Vampire Knight: Il Cavaliere Vampiro – Il Peccato del Ghiaccio Blu

ipdgb

A maggio l’appuntamento è con il primo della coppia di “novels” scritti da Ayuna Fujisaki e corredati dalle delicate e sensuali illustrazioni di Matsuri Hino, l’autrice del manga. In questo volume, troverete due storie che vi faranno assaporare il pericoloso fascino dei vampiri del collegio Cross. Entrambe sono ambientate precedentemente alle vicende narrate nel manga. Nella prima, una studentessa insegue il suo sogno d’amore senza sapere che colui che ama è una creatura delle tenebre. Nella seconda, un frammento del passato di Zero, il ragazzo nato per essere un cacciatore di vampiri e condannato a finire trasformato in vampiro contro la sua volontà!

Fonte: Panini Comics, Planet Manga

Buuuuuon Giorno ancora! ^___^

Bello eh? Quanto tempo che aspettavo di prenderlo! Un po’ perchè all’inizio non conoscevo Vampire Knight e tutto questo fantastico universo creato da Matsuri Hino, un po’ perchè non avevo la giusta disponibilità economica che ho adesso e un altro po’ perchè la copia che avevo visto tempo fa nella mia fumetteria era rovinata e se volevo spendere 9,90 € volevo farlo per una copia giusta senza che fosse stropicciata.

Per cui … è passato veramente tanto da quando Il Peccato del Ghiaccio Blu era diventato uno dei must hai quali non volevo proprio rinunciare! eheh … 🙂

Così, avendolo preso sabato scorso, oggi ve lo illustro sia con le parole che con le foto! *__* Spero che gradirete questo articolo e chissà alla fine lo acquisterete anche voi! Sono contenta se ciò avvenga, vuol dire che ho stuzzicato la vostra curiosità ma … Partiamo con ordine!

Innanzitutto, Ice Blue no Tsumi, questo il titolo originale dell’opera, è una novel ispirata alla serie Vampire Knight. Tuttavia, non abbiate sconforto! Anche se non conoscete questo manga non avete nulla di cui temere perchè i fatti narrati all’interno del romanzo sono dei racconti che avvengono molto prima che la vera storia con Yuki Cross, Zero Kiryu e Kaname Kuran abbia inizio! ^__^

La copertina è dunque quella che avete visto sopra ma ve la mostro lo stesso! (nelle foto sotto la potete vedere dal vivo fronte e retro)

  

E questo è per quanto riguarda la sovraccoperta … infatti, se la togliamo il romanzo è così! *__* Wow!

  

Bellissimo! Aidoh è STU-PEN-DOOOO! *____________* *juliet sviene*

*Cof cof* Scusatemi, ma non riesco proprio a resistere al fascino del bel biondino “Idol”! Kyah!

Comunque, ai lati della sovraccoperta ci sono queste due colonnine di testo!

E poi … le sorprese sono appena iniziate! Perchè dentro c’è subito un poster bellissimo con Kaname x Yuki (immagine che per altro potete benissimo trovare in giro sul web) e se lo si gira c’è un’immagine di gruppo! Tutti i ragazzi della Night Class più la nostra protagonista Yuki ma anche Zero naturalmente! 

  

Mi ha dato un po’ fastadio che abbiano scritto in parte i nomi! é___é Come se non fossi in grado di capire chi è uno e chi è l’altro ma credo che sia stato fatto apposta per coloro che hanno acquistato questo romanzo nonostante non siano a conoscenza di Vampire Knight inteso come manga. Comunque, avrei preferito lo stesso che non mettessero i nomi … :-/

Passiamo oltre … questa è la prima pagina!

E se giriamo abbiamo la presentazione dei personaggi! Più i due nuovi aggiunti e sto parlando di Fuka Kisaragi, la protagonista principale del primo racconto, e di Kaito personaggio che qui fa la sua prima apparizione ma che poi con l’andare avanti del manga arriverà anche lì! 🙂

  

Bene, e dopo questa piccola introduzione con le foto passiamo ai due racconti su cui si basa “Ice Blue no Tsumi”! ^___^

[ATTENZIONE DA QUI IN POI SPOILERS!]

E’ ESPRESSAMENTE VIETATO COPIARE I RIASSUNTI PRESENTI, O PARTI DI ESSI, SENZA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA SOTTOSCRITTA E SENZA CITARE LA FONTE! PERCHE’ IL LAVORO E LA FATICA DEGLI ALTRI VA’ RICONOSCIUTA! (Non saranno tollerati i trasgressori)

La prima storia, per altro da quella che prende il titolo omonimo del romanzo, narra di Fuka Kisaragi, ragazzina di sedici anni, appartenente alla Day Class (classe formata esclusivamente da umani) e vive la sua permanenza al Collegio Cross portandosi nel cuore l’affetto e l’adorazione per il “Principe” nientemeno che il meraviglioso e affascinante capodormitorio e capoclasse della Night Class … Kaname Kuran! *________*   

Eh sì, infatti, Fuka è pazzamente innamorata di Kaname! Però, al confronto delle altre ragazze, quando arriva l’ora del cambio di classe (la Day Class utilizza l’edificio scolastico durante il giorno e la Night Class durante la notte dato sono tutti vampiri così le due classi si alternano) rimane sempre in disparte ad ammirarlo, di nascosto, lasciando che siano le altre ragazze a sbavare dietro Kaname. Beh, già da qui si capisce come Fuka sia una ragazza timida ma segretamente innamorata di lui. Come del resto … tutte le altre ragazze! XD eheh …

Ma dunque, cosa succede? Beh, Fuka sa che a momenti si terrà la festa più romantica di tutto l’anno … il Saint Chocolatre e tutte le sue compagne fervono di entusiasmo perchè prepareranno il cioccolato da regalare al proprio beniamino della classe della Notte. Tanto per dire, ci sono anche i ragazzi nella Day Class ma pare che … questi siano come dire “invisibili” agli occhi delle fanciulle che stravedono solo per quelli della Night Class. Fuka è agitata, sa che è un evento importante ma, allo stesso tempo, non vede l’ora di regalare il suo cioccolato al Nobile Kaname! *O* 

Qual è allora il miglior modo per far sì che lei ci riesca prima delle altre? Beh, intrufolarsi nel dormitorio della Night Class senza che si faccia scoprire! Ma questo è un gesto alquanto irresponsabile se si tiene conto che andarsene in giro di notte, dopo il coprifuoco, per sgattaiolare nella stanza del Nobile Kaname è … quasi impossibile riuscirci! O___O” Non potrebbe farcela mai da sola! Così Fuka si fa aiutare dalla sua compagna di stanza, Kanae, che sepprima si comporta in malo modo con lei solo per metterla in guardia e per destarla dal continuare questa “avventura” ben presto vedendo la determinazione dell’amica si convince, seppur con riluttanza, ad aiutarla e così facendo Fuka si mette sulle spalle di Kanae e si arrampica sul muro di cinta scavalcandolo. Dovete inoltre sapere che passare direttamente dal cancello principale è impossibile perchè rischierebbe di incappare davanti a qualcuno e sarebbe scoperta subito! Per cui, Fuka, armata di coraggio giunge dentro l’area del dormitorio. Proprio quando si convince a marciare verso la porta d’ingresso ecco che … una voce interrompe la quiete. Fuka rialza lo sguardo e piano piano … incrocia gli occhi di … Kaname! :-Q__ Kaname le chiede se lei sia una studentessa della Day Class, Fuka annuisce e si scusa per essersi intrufolata in questa maniera un po’ roccambolesca! Dato che per scavalcare il muro si è gettata dall’altra parte ferendosi alle mani … e oddio, sangueeee! @__@ Forse è per questo che Kaname si è affrettato ad accorrere. Difatti, la Night Class è composta SOLO ed ESCLUSIVAMENTE da VAMPIRI! Ehehe … infatti è la “classe della notte” appunto per questo! Possibile che ad avvicinare Kaname sia stato il suo sangue? Comunque, Fuka questo non lo sa e ignora la sua reale esistenza “vampirica”. Kaname da vero gentiluomo la fa per rimandare al suo dormitorio facendo leva sul fatto che di notte le ragazze non devono andarsene in giro da sole perchè potrebbe essere pericoloso e così affida Fuka ai suoi amici: Akatsuki Kain, Hanabusa Aidoh, Ruka Soen e Takuma Ichijo. Fuka è stupita soprattutto perchè Kaname non dirà a nessuno che lei si è intrufolata nel loro dormitorio e questo sarà il loro segreto.

Questi l’accompagnano verso il cancello non prima che Kaname la ringrazi perchè Fuka ha fatto per lui qualcosa di importante … sì, ma cosa? Boh … lei non capisce cosa sia ma poi svelta gli riferisce il suo nome e Kaname le augura la buonanotte aggiungendo persino il suo nome! Fuka è alquanto incredula! Ha incontrato il Nobile Kaname, lui l’ha chiamata per nome, ha conosciuto anche gli altri membri più popolari della Night Class e … sì! Ruka e gli altri la invitano a ritornare a trovarli! *__* Ma dai, Fuka è alquanto stupita! Ichijo le da il permesso di visitarli di tanto in tanto chiedendole solamente di mantenere il segreto! Eh già, perchè se si sapesse in giro anche le altre ragazze vorranno lo stesso trattamento e questo sconvolgerebbe un po’ la pace e la traquillità delle due diffenti classi.

Così, Fuka decide di non dire niente a Kanae la quale appunto non sospetta minimamente quello che è avvenuto.

Ruka rimasta sola mormora che Fuka non si è accorta di niente e poi termina appellandole l’aggettivo di “poverina” senza tradire nessuna emozione perchè Ruka stava solo fingendo di essere amichevole con Fuka in realtà non prova compassione per lei e di conseguenza se si sta comportando così è solo perchè gliel’ha ordinato Kaname!

Ma che sta succedendo in verità?

Ebbene, Ichijo fa rapporto a Kaname, quella stessa sera, e si affretta a preparare tutte le cose dato che dall’entusiasmo di Fuka traspare la sua voglia di andarli a trovare benissimo la sera successiva.

E difatti così succede.

Fuka si dirige al dormitorio Luna (ho dimenticato di dirvi che la Night Class soggiorna nel dormitorio Luna e la Day Class in quello Sole) passando direttamente dall’entrata principale e così viene scortata da una cameriera lì sul posto sicuramente per ordine di Takuma Ichijo.

Fuka entra nell’ingresso e già tutti le si fanno attorno contenti. Sebbene imbarazzata decide di fare un passo alla volta per conoscere un po’ tutti meglio. L’unico che pare scocciato è … Aidoh. Fuka si chiede tra sè e sè il motivo … infatti è l’unico che non si sta sforzando per fare conversazione. Aidoh, allora, freddo e diretto le chiede il perchè lei sia voluta venire nel loro dormitorio la notte scorsa e Fuka risponde che l’ha fatto solamente perchè avrebbe voluto essere la prima a trovarsi nella stanza di Kaname per potergli, quando arriverà il giorno di Saint Chocolatre, dare il suo cioccolato. Tutti paiono la reputino coraggiosa, temeraria per aver fatto una cosa del genere ma Aidoh non ci sta e senza che se ne renda conto la stanza dove si trovano improvvisamente cala di temperatura. E’ opera di Aidoh stesso che è in grado di utilizzare il potere del ghiaccio.

Ah-ah! Ghiaccio, eh? Riuscite a collegare ciò con il titolo? ^___^ Leggete e vedrete come continua la storia di Fuka!

Kain, cugino di Aidoh, gli intima di smetterla e così tutto torna alla normalità. Fatto sta che Fuka capisce che l’argomento “Kaname” in presenza di Aidoh è quasi come un tabù, in pratica, Aidoh è molto geloso se non che protettivo in un certo senso nei suoi riguardi. Non solo perchè i due si conoscono da quando erano bambini ma anche per l’assurda e incredibile mania che ha Aidoh ha di collezionare tutti gli oggetti che Kaname tocca o rompe … neanche fossero sacri! O__O” ma torniamo alla storia che è meglio!

La serata poi, si conclude con l’augurio di rivdersi ancora e Fuka al settimo cielo viene scortata su ordine di Ichijo da Aidoh e Kain. Aidoh all’inizio si oppone ma poi non riuscendovi ci rinuncia dal resistere e acconsente. Fuori, al freddo, Kain domanda a Fuka se stia bene e lei gli assicura di sì. Come mai questa domanda? Ok, che da Kain ci si può aspettare di tutto ma non è forse un tantino eccessivo anche tenendo conto che sia realmente preoccupato per la sua salute? Kain minemizza il tutto dicendo che siccome è tardi fa molto freddo e ha paura che possa prendersi un malanno.

Nel frattempo, i giorni si susseguono e Fuka instancabilmente continua a venire di notte a visitarli! Ogni sera, lei scappa via dal suo dormitorio all’insaputa di Kanae e va da loro. Ormai Fuka si è abituata a stare in loro compagnia e non vede l’ora al calar del sole di andare a trovarli! Però, una notte, Fuka si reca nel dormitorio Luna ma Kain, che sta gustando i biscotti che Fuka ha portato per poterli mangiare tutti insieme, chiede di poter sbirciare la relazione che ha fatto Ruka, suo malgrado accetta e i due se ne vanno al piano di sopra. Fuka sa che sopra ci sono le loro camere da letto ma non ha mai avuto la possibilità di andare a dare un’occhiata e infine dal suo primo incontro con Kaname non l’ha più visto. Così Fuka rimane sola con Aidoh nonostante speri che lui si ritiri su nella camera a sua volta aspettando il ritorno degli altri da sola ma pare che non dia segno di stanchezza o di volersene andare via dal soggiorno. Fuka non sapendo che dire per spezzare la tensione finisce per parlare ancora di Kaname nonostante sappia benissimo che ciò arreca disturbo e fastidio ad Aidoh ma le viene in mente solo dopo e ormai aveva già preso argomento per cui non poteva troncarlo di punto in bianco. Fuka ne approfitta per chiedere quali siano i gusti di Kaname ma Aidoh annoiato al massimo e non desideroso di voler dare una risposta diversa dai suoi numerosi “boh” non fa nulla per metterla a suo agio. Fatto sta che ad un certo punto Fuka si rende conto di quanto tempo sia passato e in cuor suo sa che Kain e Ruka probabilmente non si faranno vedere più dato l’ora tarda così fa per alzarsi e andarsene via quand’ecco che ha un capogiro e quasi non casca a terra se Aidoh non l’avesse presa al volo stringendola tra le sue braccia! *____________* Oh, ma chi se lo aspettava un gesto così romantico da lui? ehehe … Non l’avrei mai detto! hihihi …

Fuka non sta bene, si sente stanca e di colpo avverte il calore corporeo di Aidoh che … beh, la fa sciogliere letteralmente. Così lui la invita a prendere una pastiglia siccome Fuka probabilmente si è sentita male a causa di un’anemia. Fuka è sorpresa: come mai Aidoh aveva in tasca quell’astuccio di pastiglie? Vuol dire che Aidoh ha qualche problema di salute anche lui? Sembra che la medicina abbia effetto e Fuka costretta da Aidoh si sdraia sul divano. Subito sembra scivolare in un vortice di benessere che la fanno sentire meglio ma la fonte principale di calore se ne sta andando via lievemente … Fuka afferra per la maglia Aidoh che si stava alzando dal divano e lo prega di restare. Così, alla fine, Aidoh rimane con lei a tranquillizzarla e a vegliarla.

Quando finalmente Fuka si riprende torna nel suo dormitorio e Aidoh non potendola lasciare da sola in caso si sentisse ancora male l’accompagna. Adesso Fuka sente che non c’è più alcuna tensione perchè Aidoh ha anche moderato la camminata alla sua e inoltre avverte che Aidoh forse non è poi così cattivo come le era parso precedentemente.

Per Fuka comincia la vera ossessione: restare fedele alla sua adorazione per il Nobile Kaname o buttarsi ancora tra le braccia di Aidoh? Che bel dilemma! eheh … XD Nonostante questi suoi pensieri, Fuka non demorde e sceglie ancora Kaname Kuran. Beh, ammettiamolo, non c’è confronto! Anche se … a pensarci bene, Kaname non l’ha più rivisto! Mentre Aidoh è sempre con gli altri suoi compagni quando Fuka va a trovarli. Visto da questa prospettiva è facile scegliere Aidoh perchè senz’altro lui è più presente di Kaname. Anche se Fuka probabilmente pensa che il Nobile Kaname abbia di meglio da fare che passare le serate con lei …

Fuka intanto continua a trastullarsi sui suoi sentimenti tant’è si estranea dalla lezione e poi viene brutalmente riportata alla realtà dal professore che le preme sul capo la punta della squadra. (ahi! che maaaaleee! ç___ç). Così Fuka mente. Mente a Kanae dicendole che è tra le nuvole perchè non vede l’ora che arrivi il giorno di Saint Chocolatre e che arrossisce perchè sta pensando al Nobile Kuran anche se in realtà era l’immagine di Aidoh a farla imbarazzare. In presenza di altre persone Fuka chiama Kaname per cognome dandogli il dovuto rispetto.

Nel frattempo, nella Night Class Ruka e gli altri stanno discutendo di quello che sta avvenendo. Fuka è stata presa come bersaglio e pare che le pastiglie che Aidoh le ha dato non siano proprio “innocenti”! Che cosa sono in realtà? Il fatto che poi Fuka venga a trovarli con il sorriso sulle labbra può significare solo che il farmaco sta funzionando come dovrebbe. Ma … non tutto è come sembra …

Kanae invita l’amica a trascorrere una giornata con lei alla ricerca del cioccolato da regalare a Kaname e così le due se ne vanno per la città. All’improvviso Fuka intravede proprio Aidoh che si infila in un vicolo con Senri Shiki (che finora Fuka non ha avuto modo di vederlo o di parlarci). Decide su due piedi di seguirli e lascia l’amica dicendole di andare avanti che poi la raggiungerà. Appena si infila nel vicolo buio Fuka sente una voce maligna che la fa terrorizzare e una creatura sbuca dal nulla. E’ un livello E dove la E indica “End” cioè lo stadio finale di un vampiro (ex-umano) che è stato morso da un vampiro purosangue ma che poi non riuscendo a controllare la sua sete di sangue sempre più crescente perde tutte le sue abilità cognitive fino a ridursi in pessimo stato tant’è degenerano e non possono più tornare indietro, ecco perchè “End” cioè “fine”. I livello E tra l’altro non vengono nemmeno presi in considerazione nella società dei vampiri che ha forma gerarchica piramidale con al vertice i Purosangue, sotto di loro ci sono i Vampiri Nobili che devono sottostare alle direttive dei Purosangue, poi i Vampiri Comuni che non possiedono nessuna abilità speciale e Vampiri ex-umani, morsi da un purosangue e che ben presto vedranno deteriorarsi le loro menti finendo col terminare nel Level E.

Il livello E quasi la sta per morderla sulla nuca quando appare Aidoh che gli intima di lasciarla andare e con lui sbuca pure Shiki che con la sua capacità di manipolare il suo sangue lo utilizza come una frusta per colpire il nemico. Così facendo Fuka e Aidoh scappano insieme.

 

Dopodichè escono dal vicolo e Fuka lo ringrazia con tutto il cuore! ^_______^ che carini insiemeeeeee! ehehe … sopraggiunge anche Shiki che li interrompe e Aidoh gliela presenta dato che anche lui segue il “caso” ma non l’ha mai incontrata e dopo assicura che non c’è più pericolo.

Ma qualcosa si sta piano piano risvegliando in Fuka … che cosa sarà mai? Intanto continua ad avere uno strano sogno … Si ritrova in un parco con un cagnolino piccolo che si diverte molto quando lei gli lancia la sua pallina rossa. Fuka allora gliela manda da una parte e il cane parte all’inseguimento però da quella parte finisce il parco e comincia la strada che è molto trafficata. Così preoccupata lo rincorre e proprio quando pareva raggiungerlo Fuka si sente sollevare, come se stesse volando …si sente una frenata improvvisa e poi chissà come Fuka è sdraiata sulla strada. Accanto a lei c’è qualcosa di rosso. Ma … non è la sua pallina! E’ il suo … ! O____O

Fuka si risveglia improvvisamente agitata. E da quella notte non riuscirà quasi mai più a dormire. Un po’ per via della sua strana anemia che la fa stare costantemente male e continua a prendere la sua pastiglia tutte le volte che accusa malori e d’altra parte si sente smarrita, agitata, quasi persa tra i suoi pensieri. Fuka è diversa da com’era prima. Sì, ma questa sua diversità a cosa è dovuta? Bene! Lo scopriamo subito!

Una sera Fuka decide di andare al dormitorio Luna anche se è piuttosto tardi ma conoscendoli saranno ancora tutti svegli. Oltretutto le preme sapere che tipo di cioccolato preferisce Aidoh perchè ha intenzione di ringraziarlo in maniera speciale per averla salvata da quel livello E che lei però ha scambiato per un maniaco e con ciò Aidoh si è convinto a non cancellarle la memoria visto che crede sia solo un pazzo. Va da loro e prima di entrare sente delle voci. Ascolta meglio e sente la voce di Ichijo! Ma non è quella che Fuka ha sempre sentito da lui! Adesso ha un tono freddo, gelido, molto calcolatore e soprattutto in un certo senso anche da “cattivo” … non è lo stesso Ichijo che Fuka conosce! Allora si avvicina meglio alla porta e ascolta con il fiato sospeso i loro discorsi.

Viene a sapere TUTTA la verità e nien’altro che la verità. Fuka si sta trasformando in una vampira. Le pastiglie che sta assumendo sono delle “compresse” che le consentono di rallentare il processo di vampirizzazione oltre alla sua sete di sangue. Fuka è sconvolta. E’ stata presa in giro da loro! Le hanno nascosto così tante cose importanti! E’ persa e troppo traumatizzata. Fuka è stata fin da subito la loro “vittima”. Ecco perchè erano tutti così tanto allegri … certo, la volevano soltanto far cadere nella loro trappola tuttavia … Fuka è stata solo la loro prima “cavia” per testare l'”esperimento” che stanno cercando di attuare in concreto. Fuka si accascia a terra, Ruka alza la voce spaventata perchè si è accorta della presenza di qualcuno e Aidoh si precipita ad aprire. Vede Fuka. Lei scappa via correndo mentre le lacrime le solcano il viso e lui si affretta a seguirla. Fuka si lascia cadere sul terreno e piange come non ha mai pianto in vita sua. Aidoh le si avvicina e le spiega tutto. Il sogno ricorrente che ha tutte le notti è vero, riguarda un episodio prima che lei si iscrivesse al Collegio Cross. Fuka era stata investita e aveva perso molto sangue, era quasi morente quando un vampiro purosangue spinto da chissà cosa l’ha morsa per poterla mantenere in vita e poi le ha cancellato i ricordi inerenti a ciò. Soltanto che sarebbe stato meglio se lui le avesse fatto bere anche il suo sangue perchè questo è l’unico modo per non “impazzire” e degenerare nel Livello E. Quindi a suon di logica … manca poco prima che lei non riesca più a controllarsi … Per Fuka è qualcosa di troppo da sopportare ma sente che Aidoh è lì per lei, non la lascerà affrontare tutto ciò da sola. Con suo grande conforto Fuka si riprende un po’ e poi torna nella sua camera.

Tuttavia, la sua natura vampirica si sta risvegliando. Fuka era già svenuta di fronte a Kanae una volta ma quello che avvenne qualche giorno dopo cambiò radicalmente il suo destino. Kanae si era appena fatta la doccia. Fuka stava già accusando altri dolori, prende le pastiglie (che Aidoh puntualmente le continua a raccomandare di assumere con gradualità e con una quantità maggiore stavolta) ma prima che se ne accorga completamente Kanae esce dal bagno avvolta solo da un asciugamano. La vede sotto i propri occhi stare male e la soccorre. Fuka prende la medicina (ha capito dalla volta scorsa dopo che una le era caduta nel bicchiere dell’acqua che si tratta di sangue) ma Kanae è lì accanto a lei e sempre avere un profumo molto delizioso e … appetitoso.

Oh-oh!

Fuka è presa dalla sete di sangue che la bestia dentro di lei richiama insistentemente. Senza rendersene conto morde la spalla di Kanae e poi il collo con enorme vigorosità, a grandi sorsi, ancora e ancora e ancora … fino quasi a farle perdere i sensi. 

Si risveglia e nota che Kanae è sporca di sangue … LEI è sporca pure … e tutto per terra c’è una pozza di liquido rosso … 

Fuka si riprende improvvisamente e corre da Aidoh in cerca di aiuto. Bussa alla sua porta e lui apre. Gli confessa che ha morso la sua compagna di stanza. Lui a questo punto capisce tutto. E’ stato inutile. Il farmaco che ha Fuka ha preso regolarmente deve aver fatto abituare il suo corpo rendendo la medicina inefficace poichè ha prodotto anticorpi per questa compressa e di conseguenza l’esperimento sta avendo degli intoppi ai quali Aidoh non c’aveva pensato.  Subito sopraggiungono anche gli altri e tutto ha un risvolto improvviso. Shiki intrappola Fuka con la sua frusta di sangue, Ichijo rivela che Aidoh si è lasciato andare con questo loro esperimento, infatti se ci si affeziona troppo alla “cavia” se il risultato sarà negativo sarebbe doloroso sia per lei che per Aidoh il quale soltanto adesso sta capendo quanto tenga davvero alla ragazza. Ichijo rassicura Fuka, Kanae non è in pericolo di vita anche se ci impiegherà un po’ a riprendersi e poi la cancelleranno la memoria. Appare Kaname che dopo un bel po’ dall’inizio della storia non si faceva più vedere e sistema tutto quanto. La affida a Aidoh. Ci penserà lui. Ma Fuka è un pericolo adesso, lei lo sa benissimo, e Ichijo le dice che resterà in esilio, in solitudine senza fare niente il che equivale a dire … lasciarsi morire da soli. Fuka è disperata, sa che adesso non può uscire dalla situazione proprio perchè è davvero arrivata la sua fine. Aidoh l’accompagna fuori e Fuka ha preso una decisione importante. Se ormai il tempo è davvero poco per restare in vita non vuole vivere gli ultimi istanti nella disperazione più totale sapendo che morirebbe in maniera molto violenta dato che sarà cacciata da uno sconosciuto in quanto Livello E. E se deve proprio morire vuole farlo per mano di qualcuno che le è sempre stato accanto fin dal principio. Così chiede ad Aidoh di ucciderla. Lui a disagio cerca di farla ragionare, forse potrebbero riuscire a realizzare un nuovo farmaco ma … Fuka nega. Non vuole. Così Aidoh l’abbraccia e le sussurra se davvero è seria in quello che dice. Lei annuisce. A questo punto Aidoh l’infilza con una lama di ghiaccio di colpo affinchè lei non soffra troppo.

Fuka: “Aidoh posso farti una domanda?”

Aidoh: “Sì?”

Fuka: “Se per caso … ti dicessi che ti amo … cosa penseresti di me?”

Aidoh: “…”

Aidoh arrossisce livemente.

Fuka: “Ah ah ah … sei davvero una persona che non sa nascondere i suoi sentimenti, Aidoh …”

Aidoh: “Mi dispiace”

Fuka: “Non preoccuparti … io credo di essere innamorata di te … quindi … sono felice … di morire tra le tue braccia … grazie Aidoh … “

Fuka muore e si trasforma in cenere che il vento porta via con sè, Aidoh si mette a piangere senza quasi accorgersene. Gli ultimi granelli che teneva stretti in mano scivolano lentamente via mentre la pioggia incessante piange per lei, per Fuka, il cui ricordo resterà sempre nel cuore di Aidoh. Lui ha provato davvero di tutto per salvarla ma Fuka non era come lui credeva, è pura e gentile, e adesso non potrà più vederla sorridere. Aidoh alza il volto al cielo con la promessa che non si fiderà più di ex-umani divenuti vampiri perchè è troppo pericoloso soprattutto se poi si lascia affezionare come ha fatto con Fuka. E da quel momento venne istituita la figura dei “guardian” il cui compito è vigilare affinché incidenti simili non si ripetano più al Collegio Cross. Yuki Cross e Zero Kiryu, la loro storia comincerà subito dopo questo triste avvenimento.

L’altra storia si intitola “Il tempo fugace di un istante” in giapponese “Setsuna no Toki” ha come protagonista Zero Kiryu, un bambino di undici anni alle prese con il suo allenamento per diventare un hunter, un cacciatore di vampiri così come i suoi genitori poichè la sua è una famiglia di hunter molto conosciuta e rispettata e tutti si aspettano molto nei suoi confronti dato che grazie all’ereditarietà e per attitudine Zero è proprio in gamba ma deve ancora imparare cosa vuol dire essere “hunter” a tal proposito viene affidato a Toga Yagari, considerato il più grande hunter degli ultimi tempi assieme al pari quasi di Kaien Cross preside dell’omonimo Collegio. Zero ha anche un fratello gemello, il suo nome è Ichiru ma è molto cagionevole di salute e per questo motivo non può prendere parte all’allenamento e attualmente si sta riprendendo da una febbre che l’ha colpito. Zero però ha anche un “compagno d’armi” lo scontroso e irascibile Kaito Takamiya, assegnato al maestro Yagari poichè il suo senpai è stato ferito in battaglia. Così i due si ritrovano a dover sostenere assieme i pesi per diventare degli hunter provetti. Kaito ha quindici anni ed è più maturo dei suoi anni poichè è dovuto crescere più in fretta dei suoi coetanei e dimostra nei riguardi di Zero un forte disprezzamento perchè lui viena da una famiglia che lo ama e poi ha anche un fratello che gli vuole molto bene … tutto quello che a Kaito manca. 

La loro storia si apre con una caccia. Zero deve centrare l’obiettivo cioè la lepre che adesso è ferma proprio davanti a lui ma Zero ha un attimo di esitazione e per tale motivo non trova il coraggio per spararle. BANG! Qualcun altro ha sparato al posto suo … è Kaito che quasi lo rimprovera di non essere stato in grado di uccidere la preda che Yagari li ha ordinato di fare. Quel che può allora fare è prenderla tra le braccia e Zero sente quanto ancora il corpo della lepre sia caldo … al ritorno dal maestro Yagari Kaito fa notare che hanno preso solo una lepre perchè tanto a loro due basta.

Kaito nel romanzo è ribelle, con una lingua tagliente in grado di tener testa a chiunque e allo stesso tempo è forte e coraggioso … il che per un ragazzino di quindici anni è davvero sorprendente! ^___^ (Kaito è uno dei miei personaggi preferiti! Da questo romanzo mi ci sono molto affezionata! Kyah! *O*). Un giorno mentre Zero sta tagliando la legna Kaito si lamenta perchè a lui questi esercizi non servono dato che l’unico che ha il bisogno di irrobustire le braccia è Zero che Kaito lo definisce come un mocciosetto ingenuo e gentile (lo Zero di undici anni è molto più candido e carino dello Zero di adesso … come dire, fa tanta tenerezza! eheh … ;)). Ad un certo punto, quando è ora di tornare Yagari avverte che è arrivato un ospite per Zero, non ha neanche il tempo per vedere chi è arrivato che subito si ritrova tra le braccia del fratello gemello Ichiru, a quanto pare si è ripreso dalla febbre e la prima cosa che ha fatto è stato chiedere ai suoi genitori di condurlo dall’amato fratellino consanguineo. Zero e Ichiru sono molto uniti, quasi inseparabili perchè sono uno la parte dell’altro. Zero è sorpreso che sia venuto da lui dato che essendo in montagna l’aria fresca potrebbe non giovargli tanto ma Ichiru lo rassicura del fatto che starà benone ora che si è ritrovato con lui. Così tutti di sera, assieme ai coniugi Kiryu stanno cenano riuniti allo stesso tavolo. La madre di Zero ha anche portato delle verdure che le hanno regalato e a quel che dice Yagari “le madri farebbero di tutto pur di far mangiare ai propri figli la verdura” a questa battuta tutti ridono. Dopo cena il padre di Zero convince Ichiru a fare una foto così lui chiama Yagari a unirsi Zero fa lo stesso con Kaito che, seppur a disagio, accetta perchè rispetta molto i genitori di Zero e di conseguenza non è il caso che si comporti sgarbatamente. Il padre pare che voglia fare sempre le foto perchè la vita degli hunter è precaria in quanto non si sa mai quel che può succedere in battaglia per cui l’unico modo per lasciare un loro segno dovuto al fatto che sono vissuti realmente è scattare delle foto che costituiscono la prova della loro esistenza a questo mondo. Lo so, è un po’ triste ma per gli hunter è una cosa del tutto normale.

Poi il giovane terzetto parte per una spedizione alla caccia stavolta di un uccellino. Kaito si continua a lamentare del fatto che Ichiru è per loro solo un peso e che è più impedito del fratello e di conseguenza per il fatto che il bambino è debole devono fare delle continue sospensioni di marcia che lo irritano parecchio e lo spazientiscono. Quando poi Zero gli fa notare che l’uccellino è vicino a loro passa il fucile a Ichiru ma proprio sul punto di sparare si sente male. Zero ha lasciato che fosse Ichiru a voler prendere la preda perchè l’animaletto era in una posizione molto facile per poterlo acchiappare e quindi sarebbe stato facile per lui. Tuttavia, ciò non avviene e di fatti Ichiru sentendosi male per un colpo di tosse fa sì che l’uccellino, che ormai ha avvertito la loro presenza e pure il rumore, voli via veloce. Kaito se la prende con Ichiru dicendogli che se sta male era meglio che se ne stava buono buono a casa sotto le coperte anziché venire da loro e tormentarli in quanto come lui stesso ha detto non sono le sue “balie”. Ichiru è colto dalla febbre e d’urgenza corrono al loro rifugio di montagna dove poi i suoi genitori lo riporteranno a casa.

Sera. Zero sente un rumore, come qualcosa che cade ripetutamente nell’acqua. Si alza, va fuori e nota Kaito che lancia dei sassolini nel laghetto generando tanti piccoli cerchiolini a pelo d’acqua. Kaito in un momento come questo confessa a Zero il suo passato triste. Anche lui aveva un fratello, più grande, ma l’ha perso in battaglia e non si sa dove sia potuto andare, è disperso da molti anni. Inoltre, nella sua famiglia, tutti non si curavano degli uni e degli altri, stavano ognuno per i fatti suoi per questo è invidioso di Zero e Ichiru che vanno molto d’accordo e sono una vera famiglia. Zero comprende il dolore e non può far a meno di sentirsi dispiaciuto per il compagno. Così per fargli compagnia comincia anche lui a lanciare dei sassolini nel laghetto mentre un Yagari con tanto di sigaretta alla bocca li spia di nascosto domandandosi se sono davvero pronti per il vero passo.

Yagari, l’indomani, li convoca non per un’esercitazione ma per una vera missione. Ha appena avuto notizia di un Livello E che si aggira dalle loro parti e affida il compito di farlo fuori ai due ragazzi. Zero ha un po’ di paura, lui che ha il cuore tenero sarà in grado di avere sangue freddo nello scontro inevitabile con il vampiro pazzo? Vedremo! eheh … XD Yagari con la scusa che deve controllare una cosa li lascia da soli e Kaito sentendo un rumore spara un colpo di fucile proprio vicino a Zero che gli stava dietro. Ma era solo un cane randagio, comunque Zero se la prende molto con lui perchè avrebbe potuto essere una persona innocente ma anche per il fatto che se non fosse stato attento lo avrebbe colpito di striscio.

Ad un certo punto appare il Livello E che si avventa sul povero Zero cercando addirittura di morderlo.

Dopo un po’ che i due combattono contro il Livello E ecco che succede qualcosa di inaspettato. Il vampiro ex umano sembra quasi che conosca Kaito … sì, perchè la sua voce ha qualcosa di famigliare … Taito? O____O” Esattamente! Il vampiro è il fratello di Kaito che tempo fa era sparito durante una missione a sentir lui perchè la vita da hunter lo stressava ma dopo dev’essere stato preda di un vampiro che lo ha morso e adesso sta degenerando verso l'”end”. Zero cerca di convincere Kaito a lasciarlo libero, in fondo, è suo fratello! Ma all’improvviso arriva Yagari che un po’ scocciato per come i due ci stanno mettendo troppo a eliminarlo si va avanti per pensarsi lui al loro posto ma Kaito fermamente convinto di potercela fare da solo si assume la responsabilità di ucciderlo con le sue stesse mani. E così fa, spara un colpo con la sua arma antivampiro e Taito muore. Zero è sconvolto, e se si fosse trovato nella sua stesse situazione? Se Ichiru fosse divenuto un Level E lui avrebbe avuto il coraggio necessario per abbattere il mostro? Kaito afferma però che il rapporto tra lui e Taito è solamente di “preda” e “cacciatore” in poche parole non li uniscono più il sangue ma un mero legame di “vampiro” e “hunter” il che vuol dire che le questione famigliari rimangono fuori dal lavoro di un hunter. Poi continua dicendo che probabilmente il lavoro di un hunter è quello di liberare i Livello E che appunto, privi di qualsiasi ragione, sono divenuti assassini e forse il loro compito consiste nel alleviare le loro sofferenze, anche Zero è d’accordo e aggiunge che sicuramente Taito sarà stato felice di potersi scrollare di dosso una vita che stava diventando sempre più sanguinaria e peccatrice. Alla fine, Yagari dice che sono stati bravi entrambi e tenendoli per le teste li avvicina e le strofina contro tra di loro dicendo che questo è un suo gesto d’amore anche se Kaito si schifa un po’! XD eheh … è tornato il solito di sempre.

L’ultima parte spiega come Yagari abbia perso l’occhio destro: era successo che una professoressa, mi pare che era, si era trasformata in Livello E proprio davanti agli occhi di Zero che aveva tentato di fermare Yagari dicendo che “la professoressa è buona e gentile” ma ciò non era assolutamente vero e Yagari nello scontro per difendere il piccolo Zero viene ferito all’occhio. Per molto tempo aveva cercato di non guardarlo in faccia perchè ogni volta si ricordava questo episodio e diventava malinconico e triste. Così, una volta, Yagari ha detto che non ha salvato Zero per fargli fare questa faccia.

Il Direttore Cross, perchè adesso Zero è al Collegio, irrompe nella stanza e lo vede con la foto che avevano scattato tutti e quattro assieme (quella con Yagari, Kaito, lui e Ichiru) e gli dice di venire di là che la cena è pronta. Così Zero fa per alzarsi, se non si fosse presentato a tavola Yuki ci sarebbe rimasta male e poi non la può lasciare da sola mentre il suo padre adottivo prepare i piatti “Suo stile” ma prima di raggiungerli si domanda se quando lui diventerà un Livello E verrà Kaito a ucciderlo ma nel frattempo avrebbe lottato con tutte le sue forze perchè deve resistere ancora un po’ …

 – FINE –

C’erano anche due o tre scan di immagini che non ho messo perchè non mi andava! ^___^” E’ già abbastanza lungo così … non peggioriamo le cose! eheh …

Allora, vi è piaciuto? Certo, raccontato da me non è un granché per cui vi prego di sostenere la mangaka acquistando i romanzi, il fanbook, le illustrazioni e … il manga! 

MINI – COMMENTINO:

Mi è piaciuto moltissimissimo perchè era il romanzo che volevo proprio! La prima storia con Aidoh e Fuka mi ha commosso davvero tanto! Lui, Aidoh, rivela una parte di sè che non avrei mai pensato che potesse fare e per cui mi sta piacendo tanto come personaggio! E poi … beh, Fuka è carina, è una ragazza normale che voleva solo dare il suo cioccolato a Kaname e ha finito per rimetterci la salute e la vita, tuttavia, il modo in cui è morta, accoccolata al petto di Aidoh e uccisa da lui con una spira di ghiaccio ecco … è allo stesso tempo dolorosa ma anche romantica. Morire per mano della persona che più si ama al mondo … non è una cosa un po’ da masochisti? Beh, almeno non è stato un estraneo a farla fuori. Questo fatto, il morire per mano di una persona che si vuole bene ricorre anche nella seconda storia quando Kaito preferisce uccidere lui il fratello Taito divenuto Level E e non glielo lascia al maestro Yagari. E’ una cosa che mi ha lasciata un po’ perplessa … @__@ però credo che sia stato giusto così … e poi Fuka non avrebbe voluto mai che un vampiro sconosciuto avrebbe toccato il suo corpo per farla fuori … Aidoh in un certo senso ha ammesso di volerle bene, altrimenti non avrebbe acconsentito al desiderio di Fuka e poi non avrebbe mai arrossito quando lei gli confessa i suoi sentimenti .. lo scambio delle loro parole, in punto di morte di Fuka, è la parte tanto attesa ma anche la più cruciale di tutte. Poi, Fuka è stata anche saggia, ha preferito morire piuttosto che essere divorata dal desiderio viscerale di mordere umani per soddisfare la propria sete di sangue … non si è perdonata per aver fatto una cosa così brutta a Kanae … TT___TT che cose tristi, ragazzi miei! ç___ç Mentre per quanto riguarda la seconda storia, devo dire che da quando poi Ichiru si sentirà offeso per le brutte parole che Kaito gli ha riservato saranno il preludio per quello che avverrà in futuro … basta che leggete il manga e lo saprete! 🙂 E poi … non trovate che il piccolo Zero sia così dolce e carino? *___* Giuro, non ci avrei scommesso se non lo avessi letto con i miei stessi occhi! eheh … che premuroso che è! Davvero un bel mocciosetto! XD Anche Kaito è entrato a far parte dei miei personaggi preferiti! *^* Da ragazzo è … ancora più bello! Ho visto le scans e mi piace così taaaaaaantooo! :kyah:

Sono davvero contenta di aver preso questo romanzo! ^____^ E’ stato proprio quello che avrei voluto che fosse! Per cui non ho nessun rimpianto, anzi, mi sento davvero orgogliosa di averlo nella mia libreria! eheh …

Per cui, non posso far altro che consigliarvelo e … cosa aspettate? Correte a prendere la vostra copia!

Ciauuuu! ^_______^

Informazioni su Juliet

Sono una ragazza di 25 anni che sta crescendo giorno dopo giorno a pane, shoujo e fantasia e che va pazza anche per il kpop. Il mio Blog è il nascondiglio che più preferisco dove poter dare sfogo alle cose che mi piacciono e a tutto ciò che succede nella mia vita. ♥
Questa voce è stata pubblicata in ℓιвяι, αиιмє, manga, ѕнσυנσ e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Vampire Knight: Il Cavaliere Vampiro – Il Peccato del Ghiaccio Blu

  1. Pingback: Vampire Kinght: Il Cavaliere Vampiro – Sogno D’Argento | ✿gιυggιℓℓα✿

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...