Disavventure Estive di Juliet – Estate 2013

Buon Giorno a tutti!

^_________^

Oggi vi racconto un po’ cosa ho fatto durante le mie vacanze estive se volete farvi gli affari miei! 😄 ehehe … altrimenti siete liberissimi di non leggere …

Era da tanto che volevo scrivere questo post ma siccome sicuramente scriverò tanto non avevo mai il tempo per poterlo fare quindi, oggi pomeriggio, voglio parlare della mia estate (anche se con un po’ di ritardo … ) e spero di riuscire a dire tutto! 🙂

Prontiiiiii? Let’s go!

Innanzitutto, prima cosa, se vi siete persi il post del micetto che ho incontrato questa estate vi rimando QUI! 😉

Visto che questa è stata la mia primissima estate da Kpopper a tutti gli effetti se vi siete anche persi questo post lo potete leggere QUI! 😉

Per finire, le cose che ho fatto V o non fatto X questa estate … QUI! 😉

Allora, parto con una piccola e prima dis-avventura che ho vissuto!

O__________O”

Ma non preoccupatevi non è successo niente di grave per fortuna! 🙂

Non ricordo neanche il giorno esatto ma è stato uno degli ultimi giorni prima che finissero le mie vacanze estive …

Era un pomeriggio un po’ pigro e un tantino nuvoloso, la sera prima ero dalle mie cugine per una cena di famiglia quasi al completo ed ero rimasta affascinata dai lampi e dai tuoni che si vedevano in direzione del mare. Casa loro è vicino al mare, non dista tanto, una ventina di minuti massimo, e c’erano stati i lampi per tutta la notte ma per fortuna non hanno colpito la nostra città ma erano quasi vicino alle montagne che ci dividono dalla grande città opposta alla nostra. Ma quel pomeriggio qualcosa andò storto …

“Bah, sicuramente non pioverà …”, lo dissi con sicurezza ma forse avrei dovuto già capirlo prima grazie ad alcuni piccole accortezze ma non ci feci molto caso.

Avevo altro per la testa! ^______^”

Quella stessa sera, infatti, assieme ai miei genitori, ai miei zii e ai miei cugini eravamo invitati a cena da amici e allora dopo aver aspettato che il bagno si liberasse per poterlo usare ero intenta a scegliere dai cassetti del mio mobile i vestiti che avrei indossato. Ero semplicemente confusa, non sapevo cosa mettermi! @_____@ Praticamente dopo aver quasi provato ad abbinare alcune magliette a degli shorts con fiocco di lato color blu elettrico posandoli sul letto e valutando quale ci stesse meglio alla fine mi convinco e prendo sotto braccio i vestiti e vado in corridoio ma non appena esco da camera mia ho un brutto presentimento …

Torno dentro, in camera, mi affaccio alla finestra …

Piccole gocce cadevano tamburellando dappertutto …

Così chiusi immediatamente la finestra e feci per uscire ancora una volta dalla mia stanza …

In corridoio, però, mi blocco all’istante, vedo mio fratello che mi viene incontro con un’espressione un po’ turbata … è raro vederlo così per questo mi sono subito affrettata a poggiare sul bancone del bagno i miei vestiti e a precipitarmi in sala da pranzo.

Quello che si presentò davanti ai miei occhi fu … paura, in primo luogo, ma anche ansia e preoccupazione …

Vento fortissimo … qualcosa di veramente incredibile come una sorta di vortice di pioggia e vento assieme, una combinazione a dir poco sorprendente.

Ci crederete o meno ma non riuscivo a vedere niente fuori se non questo ammasso di pioggia e nuvole.

C’erano le nuvole ma erano così basse … proprio davanti a noi!

O________O”

Non distinguevo più le montagne di fronte che di solito vedo quando mi affaccio dal balcone in veranda, neanche un pezzo dei campi di fronte … ne una casa, ne il mare a sinistra e la città a destra … niente.

Il vento fortissimo spirava e trascinava via tutto con sé …

… per un attimo mi chiesi se adesso sarebbe anche volata l’intera casa come la favola del Mago di Oz! -_________-“

Le tende di canne di bambù che erano appese e ben fissate al balcone, per ripararci dai primi raggi del mattino che battono forte di fronte a noi, hanno preso a sventolare fortissimo e a causa della tempesta qualche cannuccia si è spezzata rendendo le tende quasi più inutilizzabili …

Le sdraio in veranda quasi se ne andavano per conto loro! Ma che caz? O.O”

Mia madre è riuscita ad afferrare un’asciugamano che era stato appoggiato sulla sdraio per coprirla e che quasi voleva volare via!

E la pioggia continuava! Anche i tuoni e i lampi … non accennavano a voler smettere …

Una tale confusione …

@_______@

Non sapevo cosa fare!

Niente panico! 😉

Mi sono affrettata a chiudere la porta finestra della cucina e la finestra del nostro primo bagno … ma poi? sono tornata in sala per assistere alla scena …

… mio padre e mia madre stavano portando dentro il tavolo lungo, le sedie e le sdraio ma la pioggia incessante continuava a sferzare i loro volti ed è entrata lo stesso un po’!

In un certo senso, tutto quel trambusto mi ha un po’ fatto ridere …

Ma che c’era da ridere direte voi? Beh, proprio niente, ma ci capitano rarissimamente imprevisti e in quei giorni ero così annoiata e giù di morale perché sarei rientrata a breve e quindi aver a che fare con un po’ di casino mi ha decisamente reso un po’ felice! Sì, sono strana, l’avete capito solo ora? 😄 

Per spezzare la noia niente di meglio che qualcosa che ci prende alla sprovvista! 🙂

Dopo che ci siamo totalmente “barricati” in casa mi è venuto in mente un pensiero …

“OMO! Non ho neanche le scarpe chiuse! Come faccio? Come, come, come?”

Ahaha! 😀

Vi chiederete: “Ma come? Ti sta entrando l’acqua in casa e tu ti preoccupi di questo?”

-_______-“

YES! 😄 eheh …

Però, rimasta un po’ attonita e immobile ho pensato che l’acquazzone violento non sarebbe mica durato per sempre! Tutto prima o poi finisce! U____U

La cosa divertente (almeno dal mio punto di vista) è stato quando nonostante le imposte fossero chiuse e anche le tapparelle c’erano degli spifferi che soffiavano e stridulavano e la casa, in parte in penombra, pareva infestata da fantasmi! 😄 😄 😄

UHUHUHUHUHUHUH!

*me agita le braccia*

E come se non bastasse, le luci del lampadario si accendevano e si spegnevano continuamente … neanche fossimo in discoteca!

BOOM SHAKALAKA

BOOM SHAKALAKA

I WANNA DAN DAN DAN DAN DANCE! 

😄 😄 😄 😄 😄

*bigbang song moment*

Ehm …

*cof cof*

Proprio no! Non è stato bello ritrovarsi in quella situazione! U_____U

Perché?

Beh, vi ricordate che dovevamo andare a cena da amici?

Dovevo per forza farmi il bagno anche se a detta di mio fratello facevo prima a uscire fuori che tanto con tutta l’acqua che cadeva dal cielo sicuramente avremmo risolto la siccità anche dei paesi più caldi del mondo! ;D ahah … Quindi, mi chiudo nel secondo bagno.

Pensate che bello (per modo di dire!): io, da sola, chiusa a chiave in bagno, immersa nell’acqua calda della vasca a farmi lo shampoo con la luce che andava e veniva! O_____O Mi sono accucciata da un solo lato della vasca e continuavo a fissare la luce lampeggiante … quasi rimanevo ipnotizzata! @____@”

E intanto pensavo: “Ecco, ci manca solo che va via la luce e rimango al buio!” (poteva succedere, che credete!) oppure: “E se il lampadario mi cade in testa?” (ahaha, lo continuavo a tenere d’occhio, non mi fidavo! :P) —> che razza di pensieri poco sensati sono?!

eheh … 😄 😄 😄 😄 LOOOOL

Quando ho finito di asciugarmi e vestirmi la tempesta era ormai finita … e mi è venuto in mente “After the Tempest in Late Summer” … 😄 Ho pensato a questo manga! E’ perfetto come titolo di quel giorno! LOOOL

Dopo di che, ho scoperto che i miei genitori erano nei due garage al piano di sotto che stavano spazzando via l’acqua che si era infiltrata … non sono andata a controllare con i miei occhi per evitare di bagnarmi i piedi dopo essermi fatta il bagno ma i miei mi hanno detto che ce n’era molta … T________T

Così, ho preferito andare a controllare in veranda che ormai era un po’ asciutta e ho visto uno spettacolo bellissimo! *__________*

C’era l’arcobaleno! Non si vedeva tutto tutto come mi era successo tempo fa ma soltanto un pezzetto di arco … comunque, era ugualmente bello! *^*

Vi metto qui sotto la foto, ok? 😉

ahujhuehdjdnjndje

Poi … ho avuto un’altra disavventura, la seconda e ultima …

… sempre causata dal maltempo …

e stavolta eravamo in una situazione molto spinosa e peggio di questa che vi ho raccontato.

Eravamo in viaggio per tornare dopo le vacanze …

di notte …

cercavo inutilmente di riuscire a dormire un po’, sapete in macchina è un po’ difficile soprattutto se sul sedile posteriore non sei da sola! -_____-” tra posizioni difficili per cercare di conciliare il sonno e il fresco che sentivo è stata durissima stavolta beccare qualche oretta di sonno …

Vi svelo un mio piccolo segreto: Io sono come Linus, se non ho una copertina, un lenzuolo, un plaid o qualsiasi cosa che possa coprirmi e a cui posso aggrapparmi faccio fatica a rilassarmi e di conseguenza a dormire! 😄 Davvero! Pensate che anche in estate mi accuccio sotto il lenzuolo anche se fa caldo … tanto dico sempre: “Se mai dovessi sentire caldo durante la notte me lo toglierò di dosso da sola mentre dormo” 😉

Tornando a noi, più che altro ho passato tanto tempo in dormiveglia e ho dormito pressoché pochissimo … ah, non lo so come mai ma anche se siamo abituati a dormire in macchina come tutte le estati questa volta sia all’andata che al ritorno ho fatto molta più fatica …

comunque, sonno a parte che avevo in quel momento dopo che, appunto, stavo tentando di buttarmi tra le braccia di Morfeo che continuava a scappare da me (neanche giocassimo ad acchiapparello … XD) di punto in bianco divento sveglissima!

Spalanco gli occhi o dovrei dire che mi si staccano dal bulbo oculare arrivando fino alle orecchie? 😄

O__________________________________O

(come i fari della nostra auto! 😄 😄 XD)

Ed io: “Ma che …?” e intanto mi stropiccio gli occhi …

Mi guardo un po’ attorno e noto che …

OMG! O____O”

PIOVEVA!

[Pubblico: “Che novità!”]

Ok ok … può essere che avete già sentito qualcosa di simile ma non è come credete voi!

Pensate al fatto di addormentarvi in auto, mentre siete in viaggio, con un bel paesaggio scuro e puntellato di stelle tutte sbrilluccicose mentre vedete di tanto in tanto qualche auto che vi supera … tutto normale, giusto? 🙂

Ma poi … d’un tratto, svegliarvi di soprassalto sentendo la pioggia incessante e fortissima che di punto in bianco crea una specie di nube di goccioline e non vedete più nulla davanti a voi attraverso il parabrezza …

Non si vedeva NIENTE.

Se ci fosse stata un’auto davanti a noi o un camion ma anche pensate solo ad una curva …

… non sarei qui a scrivere questo post.

Sinceramente stavolta mi sono spaventata molto ma molto di più.

Fortunatamente ci siamo accorti che l’auto davanti a noi (non troppo lontana da dove ci trovavamo) aveva azionato le luci rosse di pericolo, le quattro frecce, insomma. E sia l’auto davanti che noi ci siamo accostati.

Mio padre che stava guidando non riusciva a vedere nulla compresi io, mio fratello e mia madre. Non c’erano piazzole di sosta ma c’era fortunatamente il largo necessario per potersi accostare senza intralciare gli altri. Ho subito guardato dietro di noi e ho notato che un’altra auto si era accodata dietro di noi.

In situazioni del genere è inutile proseguire alla cieca (visto che la visibilità era pari a zero) ma consiglio a chiunque che la cosa migliore da fare è fermarsi e aspettare segnalando il pericolo anche agli altri utenti stradali al fine di evitare incidenti.

Ok, dopo il momento di educazione stradale torniamo alla storia … 😉

Siamo rimasti in auto, bloccati e fermi per circa dieci minuti buoni … il pensiero nella mia testa era il seguente: “E se un camion ci andasse addosso?” e così ho pregato mio padre di mettersi ancora più di lato … perché i camion che passavano (ne ho intravisti solo due) andavano tanto veloci e la macchina sballottava un poco …

Insomma, una paura assurda!

ç____________ç

Il vento che sferzava era potente e la pioggia fortissima, goccioloni enormi che tamburellavano la nostra Opel … sinceramente era la prima volta che ci capitava qualcosa di così sconveniente durante i nostri viaggia da e per la Sicilia … spero solo che non ci capiti più … 🙂

Dopo che ha smesso di piovere o almeno, la situazione era rientrata nella normalità, abbiamo ripreso il viaggio … cacchio, era come se fossimo circondati da questa specie di nebbia fatta a pioggia … brutta cosa, credetemi. Non lo auguro a nessuno.

Ah, tanto per finire in bellezza, alla fine non sono riuscita a prendere sonno come volevo … e chi aveva più sonno dopo un’esperienza del genere? :’D eh-eh-eh …

Queste erano le due dis-avventure che ho vissuto questa estate, le ho scritte più che altro per evitare di dover dire sempre le solite cose che si raccontano dopo essere tornate dalle vacanze  così ho voluto fare questo post anche se con un po’ di ritardo … pardon! ^___^

Detto ciò chiudo definitivamente argomento estate e vacanze!

Alla prossima, ciao! 😉

P.s. Sono messa male … voglio scrivere tante cose sul mio Blog ma non so cosa … questa era l’unica cosa che mi è venuta in mente! -____-” Avete consigli, richieste, domande da pormi? *^*

Informazioni su Juliet

Sono una ragazza di 24 anni che sta crescendo giorno dopo giorno a pane, shoujo e fantasia e che va pazza anche per il kpop. Il mio Blog è il nascondiglio che più preferisco dove poter dare sfogo alle cose che mi piacciono e a tutto ciò che succede nella mia vita. ♥
Questa voce è stata pubblicata in ѕєиzα ¢αтєgσяια e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...