ha confessato a Sana che dopo varie occasioni ha capito che tutte le volte che suo figlio se ne esce dicendo che una cosa non gli dispiace è perché, in fondo, gli piace moltissimo! Quindi … oh! Potrebbe essere che anche Sana gli piaccia tanto tanto? *_______*

Ma gli inconvenienti non finiscono qui perché a quanto pare per Akito, Sana e i loro compagni di scuola, c’è un nuovo problema da risolvere! Cosa è accaduto a Tsuyoshi che è stato assente da un po’ di giorni da scuola? Akito subito afferra Sana e i due corrono via … ma dove stanno andando e cosa sta succedendo precisamente? ^______^”

Bene, e con questo siamo già alla fine del secondo volume, ancora manca davvero tanto prima che finisca di leggere questa serie e di volta in volta non so proprio mai cosa dovermi aspettare da quest’autrice che ha dimostrato fin dal primo volume di poterci sorprendere alternando comicità, sentimenti e situazioni varie! Sana piano piano sta crescendo e sta sperimentando le prime emozioni ma la strada è ancora lunga e chissà cosa ancora dovrà passare prima di riuscir a diventare una bellissima persona. In fondo è ancora una bambina, ha tanto da sperimentare, ha tanto sui cui poter ragionare, provare, tentare senza arrendersi mai. Per Sana scoprire che Rei era stato legato sentimentalmente ad una ragazza è stato un vero e proprio shock, ha reagito malissimo ma in fondo è anche normale, è stata gelosa, si è finta disinteressata e gliela sta ancora facendo pagare! Ma in compenso, gli ha permesso di poter riagganciare i suoi rapporti con la sua ragazza e questo non è da tutti. Pensavo che lo avrebbe cacciato via ma talmente ci tiene a Rei che pur di vederlo felice le va bene così, ha già accettato la cosa e questo è un grande passo per lei. Tuttavia, ora, sembra che Sana dovrà fare i conti anche con Akito che l’ha baciata di fronte a tutti! E personalmente, vederli abbracciati è stato bellissimo! *^* Voglio tantissime altre loro scenette assieme! Non vedo l’ora, non vedo l’ora! Poi, Akito, anche se spesso agisce come un adulto, dice cose complicate e fa un po’ il duro o il misterioso si sa che anche lui è un bambino curioso, che dice chiaramente cosa vuole e cosa non gli piace. E vedersi appoggiare in quel modo a Sana … Aaaawww! E’ stato dolcissimo. Poi, cacchio, aveva un’espressione così triste che sembrava un cucciolo in cerca di coccole! :3 Ed ora è sbucata fuori la questione di Tsuyoshi che ancora non so di cosa si tratti nello specifico. o____o” Ma che diamine è accaduto? Cercherò di leggere il terzo volume quanto prima anche se tra mille impegni la vedo dura trovare un attimo di pausa … ç____ç Sono così indietro con “Kodocha” che mi dispiace un sacco. Non doveva essere così singhiozzante questa maratona! T^T *juliet dispiaciuta* Perdonatemi ma non so dirvi quando esattamente pubblicherò il terzo commento! Intanto, voi, aspettatemi sempre con la stessa ansia di quando sapete che sta per arrivare qualche cosa di bello da un momento all’altro, ok? E poi, sicuramente, ne vedremo delle belle! ^_____^ 

Con ciò penso di aver concluso il mio secondo commento! *______*

Quindi … Appuntamento al numero 3 di “Rossana: Il Giocattolo dei Bambini – Kodomo no Omocha”! 🙂 Mi raccomando, non perdetevelo!

E riscoprite assieme a me una delle serie che ha fatto la storia della nostra infanzia! ^_____^

Informazioni su Juliet

Sono una ragazza di 25 anni che sta crescendo giorno dopo giorno a pane, shoujo e fantasia e che va pazza anche per il kpop. Il mio Blog è il nascondiglio che più preferisco dove poter dare sfogo alle cose che mi piacciono e a tutto ciò che succede nella mia vita. ♥
Questa voce è stata pubblicata in ѕнσυנσ e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a ROSSANA: Il Giocattolo dei Bambini – Kodomo no Omocha n°2

  1. Pingback: ROSSANA: Il Giocattolo dei Bambini – Kodomo no Omocha n°3 | ✿gιυggιℓℓα✿

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...