Riassunto: MOMO 5 – Mayu Sakai

E’ ESPRESSAMENTE VIETATO COPIARE I RIASSUNTI PRESENTI, O PARTI DI ESSI, SENZA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA SOTTOSCRITTA E SENZA CITARE LA FONTE! PERCHE’ IL LAVORO E LA FATICA DEGLI ALTRI VA’ RICONOSCIUTA! (Non saranno tollerati i trasgressori)

Il quinto volume di MOMO di Mayu Sakai riprende la storia da dove l’avevamo lasciata ovvero da quando Momo era svenuta. Infatti, la si vede a letto sdraiata con attorno Yume, Sanari, Nanagi e l’orsetto Ponkichi. Sanari rivela ai presenti che vuole andare nella coscienza della bambina demone per vedere cosa le sta accadendo realmente dato il suo comportamento strano (vedi riassunto del volume n°4) ma anche loro 3 vogliono venire con lui ed accompagnarlo ma Sanari li avverte che potrebbe essere pericoloso visto che neanche lui sa bene cosa potrebbe succedere. Così, si avvicina di più a Momo e proprio quando sta per prepararsi ad entrare nella sua mente Yume non resiste e si attacca all’ultimo momento al suo braccio cosicchè si ritrova catapultata dentro il Sè del grande demone con Ponkichi. Mentre cade sempre più giù vede degli scorci di immagini e pensa che quelli potrebbero essere alcuni dei suoi ricordi. Una volta atterrata vede la bambina tenuta in gabbia che la implora di aiutarla e di farla uscire da lì. Subito accorrono da lei in suo soccorso. Momo tutta agitata li prega affinchè possano liberarla e dice che l’Altra Momo è cattiva, che la tratta malissimo e che le vuole far capire che la rappresentante della Terra cioè Yume in realtà non le vuole affatto bene e che non potrà mai essere sua amica ma questo è assolutamente sbagliato proprio perchè altrimenti la ragazza non si sarebbe precipitata a salvarla. Ponkichi si offre d’aiuto perchè essendo piccolino può passare attraverso le sbarre della gabbia che la tengono prigioniera ma… rimane incastrato! 😄 Aahahahah… Allora sia Yume che Momo si mettono a ridere e questo attira l’attenzione dell’Altra Momo che accorre minacciosa urlando che Momo non deve rifiutarsi di essere un Grande Demone, che il loro principale obiettivo è quello di distruggere pianeti ed in particolare la Terra e che insieme loro 2 sono Momo. Inoltre, aggiunge che lei non si dovrebbe fidare di Yume perchè sempre secondo il suo parere dietro l’affetto e le coccole in realtà si nascondono inganni e tradimenti. La minaccia ancora di tenerla a vita rinchiusa nella gabbia ma Yume capendo solo ora che i ricordi che ha visto sono in realtà i suoi e che quindi deve aver sofferto molto le si fà vicina e l’abbraccia per le gambe da dietro. Yume domanda se è possibile che ritorni quella di prima e che tutto si risolva e Sanari che era sparito all’inizio ritorna spuntando all’improvviso e rispondendo che un modo ci sarebbe cioè quello di riunire le 2 Momo perchè così facendo ritornerebbe a essercene solo una ma questo potrebbe causare dei danni irreparabili come ad esempio un punto faticosamente guadagnato da Yume sparirebbe oppure un carattere di Momo risulterebbe prevalente su un altro ecc ecc… ma Yume afferma che lei vuole bene ad entrambe e che quindi non sarebbe un vero problema se ciò accadesse. Le 2 Momo mettono a contatto le loro mani e l’Altra Momo, quella cattiva, ritira le parole che ha detto al funerale della signora anziana. In un lampo di luce tutto scompare. Yume si risveglia e scopre di essere sdraiata sul letto di Momo e la bambina la riconosce e dice che sa chi sia, ovvero un Grande Demone. Yume tranquillizzata abbraccia teneramente la bambina lieta che stia bene dopotutto. Sanari visto che la faccenda di è conclusa senza alcun imprevisto o complicazione decide che ci passerà sopra per stavolta. Il modo in cui l’ha detto e la sua espressione mi hanno fatto capire che sotto sotto Sanari nasconde qualcosa… mm… interessante… hihihi… ^^ e và a preparare del thè per festeggiare il ritorno della signorina Momo. Yume fa una domanda a cui avevo anch’io pensato: Da quanto tempo Sanari è al fianco di Momo? Se vi ricordate abbiamo visto il passato di Nanagi ma quello di Sanari rimane ancora un mistero! Eheh… e staremo a vedere! 🙂 Nanagi risponde che non ne ha idea e il primo capitoletto si conclude con Sanari che beve da una tazzina.

Yume ha un favore da chiedere a Sanari visto che lui potrebbe essere il candidato perfetto per la sua richiesta. Gli spiega che dovrebbe venire a scuola con lei e a parlare con un suo insegnante di quello che vuol fare una volta finito l’anno scolastico visto che la ragazza è all’ultima liceo. Intanto arriva Momo che vorrebbe ancora del gelato ma Nanagi la prega di aspettare finchè non andranno a fare la spesa. Sanari racconta a Yume che sì Momo sembra normale ma in verità è mutata dentro di sè, per quanto lei si affezioni a Yume non si distoglierà dal suo compito e quindi sarebbe pronta in qualsiasi momento a distruggere la Terra se sarà necessario. Comunque, una volta arrivati a scuola Sanari si finge zio di Yume per poter andare al colloquio e stranamente devo dire che vestito in quel modo, tutto in bianco, fa una bella figura! *-* E’ d’accordo con me pure Miyu Fujita che li incontra in giro per il corridoio e… vuole uscire con lui?! O_____O Sì, proprio così! Infatti la ragazza ammette di aver lasciato perdere Nanagi visto che con lui è uno spreco di tempo per potersi dedicare interamente alla conquista di Sanari! Con la scusa di portar anche il resto del gruppo con loro 2 cosicchè Yume avrebbe l’occasione di compiacerla conquistando un altro punto e Sanari avrebbe il permesso di uscire con lei arriva la tanto attesa domenica. Momo già impaziente reclama il gelato che le spetta ma Yume essendo in una zona che non ha mai frequentato non sa dove può essere, prova a chiederlo a Miyu ma lei ha occhi solo per Sanari e la nuova coppietta si allontana a fare una foto insieme alle macchinette. Così rimasti senza i 2 piccioncini chiedono informazioni in giro ai passanti finchè alla fine riescono a trovare la gelateria. Mentre Momo è impegnata a leccarsi il suo bel gelato Yume e Nanagi sono seduti assieme vicini vicini e lui le confessa che si sente arrabbiato con se stesso perhcè quando Yume ha bisogno di lui non c’è mai al suo fianco ma la ragazza sincera lo tranquillizza del fatto che anche stargli accanto come in questo istante la rende più che felice. Si prendono per mano. Vengono tuttavia interrotti dal ritorno dei 2 e si accorgono che Momo è scomparsa! -.-” ancora una volta… è la quarta ormai! La bambina desiderava ancora un gelato e vedendo un furgoncino che li vende si rende conto che non ha soldi con se ma soprattutto che si è persa! Le si fa accanto un tizio strano, capelli lunghi e ondulati, occhiali piccoli, tondi e scuri e con un po’ di barba che le offre un mega gelato. Voi vi fidereste di un tipo così? Io ci starei attenta ma Momo la si prende facilmente anche con un solo dolce! Hihihi… 😀 Quando il gruppetto la ritrova Yume avanza andando a riprendersi Momo e scusandosi con il signore se lei gli può aver causato fastidio ma lui invece si rivela essere niente meno che un dipendente di un agenzia che sta reclutando bambini per cercare il volto adatto per una pubblicità su una linea di dolci che saranno messi in vendita il prossimo autunno. All’inizio Yume rifiuta subito ma vedendo che potrebbe essere una valida occasione per racimolare qualche punto spinta ad approvare da Miyu e da Sanari rivaluta la questione. Il sig. Takada, questo è il suo nome, rassicura Momo che potrà avere tutti i dolci, le torte, le caramelle e i budini che vuole e il Grande Demone accetta la propostadi andare in tv senza indugi dietro lo sgomento di Yume che rimane un po’ insicura del fatto se sia o meno una buona idea. Giungono comunque agli studi di registrazione e Momo viene truccata anche se è già carina di suo ed è stata vestita come Cappuccetto Rosso visto che tiene in mano un cestino e ha una mantellina. Lì incontrano un’altra bambina che però siccome è stata scelta Momo si è vista soffiata via il suo ruolo di protagonista nella pubblicità. Indignata pesta un piede a Momo e se ne và. Quando le riprese cominciano Karen, la bambina, la spinge verso la ics con cattiveria visto che è il punto in cui si deve posizionare e Momo da brava quale è la ringrazia mentre Karen la fissa in malo modo. Ad un certo punto degli uccellini irrompono nella sala creando scompigli. Momo ne richiama uno e comunica con lui. Questo rende il regista molto curioso e interessato nei confronti della piccola per via dei suoi occhi che sembrano nascondere chissà quale segreto a lui ignoto. Finite le registrazioni tra il regista e la bambina nasce una strana intesa e si stringono la mano. Poi, a casa di Momo durante una trasmissione viene annunciato il nuovo spot dei cioccolattini a forma di foglia. Questa pubblicità genera un mucchio di interesse per Momo che viene immediatamente contattata dal produttore per chiederle se vorrebbe ancora fare un’apparizione in tv ed essere intervistata nel corso di un programma e in cambio le daranno una scorta annuale di tofu. Yume ancora una volta si dimostra molto restia ad accettare poichè ha paura che possa succedere qualcosa di grave ma siccome Sanari le dice che vorrebbe dividere il tofu con lei, Yume non ci pensa 2 volte. Giunta in trasmissione in diretta assieme agli altri bambini che hanno partecipato nello spot come comparse Momo risulta essere ancora una volta la vincente tra lei e Karen superandola addirittura visto quest’ultima suscita una buona impressione a tutti quanti. Momo dice che lei è un Grande Demone, che ha circa 10 miliardi di anni e che non và a scuola. Ciò viene preso come uno scherzo e tutti si mettono a ridere. POi vengono offerti dei dolci ai presenti e a Momo tocca una fetta di torta con sopre un fiore, lei avvicina la forchetta alla bocca pronta per papparselo intero ma… Karen la mangia al suo posto! Momo s’infuria e rompe i riflettori se non ricordo male generando stupore e panico. Yume accorre, la afferra al volo e assieme al resto del gruppo scappano via tornado a casa. Una volta lì Momo chiede se è tutta colpa sua, in pratica sì ma Yume la tranquillizza e dice che non ha fatto niente di male. (se se… ) Comunque, questo fatto ha portato a troppissima (anche se non si può dire! iihiihihi…) attenzione verso la bambina e i giornalisti e varie persone si presentano al cancello della villa gridando a gran voce e chiamandola per poter ricevere delle spiegazioni in merito. A sistemare il problema ci pensa dìle Nobile Miyu come la chiama Yume che arriva in quattro e quattrotto a casa di Momo e accertandosi che Yume abbia il passaporto salgono in auto prima che sia troppo tardi.

Il capitolo dopo infatti comincia con i nostri protagonisti su un aereo ma come ormai capita nella maggior parte dei film il loro aereo subisce un piccolo imprevisto e si ritrovano come superstiti su un isola tropicale. Yume pensa immediatamente a Kanaka che non gli ha detto niente su dove andavano e che sicuramente sarà in pensiero per lei. Fujita per non perdere tempo inutilmente sfoggia il suo costume nuovo e ne regala uno all’amica. Yume vede Momo che mangia una trottola di mare appena colta e si mette in testa l’idea di pescare qualcosa da mettere sotto i denti così si tuffano insieme in mare. Yume invidia Momo perchè lei essendo un extra terrestre può benissimo andare in apnea e cacciare tuti i pesci che vorrebbe però la bambina la rassicura che potrebbe riuscirci anche lei e poco dopo si ritrovano sott’acqua. Yume si rende conto che è in grado di parlare e di respirare come se niente fosse e con appresso Momo fa un giro tra i fondali ammirando tante specie di pesci e addirittura uan balena! *-* Ironicamente Momo chiede se può portarsela a casa ma Yume dalla faccia che fa non crede che sia possibile. Una volta tornate in superficie la bambina mostra a Nanagi le conchiglie che ha raccolto e poi và da Sanari impegnato a conversare con gli abitanti dell’isola che sono accorsi a vedere cosa sia successo dato hanno visto il fumo nero e sentito un grande botto. Intanto Yume emozionata dell’esperienza che ha vissuto racconta a Nanagi le cosa che ha assistito sott’acqua e lui le sorride teneramente. Che billo! ^^ Insieme poi vengono ospitati gentilmente dagli abitanti dell’isola i quali dicono che se si ammira il tramonto con la persona che ci piace questa ricambierà i nostri sentimenti e se questa persona è il proprio partner allora il legame si rinforzerà almeno secondo le loro credenze. Yume sorride a Nanagi ma lui fa una faccia pensierosa e non dice nulla. E’ sera, tutti dormono, tranne Yume che si alza ed esce fuori dalla capanna. Guarda il cielo stellato, scorge una stella cadente, la segue con il dito in aria, perde l’equilibrio e cade in pancia in su. Nanagi che si era già intravisto in una vignetta le si avvicina chiedendole cosa stia facendo. La ragazza risponde che le stelle sono bellissime e che le stava ammirando. Nanagi la prende per una spalla, bacia il palmo della sua mano e si mette sopra di lei. La bacia il collo e poi vorrebbe baciarla anche sulla bocca ma si interrompe e le domanda con chi in realtà lei vorrebbe ammirarle. Lei pensa di nuovo a Kanaka ma fa finta di niente e allora Nanagi le racconta un episodio che gli è capitato quando c’è stato il ritrasloco di Yume molto tempo fà. In quell’occasione Kanaka si era congratulato con lui dicendo di essere contento che la sua amica si sia messa con un tipo alto, forte e gentile come lui ma poi aggiunge serio che non lo perdonerà mai se la farà piangere. Sembra quasi una frase fatta e rifatta mille volte anche nei film ma non è così. Nanagi ribatte che se in verità Kanaka quando le ha detto che rinunciava a lei forse era stato solo per tranquillizzarla e invece non è così e magari anche Yume in fondo… ma viene interrotto dalla ragazza che gli accarezza una guancia e stringendosi al suo petto gli assicura che solo lui le fa battere forte il cuore anche se Nanagi non pare del tutto sereno come dovrebbe essere e intanto sorge il sole. La mattina seguente Momo si è arrampicata su un albero e lascia cedere giù tra le mani di Yume una noce di cocco che viene aperta e gustata dalle 2. Quando la bambina fa per risalire e prenderne un’altra si accorge in lontananza nel cielo l’arrivo di un aereo di soccorso venuto per riportarli a casa. Momo però non vorrebbe ritornare ma Yume le fa capire che molto probabilmente i genitori di Miyu saranno in pensiero per lei, allora lei prova a convincerla a giocare e a rimanere lì solo loro 2 ma ancora una volta viene interrotta da Sanari il quale dice che anche Kanaka potrebbe essere preoccupatao per Yume. Ormai compresa la situazione vorrebbe portarsi dietro tutte le conchiglie che ha trovato ma sono davvero troppe! Come fare? Ponkichi la invita a mettere quelle che si stanno nella cuffia da nuoto di Momo però un uomo le mostra come fare una collana con una conchiglia e felicissima Momo lo ringrazia. Fujita la considera una bambinata ma poco dopo Sanari gliene regala una che ha fatto lui a dire poco orrenda! :bleah ma lei con gli occhi tutti sbrilluccicosi gli giura che non se la leverà mai. Dopodichè fanno una foto di gruppo per ricordo e velodi ripartono a bordo dell’aereo per tornare nuovamente in Giappone. Mentre ancora sono in volo Sanari racconta agli altri che entro 2 anni quell’isola sarà sommersa interamente dall’oceano indipendentemente che la Terra si salvi o meno.

L’ultimo capitolo si presenta con il loro arrivo alla villa dove i giornalisti hanno smesso di accanirsi contro di loro. Sta piovendo e sotto l’acqua accucciato davanti al muretto c’è… Kanaka! Povero lui! Tutto bagnato fradicio per attendere la sua amica! T___T che tenerezza che fà! Quando Yume lo riconosce gli và incontro e il ragazzo la abbraccia contento di riaverla accanto e sollevato che stia bene. Stretta a lui Yume ripensa alle parole di Nanagi sull’isola. E se Kanaka stesse solo fingendo che lei non gli interessa più? Subito cerca di divincolarsi ma l’amico la avvicina ancora di più a sè. A questo punto Yume non resiste e lo respinge andando a trovare conforto nelle braccia di Nanagi. Kanaka rimastoci male cerca di non darlo a vedere e dice che ora è contento che lei sia tornata e quindi si allontana. Yume con le braccia avvolte a sè si rende conto che ora lui è più alto, è più forte ma soprattutto è diverso dal bambino che lei ricorda. Il quinto volume si conclude con l’immagine di un Kanaka sorridente da bambino e uno accanto da ragazzo come è ora.

Informazioni su Juliet

Sono una ragazza di 24 anni che sta crescendo giorno dopo giorno a pane, shoujo e fantasia e che va pazza anche per il kpop. Il mio Blog è il nascondiglio che più preferisco dove poter dare sfogo alle cose che mi piacciono e a tutto ciò che succede nella mia vita. ♥
Questa voce è stata pubblicata in ѕнσυנσ e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...