Riassunto: La mia amica Strega n°1

E’ ESPRESSAMENTE VIETATO COPIARE I RIASSUNTI PRESENTI, O PARTI DI ESSI, SENZA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA SOTTOSCRITTA O SENZA CITARE LA FONTE! PERCHE’ IL LAVORO E LA FATICA DEGLI ALTRI VA RICONOSCIUTA! (Non saranno tollerati i trasgressori)

181220131848 copia

Soyo Kusunoki è una studentessa di seconda media un po’ anonima ma unanimemente considerata una brava ragazza. E’ innamorata di Ryohei, il popolarissimo rappresentante degli studenti. Quando la bellissima Risa Mamizaka, ragazza geniale, ma un po’ priva di tatto, si trasferisce nella sua classe la vita di Soyo cambia. Risa, in realtà, è una strega giunta in missione dal Mondo della Magia! Soyo diventa la sua aiutante, e si ritrova per la prima volta a fare i conti con i propri sentimenti. Riuscirà Soyo a diventare amica della strega?

Fonte: Trama retro cover, Flashbook

QUI la scheda del manga per chi fosse interessato! 😉

“Se sboccia un fiore nel tuo cuore, non lasciarlo mai appassire”

Soyo Kusunoki è una ragazzina ordinaria nello sport, nello studio, nella condotta, non è per niente speciale, è una studentessa di 14 anni come tutte quelle della sua età. Sogna l’amore, come tutte le ragazzine, ed ha una cotta per Ryohei Tokieda, il capitano della squadra di calcio maschile nonché rappresentante del consiglio studentesco. Soyo anche quel giorno ha vissuto la sua giornata scolastica come tutte le precedenti fatta sia di alti che di bassi. Sta tornando a casa con delle sue amiche quando si accorge, ancora una volta, che Suzuki Masami, una sua compagna di classe, è stata ancora presa di mira dalla terribile Karen, figlia della Preside del loro istituto, che la sta maltrattando facendo la prepotente e cercando di farle capire che è inutile che si impegna così tanto per trovare dei membri del suo club di ricamo dato che nessuno vorrà stare con lei. Soyo, assiste alla scena, è una testimone diretta di questo atto ma anziché schierarsi per Suzuki ecco che assieme alle sue amiche decidono di non lasciarsi coinvolgere anche se compatiscono e si sentono triste per lei non fanno assolutamente nulla per aiutarla o per dare una bella lezione a Karen. Ed ecco che, ad un tratto, nel bel mezzo di un pomeriggio scuro e grigio, improvvisamente si mette a piovere ed un fulmine potentissimo colpisce una di quelle macchinette per farsi le foto assieme. Soyo rimane sorpresa e anche un po’ spaventata ma le sembra di aver visto una figura umana anche se questo non può essere possibile … così, nel mentre Karen con al seguito le sue amichette scappano via terrorizzate dal tuono anche Soyo decide di fare la medesima cosa e lascia la povera Suzuki da sola, afflitta per l’ennesima angheria subìta che ritorna a casa mestamente. Dopo poco, ecco che compare una ragazza fascinosa, dai lunghissimi capelli scuri, con un indosso un abito particolare assieme ad un suo famiglio, Mofu. Si tratta appunto di una strega con tanto di scopa volante! La ragazza tramite un dispositivo “Henriette” scopre che la principessa che lei sta tanto cercando disperatamente e con tutte le sue forze, è l’unica per altro in grado di poter salvare il Regno della Magia da cui lei proviene, doveva essere stata lì nei paraggi. Per ritrovarla la strega potrà riconoscerla mediante un segno distintivo, un “lotus” ovvero un semplice fiore di loto che cresce nel suo cuore. Ma passiamo ora a Soyo, la ragazzina, è arrivata sana e salva a casa e sta appendendo un “Teru Teru Bozu” (pupazzetto di stoffa che si appende vicino ad una finestra con l’augurio che la pioggia cessi e torni bel tempo) e infatti lei sta pregando che domani ci sia bel tempo così potrà andare a fare il tifo per Ryohei. Soyo l’ha conosciuto e ci ha parlato solo una volta quando il ragazzino era entrato nella pasticceria e aveva trovato la ragazzina dietro il bancone (i genitori di Soyo sono pasticceri ed il negozio è sotto casa loro) riconoscendola come una studentessa del suo stesso istituto e prendendola anche un po’ in giro simpaticamente. Soyo sa che Ryohei è troppo per lei ma spera che almeno potrà essere sua amica, fantasticando poi su quello che potrebbero fare insieme come fare shopping, mangiare un gelato su una panchina e poi … magari, chissà, lui la bacerà. Il giorno dopo, a scuola, Soyo arriva presto ed è tutta contenta per la bella giornata ed è perfino di buon umore ma quando entra in classe si accorge che c’è Suzuki da sola. La ragazzina, ormai, non può non fare altro che almeno scambiare due chiacchiere con lei, in verità, la trova davvero pietosa e quando le chiede se vorrebbe unirsi ad andare a vedere i ragazzi giocare a calcio Suzuki rifiuta dicendo che non le interessano molto queste cose. Soyo si discosta, torna al suo posto e dentro di sé dice “Non sa cogliere le situazioni” così come non aveva capito un bel niente di come doveva comportarsi a scuola visto che per la sua fissa del ricamo non faceva altro che passare tutto il giorno con l’ago in mano. Quando le sue amiche arrivano in classe Soyo nega che stesse parlando con lei. Ma ecco che arriva una nuova studentessa, il professore la introduce in classe e la fa presentare, il suo nome è Risa Mamizaka. Subito però la ragazza dall’indiscutibile bellezza, si fionda verso Suzuki e si inginocchia dinanzi a lei chiamandola “Principessa” davanti a tutti e ignorando completamente Karen che voleva “pavoneggiarsi” dicendo che se si fosse imbattuta in una difficoltà di non esitare a chiederle aiuto (Karen, è vanitosa, egocentrica, lo fa solo per farsi vedere davanti a tutti, in realtà non le importa un bel niente!). Karen, vistasi messa da parte per Suzuki, richiama l’attenzione di Risa ma lei la colpisce e afferma ancora una volta che Suzuki è la Principessa del Regno della Magia e lo dimostra “Henriette” ma il professore interviene e le porta via il cellulare (non è un vero e proprio cellulare ma dall’aspetto è uguale in tutto e per tutto) confiscandoglielo. Risa comunque, si dimostra una ragazza perfetta in tutto ciò che fa, è brava nello studio, nello sport potrebbe anche competere con un professionista e pure in musica è un’abile pianista, Soyo, si accorge che seppur sia un po’ strana le piacerebbe che magari diventassero amiche. Così coglie l’occasione di parlarle nella pausa pranzo e anche di metterla in guardia verso Karen che sembra non voglia dargliela vinta per niente dicendo che dovrebbe aver capito “l’aria che tira” in classe ma Risa è ferma nel suo comportamento e se ne va via, non dandole affatto peso. Soyo rimane quasi stupita di ciò e anche un po’ messa da parte visto che le voleva solo far comprendere che doveva adeguarsi se non voleva finire nei guai ma poi torna dalle sue amiche per andare tutte assieme a vedere la partita di calcio. Soyo però si è dimenticata la sua macchinetta fotografica e così fa per ritornare in classe ma sulla via, proprio di fronte alla sala insegnanti, vede chiaramente Mofu che sta scappando con Henriette. I due si vedono e Mofu finge di essere un pupazzetto, un normale strap per il cellulare ma ormai è troppo tardi. Arriva Risa che si accorge di quello che è accaduto ma nonostante ciò Soyo raccoglie Mofu e lo restituisce alla legittima proprietaria avvertendola del fatto che se ne starà buona buona e non dirà nulla ma che se dovesse succedere di nuovo non la coprirà e nuovamente le rinnova l’avvertimento su Karen. Risa risponde duramente e le dice: “Non mi interessano le ragazze prive di carattere come te” dato che anche starsene a guardare senza intervenire per fermare i maltrattamenti degli altri vuol dire sempre “fare la prepotente” e aggiunge anche che ormai il cuore di Soyo è praticamente morto. La ragazzina ci rimane malissimo e continua a pensarci su fino a quando non torna dalle sue amiche che stanno facendo il tifo per Ryohei. Ma ecco che … la palla lanciata da uno dei giocatori rompe la finestra di un’aula … proprio quella dove c’è il club di ricamo e dove in quel momento si trovano Suzuki e Risa! Così Soyo corre di fretta e va a vedere se stanno bene. La palla in questione si è fermata a mezz’aria proprio davanti agli occhiali di Suzuki che paralizzata dalla paura non riesce a muoversi. Risa svela la sua identità, dice di chiamarsi Risa Michael Sobieski Terza e di essere niente meno che il Ministro della Difesa del Regno della Magia. Racconta così che 200 anni fa, morì la Regina del Regno della Magia, e così si decise di far salire al trono la Principessa ma il giorno del suo incoronamento un grandissimo fiore di loto le sbocciò nel cuore e siccome ciò è possibile solo nelle ragazze umane si scoprì che la Regina aveva avuto una relazione con un umano e fu così che nacque la Principessa, la cosa non fu affatto presa bene dal Regno intero e così decisero di cancellarle la memoria, di privarle la magia e di farla rinascere come essere umano, inoltre, la Principessa ripete sempre il circolo di morte di rinascita permettendo quindi alle generazioni di continuare ad avere il lotus. Il lotus è importantissimo per il Regno della Magia perché grazie ad esso può sopravvivere, infatti, un tempo, le ragazze umane venivano fatte divertire con la magia e, in cambio, queste donavano il proprio lotus come in una vera e propria relazione di “dare e avere” ma ora, trascorsi tutti questi anni, la gente crede sempre di meno alla magia e proprio per tale ragione il Regno sta per scomparire perché non ha più la forza per vivere e per risollevarsi è necessario trovare il lotus della Principessa che gli permetterà di ripristinarsi e, quindi, di ritornare come prima: forte e glorioso. Inoltre, pare che il lotus di Suzuki sia abbastanza grande per poter essere quello che Risa e il suo popolo sono alla ricerca dato è un miracolo ormai trovare un bel così lotus nel cuore di una ragazza e in fondo lei potrebbe essere benissimo la Principessa perché la zona a cui fanno riferimento è quella di Kunitachi visto che solo in questo campo magnetico si può trovarlo. Così Risa sottopone Suzuki alla cosidetta “Prova della Principessa”, un magia in grado di estrarre il lotus del suo cuore e di verificare che sia quello giusto, quello che tanto vogliono avere. Recuperato il lotus, Risa procede a cancellarle la memoria e Suzuki dimentica quello che le è appena accaduto ma qualcuno ha sentito tutto e ha perfino visto la magia all’opera … non è altro che Soyo! Risa la nota e vuole cancellarle la memoria così come ha fatto con Suzuki ma la poca energia che è rimasta in Henriette non consente a Risa di poter agire in questo modo così la lascia andare e Soyo scappa via, impaurita e spaurita. Nel frattempo Mofu e Risa si concentrano sul lotus che dovranno pressare con qualcosa di pesante solo così questo volerà direttamente nel Mondo della Magia e il professor Julian potrà constatare se sia quello originale o meno. E’ scesa la sera. Soyo è in camera sua, al buio, tutta attorcigliata nel piumone e sta piangendo, piange e si dispera perché ha finalmente capito che lei non è poi così tanto migliore delle altre ragazzine della sua età. Risa attraverso la sua sfera di cristallo la sta tenendo d’occhio e si domanda cosa deve fare con lei e ammette di essere stata un po’ troppo dura e brusca nei suoi confronti così si fa un bagno e sotto consiglio di Felix (uno stregone sotto forma di “caricabatterie”) le consiglia di prepararlo con le sue stesse mani così potrà comprendere quanto le ragazze umane si debbano sforzare per raggiungere un obiettivo, infatti, Risa è un strega e per lei è tutto facile riuscir bene in qualsiasi situazione mentre gli esseri umano si devono impegnare tanto, devono sudare ed utilizzare le loro energie per raggiungere l’obiettivo che si prefissano e, altra cosa, devono fare una cosa alla volta, passo dopo passo. Risa deve tener a mente questo se vuole comprendere meglio i sentimenti di Soyo e non ferirla più perché come lei stessa ha ammesso, le ragazze sono fragili e deboli soprattutto quelle della sua età. Il giorno dopo, a scuola, c’è un gran casino e tutto questo è generato dal … club del ricamo? Ebbene sì, Risa con la sua magia ha reso noto a tutti quello che Suzuki è in grado di fare e infatti l’aula è tutta piena di merletti, pizzi, ricami e magnifici disegni tutti fatti per filo e per segno. Suzuki inoltre, vede avverarsi uno dei suoi desideri, ci sono altre sue coetanee che vorrebbero far parte del suo club così lei non sarà costretta a chiuderlo per mancanza di membri! Ovviamente Soyo ha capito che sotto sotto è stata anche opera di Risa e così la va a cercare. Risa si scusa con Soyo per come si è comportata e le confessa che il lotus di Suzuki però non è compatibile con quello della Principessa ed è un lotus come tutti gli altri. Ma Soyo si accorge che … Mofu non c’è! Risa si ricorda di averlo lasciato in biblioteca per pressare il lotus con un libro e così lo raggiungono. Pare che il famiglio vuole assolutamente diventare uno scrittore dopo aver letto un romanzo e si rifiuta di aiutare Risa dicendole di affidarsi piuttosto a Soyo in quanto lei è l’unica al corrente della situazione ed inoltre, conosce bene il mondo degli umani e potrà esserle un valido appoggio per la ricerca della Principessa. Risa le fa la proposta promettendole che esaudirà, in cambio, uno dei suoi desideri! Soyo scopre che potrà anche far innamorare di sé Ryohei e animata da ciò accetta subito senza pensarci due volte. Da tutt’altra parte, troviamo Ryohei in terrazza, uno dei suoi amichetti/scagnozzi (?) gli ha appena portato una foto di Risa e lui inizia a nutrire interessamento nei suoi confronti proprio perché è brava in tutto ed ha un bel caratterino e anche perché è la nuova arrivata al loro istituto, inoltre, non vuole farsela affatto sfuggire nella sua “collezione”. Ma qualcuno invece vuole mettere in riga Risa ed è proprio Karen Sawatari che manda a tutti un SMS con scritto: “Nuovo obiettivo da educare: Risa Mamizaka”.

Ryohei è in macchina, sta andando a scuola, è spettinato, la camicia mezza sbottonata, sta guardando le foto con le sue ex ragazze, quelle che fanno parte della sua “collezione” e pare che voglia bigiare la scuola ma la madre, una ex attrice che ha sempre puntato tutto sulla bellezza con pochi ruoli nel curriculum, gli dice di ricomporsi e in men che si dica ecco Ryohei come lo conoscono tutti a scuola, occhiali, capelli sistemati, vestito di tutto punto e ordinato, lo studente perfetto che tutti ammirano e amano non sapendo che in realtà è l’esatto opposto. Gli sembra di aver visto Risa così scende immediatamente dall’auto ma … è sparita? Non la vede più e, alla fine, dopo che un suo amico lo raggiunge, si dirige diligentemente a scuola con lui. In classe Risa arriva puntuale ma Karen la punta subito pronta a “educarla” come si deve e a farla sottomettere a lei. Ma Risa è un osso duro inoltre Soyo se la porta via immediatamente e Karen, ancora una volta sconfitta, non può far a meno di avercela ancora di più contro di lei inveendole contro dicendo che “le da sui nervi la faccia di chi non gli importa nulla del giudizio degli altri”. Soyo e Risa si sono messe da parte, in modo da non farsi vedere, e le due stanno discutendo. Risa ha perfettamente capito quello che Karen stava facendo poco fa ma Soyo le dice che “educare” è solo uno stupido gioco che Karen ha iniziato ma l’altra le fa notare che in fondo si tratta di bullismo vero e proprio e che è sbagliato “rendere normale chi è strano”. Inoltre, ha capito che Soyo potrebbe anche esser presa di mira anche lei se si venisse a sapere che è amica di Risa e così la strega le promette che farà attenzione e non la metterà in pericolo. Soyo poi le chiede se è possibile che Risa usi la magia su se stessa per rendersi simpatica a tutti così Karen la lascerà stare e non finirà più nei guai ma Risa è contraria la 100% perché sarebbe uno spreco totale usare l’energia magica per una cosa così sciocca e poi lei è un Ministro e dovrebbe dare l’esempio a tutto il suo popolo. Alla fine, per poter conversare senza essere sotto gli occhi di tutti Risa invita Soyo a casa sua, la villa occidentale dietro l’ospedale che Soyo conosce come la “casa fanstasma” per il suo aspetto spettrale e pauroso ma glielo promette e accetta. Ma le due non sanno che un tizio le stava tenendo sotto controllo scattando addirittura alle due ragazzine una foto. Alla partita di calcio Soyo e le sue amiche stanno facendo il tifo tutte per Ryohei e stanno assistendo al gioco quando, all’improvviso, Risa entra in campo! Punta verso il capitano Yabe chiamandola “Principessa” (che sia  lei?) facendo ridere tutti che iniziano a trovarla divertente e il professor Matsuzaki è costretto ad andare a riprendere Risa che ha interrotto il gioco a palla. Ryohei la raggiunge e le confessa che lo ha fatto ridere tanto ma Risa ha avvertito la sua aura negativa e ad alta voce gli dice che sa qual è la sua vera natura e se ne va. Nella mente di Ryohei, improvvisamente sorpreso di esser come stato scoperto da una perfetta sconosciuta che, tra l’altro, l’ha anche trattato in modo così freddo, si fa largo un pensiero: schiacciare ad ogni costo Risa e per farlo inizierà da chi le sta accanto.

E’ finalmente arrivato Sabato e Soyo raggiunge la casa di Risa che è proprio come credeva che fosse, spaventosa ad ogni altro modo, con teschi e ragnatele qua e là, una vera casa dell’orrore. Non appena entra nella stanza, Soyo si ritrova un teschio che per poco la stava per colpire … Risa, infatti, si sta allenando a calcio, è convinta che se formerà una squadra di calcio femminile forse il coach Honoka Yabe le si avvicinerà aprendole il suo cuore solo dopo che le avrà mostrato la sua fiducia e Risa potrà verificare se sia lei la persona che sta cercando attraverso la “Prova della Principessa”. Soyo e Risa fanno merenda in giardino e gustano un dolce della Pasticceria di proprietà dei genitori della prima e Risa, in cambio, le fa assaggiare una bevanda! E’ nera … non sarà mica qualche intruglio strano? Soyo è esitante ma Risa glielo fa bere tutto ed è .. cioccolato! Risa le confessa che alcune magie sono state anche fatte conoscere agli esseri umani e che molte persone magari fanno affidamento su un oggetto o su altro per sperare che i propri desideri si avverino (come i Teru Teru Bozu) e Soyo le chiede cosa le ha detto Ryohei prima ma Risa storce il naso, lo definisce addirittura un “rospo nero” considerandolo una persona totalmente ignobile perché solo queste possono essere così dei bravi attori tanto da celare la propria vera personalità anche se Soyo è dell’opinione opposta e non riesce a crenderci. E’ tempo di tornare a casa e per di più Soyo si sta anche affrettando perché pare che stia per mettersi a piovere. Ha trascorso un bel pomeriggio con Risa come se fossero due … amiche. Ma ecco che … le appare davanti Ryohei bagnato fradicio sotto la pioggia incessante e Soyo rimane stupita di vederlo proprio lì, davanti ai suoi occhi, si chiede se davvero la cioccolata le abbia fatto avverare il suo desiderio di averlo tutto per sé e di farsi notare da lui. Ryohei, la riconosce, sa chi è e le confessa che dal primo momento in cui l’ha vista l’ha sempre considerata davvero carina. Ma ecco che un fulmine fa spaventare la piccola e dolce Soyo che, per la paura, si aggrappa a Ryohei il quale le dice che è tutto ok, è normale essere spaventati dai tuoni e la invita a ripararsi dalla pioggia a casa sua. Arrivano nel suo appartamento e Soyo scopre che ha una bellissima casa ma che è disabitata e a parte loro due non c’è nessuno, vuole chiedergli dei suoi genitori ma Ryohei le appoggia un asciugamano sulla sua testa e poi l’abbraccia da dietro, stringendola a sé. Soyo è imbarazzata e ancor di più quando poi il ragazzino la bacia e siccome Soyo non ha per nulla esperienza in queste cose ecco che Ryohei la consola e le dice di affidarsi a lui, poi, la bacia ancora più profondamente di prima. Nel frattampo, Risa è tornata al club del ricamo per chiedere aiuto a Suzuki nel confezionare le divise da calcio femminile della sua squadra, la “Lotus Japan”, quando, all’improvviso, sente come se l’oscurità avanzasse diventando ancora più profonda. Il lunedì, Soyo è tutta tranquilla, in classe, considera ora addirittura le altre sue compagne ancora delle “bambine” solo perché non hanno mai baciato nessuno e lei invece è stata scelta nientemeno che da Ryohei, l’idolo della scuola! E tra sé e sé vorrebbe anche che fosse lui ad annunciarlo ufficialmente per di più, Soyo si è anche messa il lucidalabbra e anche le sue due amiche del cuore la vedono molto più carina di prima (sapete, si dice che quando una persona è innamorata diventi ancora più bella ed è così che è successo anche alla nostra piccola protagonista!). Qualche momento dopo, Risa è di nuovo accerchiata da Karen la quale ha scoperto che Ryohei è interessato a lei e ora non vuole fargliela passare liscia ma improvvisamente Suzuki interviene per salvare la sua amica Risa e riesce a mandarla via facendole smettere questo gioco dell'”educare” Risa. Suzuki, non si rende nemmeno conto di aver superato la sua paura e di aver protetto Risa proprio da quella stessa bulletta che l’aveva tormentata ed ecco che, nel cuore della ragazzina occhialuta, rispunta un nuovo lotus, ancora più bello del primo che aveva e la strega decide di lasciarglielo perché se l’è meritato anche se poteva utilizzarlo come energia magica. Soyo, invece, è andata a trovare Ryohei, al campo di calcio, perché vorrebbe che tornassero a casa insieme facendo un pezzo di strada in comune ma Kotaro, l’amico di Ryohei nonché suo compagno di calcio, si accorge della ragazzina e raggiunge i due spiegandole di aiutare Ryohei perché si è davvero interessato a Risa e che perfino lui sta facendo il tifo per l’amico. Potete immagine come ci rimane male Soyo che scopre tutto ad un tratto che è stata solo usata, mai amata da quel ragazzo che invece lei ha nel cuore. Ryohei porta con sé Soyo su in terrazza e ammette che non conosce tanto Soyo e non è così superficiale come potrebbe apparire, quindi, come poteva davvero voler uscire con lei ed essersi innamorato della ragazzina? E poi, per rincuorarla, le permette di considerarlo come una sorta di fratello maggiore così che possa confidarsi con lui in ogni momento. E ribadisce proprio come ha detto prima Kotaro, che è davvero intenzionato a conoscere meglio Risa perché è attratto da lei ma anche perché è serio nei suoi riguardi. Immaginate bene come si possa sentire Soyo in questo momento! Triste perché Ryohei non è affatto innamorato di lei, perché l’ha baciata solo per usarla come “aggancio” di modo che potesse avere più informazioni su di Risa perché lei è l’unica che le sta davvero accanto come se fossero amiche. In più, non vuole essere vista da lui come una semplice “sorellina” ma vorrebbe che fosse lei la persona più importante per il ragazzino. Risa, invece, sta proseguendo i suoi allenamenti a calcio e sta diventando sempre più brava, ovvio, è una strega, tutto le riesce bene. Soyo va da lei e Risa sorridente le mostra le uniformi che Suzuki ha preparato per la sua squadra femminile di calcio ma Soyo non è affatto interessata a ciò. Sta ancora ripensando alle parole di Ryohei e dentro di lei confluendo tutt’altro che bei sentimenti verso Risa. E poi … ecco che non ce la fa più a tenersi tutto dentro e Soyo scoppia! Se la prende con Risa, dice che può avere tutto quello che vuole perché è una strega, è brava in ogni cosa e potrebbe anche ottenere ogni cosa desideri in modo facile e sbrigativo invece per lei le cose non stanno così, è ordinaria, come tutte le altre ragazzine e non riesce mai ad avere quello che il suo cuore desidera più di ogni altra cosa, ovvero Ryohei! Così le grida che non glielo lascerà mai e in nessun modo e Soyo si mette a piangere dicendole che tanto Risa è una strega che non si è mai innamorata di nessuno quindi è inutile che tenta di consolarla perché tanto non la potrà mai capire. 

Risa è tornata a casa sua, parlando con Felix e con Henriette, i due le consigliano un Potpourri magico che se lo porterà con sé potrà provare la sensazione di essere innamorata e Felix ribadisce che questo è l’unico modo per comprendere davvero quello che Soyo sta passando in questo momento difficile. In terrazza, nuovamente, ci sono Soyo e Ryohei, i due stanno osservando Risa allenarsi con delle sue ragazze e Soyo la definisce ancora “strana” dicendolo apertamente a Ryohei forse con la speranza che lui smetta di provare interessa per la strega ma il ragazzino dice di invidiarla perché Risa non teme il giudizio altrui mentre lui ha sempre e solo pensato a come lo vedevano gli altri. Soyo ammutolisce, ancora una volta, Risa è stata elogiata davanti a lei e si domanda perché sempre Risa deve farsi notare così tanto ed essere voluta da tutti perfino da Ryohei che ora è sempre più preso dalla fascinosa ragazza dai capelli lunghissimi. Mentre Risa è ancora intenta ad allenarsi a calcio ecco che il coach Honoka Yabe, che la stava tenendo d’occhio da un po’, si avvicina e sedendosi sull’erba assieme a lei le racconta la sua storia. Honoka spiega che anche lei ha frequentato questa stessa scuola e che, a quel tempo, quando aveva chiesto di fondare una squadra di calcio femminile le altre ragazze non erano molto interessate a riguardo continuandole a ripetere che una ragazza non se ne fa nulla del calcio ma lei non le aveva ascoltate e con la sua sola forza era riuscita a far parte di una squadra amatoriale. Risa le dice di avere fiducia in se stessa quando la coach le confessa che le sarebbe anche piaciuto avere un aspetto più femminile e le sorride con tutto il cuore ringraziandola. Proprio in quel momento sboccia il lotus e Risa ne approfitta per sottoporla alla “Prova” prelevandoglielo e poi facendole perdere la memoria di questo momento. Casa di Soyo. La ragazzina si sta ancora disperando di più e Mofu, che si era nascosto nella sua cartella di scuola, ecco che sbuca fuori confortandola. Le racconta che quello che sta affrontando anche in passato è successo ad altre ragazze come lei ecco perché è molto difficile essere amiche di una strega perché a chi farebbe piacere essere sempre messi da parte per altri migliori di sé temendo quindi costantemente il confronto? Ma Mofu cerca di infonderle coraggio e le dice di non farsi prendere da oscuri sentimenti quali la gelosia, il risentimento, la rabbia … l’amicizia è meglio di tutto questo, no? Quindi anche Soyo deve resistere e darsi da fare per trovare la sua strada per farsi largo in questo spiacevole e avverso “destino dell’essere amica di una strega”. C’è la luna piena. E’ notte e … cosa ci fa Ryohei in sella alla scopa di Risa? Ebbene, la streghetta, l’ha “rapito” per metterlo in guardia, non si innamorerà mai di lui, di un rospo nero come lui, quindi gli intima di smetterla di ferire Soyo e di prendersi gioco di lei. Ma Ryohei, preso dal momento indescrivibile che sta vivendo, confessa con un sorriso che ha sempre desiderato poter volare a cavalcioni di una scopa volante fin da quando sua madre le lesse un libro che parlava di streghe e di magia. Risa rimane abbastanza colpita da ciò, le pare che anche lui sia in fondo una persona umana, non sembra poi così cattivo come gli sembrava. Per di più ha un leggere tuffo al cuore ma poi si accorge del potpourri e accredita tale sensazione all’effetto dello strumento magico. Così sbriciola e rompe il potpourri magico e lo disperde nel vento che se lo porta via in tanti pezzettini piccoli. Il giorno dopo, la coach Honoka si presenta sulla via per la scuola, dove lavora, in uno stile completamente diverso, ha i capelli lisci, è anche un po’ truccata e porta la gonna anziché la tuta da ginnastica e la coda di cavallo tanto che il prof. Matsuzaki, incantato, si unisce a lei e i due si incamminano assieme diretti a scuola. Soyo, invece, ritorna da Risa e si scusa per il fatto di non essere entrata a far parte della squadra femminile di calcio che tanto la strega desiderava formare perché appunto mancava un solo membro e Risa le sorride, la ringrazia anche per essersi premurata di riferirle una cosa del genere ma le assicura che l’importante è divertirsi con le altre ragazze non fa niente se fanno parte di una stessa squadra o meno. Nel frattampo, Ryohei, da solo, in terrazza, si sta domandando se quello che ha vissuto la notte scorsa è stato solo un sogno o meno ma di una cosa è sicuro, i suoi sentimenti non si stanno sbagliando. Anche quando il suo amico/scagnozzo (?) gli porge un’altra possibile candidata per la sua “collezione” di ragazze lui dice che non c’è più bisogno di far proseguire questa selezione perché dice apertamente di essersi davvero innamorato di Risa Mamizaka. E il suo amico, rimasto lì con lui, chiude il primo volume con la frase: “E’ la prima volta che vedo il presidente così”.

Beneeeeeee! Eccoci alla fine di questo primo volume! Spero che vi sia piaciuto! :3 Avrò fatto sicuramente un po’ di errori di battitura e domani prometto che lo rileggo e correggo se trovo qualcosa di impreciso! Scusatemi in anticipo! 🙂 Ok, detto ciò, Soyo e Risa continueranno ad essere amiche anche se per la nostra protagonista è ancora un po’ difficile riuscirci? E Risa? Si è anche lei innamorata di Ryohei o era solo l’effetto del potpourri? E Ryohei? E’ serio come dice di essere? Davvero sta nutrendo dei sentimenti amorevoli per la streghetta? Riusciranno Soyo e Risa a trovare la vera Principessa e a recuperare il lotus che salverà il Mondo della Magia? Ehehe … restate sintonizzati e lo scoprirete con me nel secondo e ultimo riassunto che chiuderà questa storia di amicizia, amore e magia! *^* 

Al prossimo appuntamento con “La mia amica Strega”! 😉

Informazioni su Juliet

Sono una ragazza di 24 anni che sta crescendo giorno dopo giorno a pane, shoujo e fantasia e che va pazza anche per il kpop. Il mio Blog è il nascondiglio che più preferisco dove poter dare sfogo alle cose che mi piacciono e a tutto ciò che succede nella mia vita. ♥
Questa voce è stata pubblicata in ѕнσυנσ e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Riassunto: La mia amica Strega n°1

  1. Milk Of Cow ha detto:

    Ciao Juliettina miaaaaaaa! ^_______^
    Che bellooo, il riassunto del primo volume! *____* Purtroppo non l’ho ancora letto, ma ti prometto che appena avrò un po’ più di tempo lo leggerò sicuramente! 😉
    A prestissimo! ♥ Bacioniiiii! ♥

    • Juliet ha detto:

      Ciao Milkinaaaa miaaaaa! *_______*
      Yeah, ce l’ho fatta! 😄 😄 😄 Dopo un’eternità che dicevo di volerlo fare ci sono riuscita! Un po’ in ritardo ma meglio che niente! 😉 Sono contenta che ti possa interessare e … grazie in anticipo per quando vorrai leggerlo! Lo trovi anche nella pagina “riassunti manga” se nel frattempo il post dovesse scivolare troppo in giù per i nuovi articoli che farò! 😉 Ah, ancora non l’ho revisionato del tutto e credo che ci siano degli altri errorrini ma … spero che si capisca lo stesso! 😀
      A presto! TVTB! ❤

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...